Commenti all'articolo 25 aprile, la festa degli zombie

Torna all'articolo
guest
98 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Livio
Livio
26 Aprile 2020 17:23

Quanta ignoranza alberga nelle menti degli utili idioti della sinistra …
Leggete qui sotto le eroiche gesta dei partigiani con la stella rossa …
http://www.leganazionale.it/index.php/foibe/118-storia-e-storie/858-la-strage-dei-carabinieri-alle-cave-del-predil
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccidio_di_Porzûs
https://it.wikipedia.org/wiki/Eccidio_di_Schio

Francesco Albertoni
Francesco Albertoni
25 Aprile 2020 18:13

Fermo restando il fatto inequivocabile che l’articolista può esporre liberamente le sue idee perchè tanti giovani sono stati torturati e sono morti per dare a tutti la libertà di pensiero, mi permetto di suggerire sommessamente di leggere “lettere di condannati a morte della resistenza” .E poi di riparlare .

Raffaello Ferrentino
Raffaello Ferrentino
25 Aprile 2020 16:29

Il 25 aprile e’ il mito fondante della Repubblica e, da questo punto di vista, poco importa che il suo racconto rispetti o meno l’ evidenza storica. Anche il 21 aprile, il Natale di Roma, e’ una leggenda, ma cio’ non inficia la gloria della Repubblica Romana o i fasti dell’ Impero; cosi’ come la Rivoluzione Francese, i cui esiti furono il Terrore e la dittatura napoleonica, fu percepita come radice degli ideali di liberta’, eguaglianza e fraternita’ unanimamente accettati. Dal punto di vista della documentazione storica, la resistenza fu, numericamente e militarmente cosa di poco conto: fra due e tre decine di migliaia di persone che si rifugiarono nei monti per sfuggire alla leva di Salo’ e che si esauri’ in sporadiche azioni di sabotaggio e di guerriglia il cui eco maggiore fu rappresentato dalle feroci rappresaglie nazifasciste. Gli stessi generali Alleati minimizzarono l’ apporto bellico dei partigiani e constatarono che l’ obbiettivo strategico che avrebbe dovuto conseguire -sottrarre dal fronte preponderanti forze germaniche- fu fallito completamente. Questo, fra l’ altro, spiega perche’ l’ avanzata in italia fu cosi’ lenta e difficile. Ma, al di la’ di queste considerazioni, perche’ il mito non ha “funzionato” e, invece di riunire sotto una stessa bandiera tutti coloro che pensano che la caduta della dittatura e il ripristino della democrazia siano state… Leggi il resto »

Aurelio Vescovi
Aurelio Vescovi
25 Aprile 2020 14:01

Potrebbe essere una buona idea (solo per i maschietti) cantare “Le donne non ci vogliono piu’ bene….”, e se si viene identificati e denunciati dire che si stiamo solo facendo un antifascistissimo “outing” LGBT.

Giorgio Colomba
Giorgio Colomba
25 Aprile 2020 11:30

Carabinieri che irrompono in chiesa per interdire la messa anche se i quattro + quattro fedeli mascherina-muniti mantengono la distanza; elicotteri stile Apocalipse Now che braccano l’unico bagnante in spiaggia; funerali vietati, diritti civili sospesi, grandi e piccini agli arresti domiciliari. Uno stato di polizia dove lo Stato latita, ma abbonda la polizia. Poi arriva una circolare dalla Presidenza del Consiglio a precisare che «le associazioni partigiane potranno partecipare alle celebrazioni del 25 aprile in nome del valore che questo anniversario ricopre per l’ Italia. La circolare è indirizzata alle sole autorità pubbliche». Insomma, questori, prefetti e partigiani, per le macchiette di Palazzo pari sono e dunque la Liberazione s’ha da fare. E mentre ergastolani del 41bis e tardo-ex-post partigiani escono, tu popolo #restaincasa perché, come nel datato spot di una marca di pelati in scatola, sul 25 aprile non si può.

Andrea
Andrea
25 Aprile 2020 9:55

Non ho mai letto così tante stupidaggini, solo voi potevate c…are simili barzellette. Poveretti
Buon 25 aprile! W la resistenza!