in

Quella profezia di Giovanni Paolo II sulla Chiesa del terzo millennio

Passata la Pasqua con la strage nello Sri Lanka rivendicata dall’Isis continuano i giorni di passione in Vaticano da quando si sussurra che Papa Bergoglio, contro il parere del Segretario di Stato Pietro Parolin, voglia nominare per la prima volta una laica a capo della potente Prefettura degli Affari Economici, Claudia Ciocca, al posto del Cardinale George Pell, condannato in Australia per pedofilia. Contabile in KPMG-Spagna, è stata fortemente voluta in Vaticano da monsignor Lucio Balda, protagonista di Vatileaks, ora esiliato in Messico presso i Messaggeri della Pace dopo aver gestito un bar. Soprannominata scherzosamente nei Sacri Palazzi, in omaggio a Fantozzi, ‘ragionier Filini’, si è occupata dapprima, prevalentemente, delle spese riservate della Segreteria di Stato e oggi è direttore della sezione vigilanza e controllo. La polemica che infuria per questa nomina è velenosa, e fa il paio con le perplessità che gli episcopati dell’Asia, e non solo, hanno verso Bergoglio per la sua tiepida reazione dopo il massacro di Pasqua, rivendicato dall’Isis.

Infatti, oltre al cardinale americano Raymond Burke, patrono dell’Ordine di Malta, per il quale “l’Islam è una minaccia con lo scopo di governare il mondo e prendere Roma”, se n’è fatto portavoce anche Robert Sarah, Prefetto della Congregazione per il culto. Il cardinale guineano, vicino a Ratzinger, denuncia l’islamizzazione dell’Occidente e, a differenza del Santo Padre, non si fa scrupoli ad associare il termine ‘islamico’ al terrorismo, né a parlare dei seguaci di Cristo come vittime di azioni sanguinose.

Ma come avrebbe reagito Papa Wojtyla davanti a queste stragi? Avrebbe appoggiato la linea Bergoglio o quella di Sarah? Di certo quando Giovanni Paolo II salì sul trono pontificio e trovò sulle scrivania gli esiti di un pasticciaccio combinato nel 1976 dal cardinale Sergio Pignedoli era furente. Il cardinale aveva organizzato un convegno sul dialogo tra cattolici e islamici a Tripoli, molto reclamizzato da Gheddafi. Quel convegno terminò con una dichiarazione scritta in italiano e arabo. Solo che Pignedoli ed i suoi collaboratori non conoscendo l’arabo, non si accorsero che, al posto del blablabla del testo italiano, quello arabo affermava la superiorità dell’Islam sul cristianesimo e quella di Maometto su Gesù Cristo.

Wojtyła impiegò 10 anni a riparare i danni di quel documento, che ha avuto una incredibile circolazione nel mondo islamico. E capì ben presto che il “dialogo” pieno di ottimismo, come quello attuale di Bergoglio, si traduceva, in paesi strutturati su base tribale, in una vera e propria dichiarazione di debolezza, che permetteva ogni violenza contro i cristiani. Certamente Wojtyla sulla strage in Sri Lanka avrebbe scritto ai Potenti della terra, obbligandoli a condannare ufficialmente quanto accaduto. E certamente avrebbe anche raccolto il consiglio della Segreteria di Stato di officiare i funerali a Colombo. Non è poi un caso se la grande fuga in avanti delle persecuzioni anticristiane (praticate ora anche da buddisti e induisti) è iniziata nel 2012.

Francesco appare intimorito dal dover parlare di terrorismo islamico, ha messo la mordacchia agli esperti, non dà peso a quello che gli viene detto dagli episcopati. Il giorno della strage di Pasqua ha chiamato “fratelli” anche i musulmani, non ha dato lo stesso titolo ai cristiani morti in Chiesa, limitandosi ad esprimere “affettuosa vicinanza” alle vittime.

Tornano allora alla memoria le parole che il Santo Giovanni Paolo confidò a monsignor Mauro Longhi, dell’Opus Dei, che un paio di volte all’anno ha accompagnato Wojtyla nelle escursioni a San Felice d’Ocre, in Abruzzo: “Ricordalo a coloro che tu incontrerai nella Chiesa del terzo millennio. Vedo la Chiesa afflitta da una piaga mortale. Più profonda, più dolorosa rispetto a quelle di questo millennio, si chiama islamismo. Invaderanno l’Europa. Ho visto le orde provenire dall’Occidente all’Oriente”.

Condividi questo articolo

37 Commenti

Scrivi un commento
  1. Pra sono in nigeria e dall inizio dell anno sono stati uccisi piu di 1500 cristiani da parte di mussulmsni,di cui una minima parte da boko haram. L imam francesco,e la politica internazionale,tace

  2. Vladimir Putin, presidente russo, si è rivolto alla Duma (Parlamento russo) e ha tenuto un discorso sulle tensioni con le minoranze in Russia:

    “In Russia vivono russi. Qualsiasi minoranza, da qualsiasi luogo, se vuole vivere in Russia, lavorare e mangiare in Russia, dovrebbe parlare russo, e dovrebbe rispettare le leggi russe. Se preferiscono la legge della Sharia (legge religiosa del Corano) e vivere la vita da musulmani, consigliamo loro di andare in quei luoghi in cui è la legge dello stato. La Russia non ha bisogno delle minoranze musulmane. Le minoranze hanno bisogno della Russia, e noi non concederemo loro privilegi speciali, o tenteremo di cambiare le nostre leggi per soddisfare i loro desideri, non importa quanto urlano “discriminazione”. Non tollereremo la mancanza di rispetto della nostra cultura russa. È meglio imparare dai suicidi in America, Inghilterra, Olanda e Francia, se vogliamo sopravvivere come nazione. I musulmani stanno conquistando quei paesi e non conquisteranno la Russia. Le usanze e le tradizioni russe non sono compatibili con la mancanza di cultura o le modalità primitive della Sharia e dei musulmani. Quando questo corpo legislativo onorevole pensa di creare nuove leggi, dovrebbe prima ricordare l’interesse nazionale russo, osservando che le minoranze musulmane non sono russe.
    Quando ero giovane, sentii mio padre dire “Se non ci fossero religioni, bisognerebbe inventarle”; allora studiai l’importanza delle religioni, e posso dire che capii che tutte erano create per rendere armonia e tolleranza fra i cittadini con un comportamento di rispetto altrui, ma forse più importante anche con un occhio alle esigenze del loro ambiente, per esempio nella dieta, (il maiale nei paesi freddi è meno nocivo che nei paesi caldi privi di refrigerazione), anche l’effetto negativo sul comportamento individuale dell’alcool (parola che viene dall’arabo) quando fa caldo, e pure la scelta dell’abbigliamento necessario nel deserto con le estremità di temperature fra il giorno e la notte, per le frequenti tempeste di sabbia, o il pericolo di melanoma cutaneo se una persona è carente di melanina.
    Ogni religione dovrebbe rispettare le altre, e la tolleranza non può essere in senso unico. Nel passato, le religioni erano in armonia accettabile in molte nazioni. Cosa cambiò? Basta leggere il comportamento nel passato della chiesa cristiana. Una persona saggia mi disse che i problemi in gran parte sono creati dalle religioni monoteiste, nonostante dicono che DIO è unico! In Arabia Saudita non permettono chiese cristiane o la pratica della loro religione in case private, e non permettono ai non musulmani di entrare a Mecca, con una segnaletica molto prima di questa città, indicando agli infedeli di usare la circonvallazione per procedere oltre. Ovviamente loro non considerano l’importanza della reciprocità.
    Attualmente, la religione musulmana è completamente incompatibile con il cristianesimo, specialmente quella degli Sciiti, che ci considerano infedeli. La loro intensione è di, non tanto lentamente, arrivare in Europa, fare tanti figli affinché saremo in minoranza. Questo discorso l’avevo sentito in Kuwait nel 1983; e ultimamente, anche Erdogan minacciò che ordinerà alle donne Turche in Europa di fare minimo 6 figli (ricordiamoci anche quanto scritto da Oriana Fallaci). Io spero che TUTTE le religioni cambiano il loro punto di vista per la tolleranza reciproca.

  3. Anno 1983. KUWAIT. Confronto fra nostro connazionale e ingegnere Palestinese, che reagisce dopo un insulto da deplorare da tutte le persone civili.
    “Voi, con la vostra religione di tolleranza siete diventati deboli! Noi siamo disposti a morire per la nostra, mentre voi preferireste prostituire vostra madre per i soldi. Noi arriveremo in Europa, faremo tanti figli, e voi finirete in minoranza, così vendicheremo le Crociate.” (mi ricorda Erdogan, Turchia)
    Arabia Saudita, 1989. Il mio amico Adel (shiita) mi mostrò un suo libro religioso, e mi chiese cosa pensavo di un paragrafo. Capivo solo qualche parola dell’arabo, dunque gli chiesi di tradurlo.
    “La guerra contro i non credenti inizierà quando vivranno in grandi (o alti) edifici”. Gli chiesi chi sarebbero i non credenti, e lui rispose “voi cristiani”.

  4. Buongiorno a tutti e grazie . Poche parole ; non saprei scriverne di più . Italia . siamo di fronte ad una minoranza pari a meno del 10% . Ammesso che siano tutti portatori di sventura e snaturalizzazione della nostra cultura , vedo il problema semplice da risolvere : cambiamo politici . Il vaticano non dovrebbe poter fare niente . Come cambiare politici ? questo , forse , è il vero problema . Di nuovo grazie e un saluto a voi tutti , chiunque siate .

  5. Nel 13° capitolo dell’Apocalisse, nel 9° capitolo di Daniele, nelle Lettere di San Paolo e di San Giovanni, nei 4 vangeli canonici, ma anche in moltissime PROFEZIE mariane e non (ad esempio quelle della Beata Emmerich ed altre similari), si parla chiaramente di quanto sta accadendo attualmente dentro e fuori la chiesa. Si parla chiaramente delle due Bestie di Satana, ossia la prima, che sale dal mare, che è chiaramente la Massoneria Esoterico Luciferiana Internazionale, con sede a New York, all’ONU e simil congreghe massoniche (in realtà i famosi “Illuminati”), e guidata perifericamente dai 10 centri di potere mondiale (Stati Uniti, Russia, Cina, Impero Britannico, Paesi Arabi, Paesi Sudamericani, Paesi Africani, Giappone, India e Ue a guida franco tedesca), che governano ormai integralmente ogni potere ed aspetto umano del nuovo evidente “Nuovo Ordine Mondiale” e l’altra, che sale dalla terra, è chiaramente BERGOGLIO, che infatti, secondo il codice informatico universale “ASCII”, ossia la famosa intelligenza di cui bisognava disporre, descritta appunto in apocalisse 13. ha come somma delle sue lettere proprio seicentosessantasei. L’islam, in questo contesto, è solo uno dei TANTI mezzi usati dal demonio ……… e neanche l’ultimo in ordine di tempo, visto che risale al VII° secolo dopo Cristo …….. ci sono l’esoterismo e le eresie, il protestantesimo, le filosofie orientali e quelle positiviste, ateo agnostico razionaliste, nichiliste, materialiste, superomistiche, ma anche il marxismo leninismo, l’arianesimo originario e quello successivo hitleriano, la globalizzazione, le lobby abortiste ed eutanasiste, il veganesimo, la new age, che altro non è che teosofia luciferiana mascherata, ma anche la droga, la pornografia e la prostituzione, l’edonismo, il capitalismo selvaggio, l’imperialismo, il colonialismo, la poligamia, le teorie gender, le lobby lgbt, gli uteri in affitto e le adozioni di coppie lgbt, le unioni civili ed i matrimoni lgbt, lo scambismo, le invasioni barbariche, il decadentismo, il veterofemminismo, la lista di strumenti satanici utilizzati nel corso dei millenni da satana sono praticamente infiniti. Ora siamo solo in prossimità del “primo combattimento escatologico” descritto in Apocalisse, dal capitoli 13 al capitolo 19 ……… ma anche mirabilmente descritti dalla Beata Emmerich o dalla Madonna a Lourdes, La Salette, Fatima, Tre Fontane ed altre decine e decine di apparizioni nella storia della chiesa.

  6. Come un buon gesuita Bergoglio ha o aveva un piano che si basa nel mettere in evidenzia che in un dialogo tra un buono e un cattivo sempre stravince il buono. Questa premessa iniziale é una idiozia negata da tutti i fatti della storia, é il prodotto di un illuso che si vede nello specchio della sua mente malata come il GRANDE PACIFICATORE MONDIALE.
    Se il signor Bergolio avesse letto ció che segue avrebbe saputo che il risultato di un confronto tra un debole, che non vuol usare la violenza, e un forte che non vuole rinunciare ai suoi dogmi non si cura con il dialogo perché non si tratta tra eguali. Questa veritá é illustrata da una serie di sei conferenze dettate dal presidente americano Grover Cleveland agli studenti del Graduate College dell’Universitá di Princeton il 9 di Aprile del 1900 che furono pubblicate da Princeton Yniversity press/oxford University press nel 1913 con il titolo “The Venezuelan Boundary Controversy”. Ve nenzuela lamenta ancor oggi la decisione contraria dell’arbitraggio di Parigi, MA se non avesse chiesto l’aiuto peronale del presidente americano, il tal Grover Cleveland, l’Inghilterra sarebbe rimasta con un terriorio molto piú grande.
    L’intervento degli Stati Uniti come difensore del Venezuela trasformó il problema in un confronto tra due potenze eguali.

  7. A me sembra che ci sia, da parte della Chiesa Cattolica, un lungimirante disegno:
    1-coltivare rapporti amichevoli con l’Islam 2-favorire l’ingresso in Italia e in Europa di un gran numero di Islamici.
    Poi verrà l’appoggio alle loro rivendicazioni(moschee, sharia, cimiteri, ecc.). Stando ai precedenti storici, quando gli islamici raggiungeranno un 20 per cento la violenza dilagherà fino a una specie di guerra civile. In una situazione del genere chi sarà il più adatto a far da paciere? Ma è logico, IL PAPA. La sua mediazione ci costerà molto cara, forse una forma rivisitata di POTERE TEMPORALE. Ahinoi !

  8. “Vedo la Chiesa afflitta da una piaga mortale. Più profonda, più dolorosa rispetto a quelle di questo millennio, si chiama islamismo”
    Ed all’islamismo si è prostrato, baciando il Corano… Il buffone!
    Da GXXIII, passando per PVI, GPII, BXVI, fino al F attuale: di male in peggio.

  9. Ho sempre diffidato dell’Islam. La storia conferma la mia convinzione. Se una pianta è buona lo si vede dai suoi frutti. Veramente frutti ne vedo pochi. Maometto era un analfabeta, quindi non ha mai letto niente e scritto ancora meno. Sapeva solo usare la spada e con la spada si ci si sottomette (islam=sottomissione) oppure muori. Questo è l’insegnamento di Allah. Infatti i terroristi islamici gridano sempre che Allah è grande mentre attuano i loro atti di violenza. Non esiste islam buono. Infatti quando avete visto nel passato e ora gli islamici “buoni” scendere in piazza e abbiano gridato che l’Islam è religione di pace?
    L’Islamico ha un occhio solo, pensa che quello che crede sia realtà. Non vede in prospettiva. Non ha dubbi.
    L’Europa, non avendo fede, è un corpo grasso ed informe. Su quel corpo i musulmani vedono la possibilità di vivere da parassiti. Si cibano finché possono (e noi li lasciamo succhiare) e utilizzano tutte le conquiste sociali, civili come loro diritti acquisiti. Poi se aggiungi i buonisti alla Beroglio, alla Boldrini, alla Bonino e compagnia cantante…. la frittata è garantita.
    Non capisco perché marocchini, senegalesi, ganesi, tunisini & c. non vadano in Arabia Saudita che è un paese ricco e sopratutto la patria di Maometto!
    Mala tempora occurunt …

  10. Non è vero che nessuno poteva prevedere questi scenari. Credo che tanti conoscano le profezie di Nostradamus. E poi, non solo lui ne parlò. Io circa 40 anni fa lessi alcune delle profezie di un frate polacco – padre Klimuszko che parlava di una invasione dell’Europa da parte di migliaia di uomini che arrivano su piccole barchette/zattere. Si può dire che sono solo le fantasie ma se guardiamo ora la realtà attuale, il quadro diventa davvero inquietante…

  11. Bè. non ricordo però grandi discorsi contro l’islamismo durante il suo pontificato, in tempi in cui la presenza musulmana era ancora piccola e forse controllabile. Anzi… una volta si fece pure scappare una certa ammirazione per la devozione assoluta di quei fedeli, tant’è che fu lui a promuovere gli inutili incontri del “dialogo interreligioso” solo ad uso e consumo delle telecamere che hanno avuto il tempo che hanno trovato

  12. Oltre che ad essere ignoranti mi sembrate un po fuori di testa con i vostri toni millenaristici, per questo non vi prenderò sul serio ma vi ricorderò soltanto che Wojtyla andò in Marocco a parlare con migliaia di giovani musulmani ai quali, fra l’altro, disse “Cristiani e musulmani, abbiamo molte cose in comune, come credenti e come uomini.”

    • Guardi, se lo lasci dire, qui mi sa che ignorantona praticamente analfabeta, che non conosce ne le Sacre Scritture, ne la Dottrina, ne il Catechismo, ne la storia reale dell’umanità, e tantomeno il Corano e l’Islam, è solo lei …….. e la smetta di usare paroloni di cui non conosce neanche il significato, il “millenarismo” è ben altra cosa, che è altrettanto chiaro ed evidente, che lei non sa neanche cosa sia…….. come sempre, più si è ignoranti, più si pretende di scrivere cose ridicole da saccenti ridicoli. Torni a pettinare bamboline e la smetta di improvvisarsi teologa de noantri. Si limiti a spettegolare dalla sarta o dalla parrucchiera di gossip, che magari le si addice di più e lasci perdere argomenti troppo elevati per la sua evidente cultura da popolino bue.

  13. Sante Parole e Santa chiarezza
    Che Maria Santissima la mamma
    Di Noi Tutti assista Tutti Noi
    In questo difficile momento
    Per la Chiesa
    Ricordandosi della Nostre Manne
    E Nonne e torniamo a recitare
    Nelle case nelle famiglie i Santo Rosario
    Nb senza svelare segreti Papa Benedetto
    Si recava tutti i pomeriggi a recitare
    Il Santo Rosario Davanti alla Grotta di
    Lourdes in Vaticano e vicino anche
    Alla Edicola della Madonna della Guardia
    Di Genova
    Buona serata
    Oggi leggiamo bene il Vangelo di oggi
    SanTommaso CREDI
    saluti
    Pierpaolo cunietti Tortona

  14. La Chiesa attuale sembra una locomotiva impazzita, senza più freni.
    Sto aprendo Avvenire da qualche giorno, politica allo stato puro.
    E chi la pensa diversamente è un cristiano che non merita misericordia.
    Siamo al paradosso!

  15. La chiesa anche ai tempi di Giovanni Paolo II si è trovata in difficoltà di fronte al problema Islam. A me era stato detto parecchie volte che era senza dubbio preferibile il dialogo. L’unico che ha espresso “perplessità” in maniera chiara all’Islam è stato Benedetto XVI in quel di Ratisbona e tutti ricordiamo le critiche che gli sono state rivolte.

  16. I liberal e quelli di sinistra, sempre stati anticlericali, rimpiangeranno il cristianesimo.
    Dopo verrà l’islam ed a farne le spese saranno le donne, gli lgbt ed i laici.
    La sharia parla chiaro.

  17. Dire male per il proprio Pastore non è bene per la pecora ma lasciare che si vada avanti con l’assuefazione a questo pseudo dialogo esige una puntualizzazione.
    Mi rifaccio ad uno scritto del Poeta e Filosofo ebreo Martin Buber che rifletteva molto su Dio e sulla Nostra condizione di uomini.
    Dice Buber che non bisogna abbattere i muri della propria casa per dialogare con gli altri ma aprire le finestre e farlo da là; mi sembra questo un punto inscindibile da cui partire per difendere la Nostra identità di cristiani.
    Shalòm.

  18. ” Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
    C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
    un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
    Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
    un tempo per demolire e un tempo per costruire.
    4Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
    un tempo per gemere e un tempo per ballare.
    Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
    un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
    Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
    un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
    Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
    un tempo per tacere e un tempo per parlare.
    Un tempo per amare e un tempo per odiare,
    un tempo per la guerra e un tempo per la pace.”
    Il guaio e’ che attualmente in Vaticano non ci sia l’esatta percezione del tempo che stiamo vivendo, e che le indicazioni vadano esattamente in senso contrario a quelle che il tempo attuale richiederebbe…

  19. Frase profetica.
    Ma forse siamo arrivati appena in tempo per fermare l’orda barbarica proveniente sia da oriente che da Occidente come da sud a nord.

  20. Per fortuna le profezie sono tante ma nessuna di esse prevede gli stessi eventi. Grandi profeti se ne annoverano a bizzeffe ma le loro profezie si contraddicono a vicenda. Crederci dovrebbe diventare un problema, ma l’animo umano, purtroppo, tende a crogiolarsi nel pessimismo, ne gode e gode delle previsioni fosche, che più fosche sono più l’attraggono. La forza delle profezie sta proprio nella tendenza ad autoavverarsi, alimentate dal pensiero umano potenziato in eggregora. Pertanto, se decidessimo di ipotizzare un futuro diverso creato dalla nostra forza di reazione, da un intervento divino, per chi crede, o da altra qualsiasi potenzialità che non sia l’accettazione passiva di un futuro gìà determinato, sarebbe decisamente più saggio.

    • Che ti sei fumata, prima di scrivere questo tiritera di idiozie da povera decerebrata autoreferente? E’ chiaro che non sai neanche di cosa parli, ma nonostante questa ignoranza totale, pretendi di sproloquiare ugualmente le tue ridicole cianche, spacciandole per cultura, attraverso l’utilizzo di paroloni mirabolanti. La parola “profezie”, in senso cristiano, non significa affatto chiromanzia o negromanzia, oroscopo o cretinate o palla di vetro. Significa “profezia biblica” o “profezia riconosciuta ufficialmente” e non esistono profezie non avverate. Prima di salire su un pulpito o sederti ad una cattedra per dare lezioni, accertati di sapere di cosa parli. Non se ne può più di ridicoli pseudointellettualoidi radical chic e improvvisati filosofi autoreferenti che scrivono idiozie, credendole cose intelligenti. Ad esempio, l’Apocalisse, come il Vangelo, si stanno avverando totalmente, parola per parola, idem le profezie della Beata Emmerich, o quelle di Fatima, o de La Salette. Smettila di scrivere assurdità, grazie.

  21. i cattolici debbono solidarizzare con Bergoglio, magari senza esprimere commenti, perchè i suoi insegnamenti sono stati voluti dall Spirito Santo. Bisogna pregare senza giudicare sulla misteriosa volontà di Dio- Certi del NON PRAEVALEBUNT

    • Invece di comandare arrogantemente ai “Cattolici osservanti” e quindi veri, di dar retta alle eresie e alle bestemmie di un falsa papa impostore, peraltro massone e gesuita, perchè non continui a pettinare bambole voodoo insieme a lui e lasci in pace i VERI CRISTIANI, che sanno distinguere le eresie e le bestemmie, l’apostasia di 666 Bergoglio, dalle verità del Vangelo e della Dottrina o del Catechismo originario cattolico? Non tutti sono tiepidi nella fede e miscredenti, fasi cattolici, sai, esistono anche quelli che lo conoscono talmente bene, che sanno distinguere la vera Dottrina dall’apostasia di questo o quell’antipapa. nella storia della chiesa, ve ne sono stati ben 42. 666 Bergoglio è solo il 43, anzi, se dovessimo aggiungere anche gli altri due massoni, ossia Giovanni XXIII e Paolo VI, saremmo a ben 45. Torna a giocare con le bamboline voodoo a Santa Marta con 666 Bergoglio e smettila di venire a provocare noi, grazie.

  22. Già nei tempi scorsi la Chiesa per causa di alcuni divenne zimbello, ed ora continua mettersi la mordacchia osannando l’islamico consesso dedito alla guerra ed annientamento dei popoli.
    Questo Papa sicuramente non è difensore della Fede e del nostro Dio, ha una visione comunista della Chiesa e non capisce, proprio non capisce o forse è in malafede, che non esiste il Dio Unico di Bontà Comprensione e Tolleranza; ci sono Dio e Dio ed ognuno adatto al popolo che l’Osanna.
    Volere accostare la nostra Chiesa il nostro Dio all’islam è abiura, tradimento della civiltà, cultura millenaria che ha civilizzato i popoli, solo alcuni mentre altri son rimasti all’oscurantismo, all’ignoranza, al buoi delle menti, alle sopraffazioni degli uomini, alle guerre che il loro Dio continua predicare.
    Non tutti siamo credenti e, però, ci riconosciamo nella Chiesa di Cristo, riconosciamo la superiorità morale dei Suoi insegnamenti. Abbiamo paura, paura della deriva immorale che ci costringerà diventare bestie causa i nuovi profeti che barattano la Chiesa di Cristo con il Buio e l’Odio.

  23. “SCRIVI UN COMMENTO”. NO, non scrivo un commento su un PERSONAGGIO YOCTOMETRICO che sta distruggendo le NOSTRE TRADIZIONI CRISTIANE.

  24. Il sig.Bergoglio, posto che abbia a cuore la sua chiesa, agisce come agisce perché convinto che il mondo sia ormai immune dalle guerre di religione. Ma o è obnubilato da una utopia massonica o è vittima della propria pusillanimita’. In entambe i casi è chiaramente “unfit” a stare dove sta. La guerra di religione dichiarata dall’islam alla civiltà occidentale è nei fatti e negare l’evidenza è il primo passo verso la sconfitta. Lo stesso comportamento di Chamberlain verso la minaccia hitleriana alla conferenza di Monaco del 1938, per fortuna poi arrivò Winston Churchill. Ce ne sarà uno anche in Vaticano per salvare i cattolici ?

  25. questa storia purtroppo conferma quello che dicevamo noi: non possiamo fidarci dell’islam! lo dicono anche gli esorcisti: sono il demonio, che si stanno già insinuando già tra noi a fare danni!
    per limitare questo era MOLTO utile la politica commerciale di berlusconi e gheddafi, nel 2011! poi sappiamo come è andata a finire. ora chi sbaglia pagherà molto salato il suo conto! e non chiedetemi quale sarà il conto !

  26. Papa Vojtyla ha avuto la visione di un Occidente invaso dagli isamici, come la Fallaci, ma nessuno dei due ha avuto la visione di una invasione ben più pericolosa attuata con gommoni da uomini disarmati che sfruttano, in modo furbesco e per loro pericoloso, le Leggi internazionali nate ed emanate per chi furbo non è e chi si trovi in effettiva involontaria difficoltà Ne hanno avuto la visione dei tanti che li aiutano nel loro scopo d’invasione del nostro territorio. Ne hanno avuto la visione di una Europa che non vuol guardare ciò che ci accade e che forse ci condanna “ad Africam” mentre loro si barricano dietro le Alpi pronti a respingere chi, tra gli invasori, si spingesse fino a loro e, nello stesso tempo, pronti a criticarci se solo pensassimo a difenderci dalla invasione.
    Nessuno di mente sano poteva prevedere un simile scenario, così insensato e così terribile.
    Nemmeno un Santo ci sarebbe riuscito.

    • Prevedere magari no…ma bastava vedere già 30 fa come poteva finire la storia. Tenere a mente vecchia storiella di due bisonti maschi uno vecchio e uno giovane che vedono di lontano mandria femmine al pascolo. Giovane propone attaccare a tutta velocità spaventare mandria tutta…isolare una femmina e possederla ripetutamente. Vecchio…invece scenderemo tranquilli pacifici cordiali e…ce le trombiamo tutte. Islam da più di mille anni tentato conquistare Europa con forza…ora hanno conquistato con astuzia…hanno piazzata diabolica bomba demografica nelle nostre città…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  27. l’islamismo è indubbiamente un pericolo mortale per il cristianesimo e dunque di conseguenza anche per la chiesa, ma non è solo in questa incombente devastazione, c’è purtroppo la PEDOFILIA, ed altre porcherie affini. Oggi, è difficile essere cristiani dentro i valori dello stesso facendo riferimento alla chiesa attuale. L’unica soluzione, secondo il mio modestissimo parere, è quella di RIFERIRSI DIRETTAMENTE E PERSONALMENTE A L’ ETERNO PADRE .– UN CRISTIANESIMO ETICAMENTE PERSONALE– altrimenti, Che altro fare?– la debolezza vesto l’islam è evidente, e se vedi un Prete, un Vescovo, o un Cardinale pensi subito, –magari è un pedofilo o qualcosa del genere!!!!

    • Innanzitutto non è affatto “pedofilia” che è ben altra cosa ……… è OMOEFEBOFILIA, ossia PEDERASTIA SODOMITA OMOSESSUALE, praticata da falsi sacerdoti, ordinati irregolarmente, visto che gli omosessuali non potrebbero neanche entrare in seminario per norma canonica, e se non è OMOEFEBOFILIA PEDERASTA SODOMITA (che rappresenta circa i 90% dei casi di scandali sessuali nella chiesa), è EFEBOFILIA O LUSSURIA PERVERTITA E DEPRAVATA MASSONICA, ossia praticata da altrettanti FALSI SACERDOTI, che essendo massoni, sono notoriamente scomunicati Ipso Facto …….. in altre parole, siamo di fronte a fenomeni presenti nella chiesa, per opera di infiltrati appartenenti a vario titolo a satana, in quanto sodomiti pederasti o massoni, oppure entrambi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.