4 regole per conservare il vaccino

Condividi questo articolo


Cosa hanno in comune una mietitrebbia e un vaccino anti pandemia? L’una contribuisce a non farti morire di fame, l’altro dovrebbe salvarti dalla morte causa virus. Entrambi sono prodotti ad altissima criticità strategica. Per la mietitrebbia lo sono certi pezzi di ricambio. Per il vaccino Pfizer le precauzioni per la sua conservazione (catena del freddo).

Se digitate “prezzi mietitrebbia New Holland nuove” leggerete che partono da 200 mila euro per arrivare a 700 mila euro. Lavorano un paio di mesi all’anno (sic!) ma quando lo fanno è per h24, come dicono i competenti. Se dovesse rompersi un pezzo non convenzionale, il ricambio deve arrivare in qualche ora.

Il fattore tempo è strategico per questa attività ultra stagionale. La scelta del responsabile dei ricambi per mietitrebbia è pertanto una responsabilità del vertice dell’azienda: costui ha poteri totali, persino quello di affittare un aereo privato per andare a montarlo in qualche ora.

Lo stesso vale per questi vaccini non convenzionali. Nella trasmissione 60 minutes della Cbs, il generale Gustave Perna, nominato da Donald Trump a capo delle “Operazioni Warp Spedd” per la produzione e distribuzione del vaccino, alla domanda “Se il vaccino venisse approvato domani?” ha risposto “A me basta un execute e siamo pronti a distribuirlo”. Poi “e se la distribuzione non va secondo i piani di chi sarà la colpa?”. “Solo mia, sono responsabile al 100%”. Che curriculum ha costui? Il generale è stato a lungo Capo della Logistica dell’Us Army e sappiamo tutti che nelle guerre (convenzionali), le sole vinte dagli americani, un ruolo determinante l’ha sempre giocato la “Logistica militare”.

Il premier Conte avrà letto quanto comunicato da Pfizer al Cdc (Centers for Disease Control) americano? Ecco una sintesi “Ogni fiala da 5 dosi del vaccino sarà posta su un vassoio da 185 flaconi. Un insieme di 5 vassoi sarà allocato in ogni box termico pieno di ghiaccio secco, con sia il monitoraggio della temperatura (meno 70°) sia il suo tracciamento con il Gps, quindi spedito.

Il cliente acquisisce i box termici dove preferisce: all’aeroporto, al porto, al centro di smistamento ferroviario o su gomma. Poi deve farli arrivare ai diversi “Centri Vaccinali” che avrà predisposto. Qua le fiale possono essere immagazzinate in refrigeratori a meno 70° per un massimo di 6 mesi oppure rimanere nei box termici per 10 giorni”. In questo caso la procedura è molto severa:

1. non aprire il contenitore per più di due volte al giorno ma richiuderlo entro un minuto!

2. ogni volta che lo si apre il box deve essere riempito di ghiaccio secco entro 24 ore.

3. ogni 5 giorni il ghiaccio secco deve essere totalmente ripristinato.

4. ogni fiala prelevata deve essere tenuta in frigo a + 2° per un massimo di 24 ore, poi consumata entro 6 ore.

È chiaro il perché Pfizer si sia cautelata con il costante tracciamento della temperatura nei boxe via Gps: i clienti incapaci di rispettare il protocollo non possono fare cause legali. In conclusione, due considerazioni:

1. curioso che l’Europa abbia fatto ordini massicci del vaccino americano-tedesco (si dice molto costoso) prima ancora di valutare altri vaccini che, a parità di efficacia, potrebbero avere costi di distribuzione diversi, visto che richiedono modalità di stoccaggio convenzionali e non estreme (meno 70°);

2. il premier, conoscendolo bene e avendolo testato in diverse avventure professionali, avrà senz’altro valutato il Commissario Arcuri idoneo alla bisogna, come Trump il generale Perna. Da apòta, comunque io un’autocertificazione gliela farei firmare.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


16 Commenti

Scrivi un commento
  1. Una semplce domanda : a tutte le teste illuminate che hanno festeggiato – anche con sgangherati e vomitevoli sberleffi al ” perdente”- la “vittoria” dello zombie americano prima ancora che questa venisse proclamata ufficialmente…. a queste menti pensanti viene in mente che semmai – dico semmai vista la partecipazione del sor arcuri – arrivera’ anche da noi il vaccino salvifico lo dovremo agli svariati miliardi di dollari che il perfido Trump ha investito nella ricerca ???
    Per coerenza, a questo punto, dovrebbero rifiutarlo e farsi iniettare quello degli amici cinesi !
    Ma la coerenza oggigiorno è diventata merce estremamente rara

  2. In questo caso Bertolaso sarebbe andato bene: ha esperienza in zone “difficili” e quindi sarebbe (secondo me) stato capace di organizzare al meglio la distribuzione.

    Ovviamente la sua stella avrebbe eclissato quella di Winston Conte, per cui è pura fantascienza anche solo pensare una cosa del genere.

    • Fin dall’ inzio della pandemia Bertolaso sarebbe stato la persona giusta al posto dell’ innominabile. Ca va sans dire. Ma avrebbe totalmente oscurato il genio asintomatico di volturana origine !
      Le conseguenze le stiamo pagando, e le pagheremo, tutti.
      A quando il ritorno del foggiano all’ attivita’ a lui piu’ consona ? la coltivazione di cime di rapa in tandem con la bruttanova ?

  3. Arcuri responsabile della distribuzione del vacino? Facciamo prima a chiedere aiuto al mago Otelma. Possiamo stare certi che sarà un disastro di proporzioni tali che la pandemia, a confronto, sarà un gioco da ragazzi. Quando si mette in mano ad un totale incompetente ed incapace una tale responsabilità, che non è in grado di sostenere, significa che chi dà questa responsabilità è un pazzo criminale incosciente, ma questa è l’Italia, signori, la volete così? Nessuno fa niente ? NO? si aspetta solo di morire ?

  4. La storia di Pfizer, multata miliardi per marketing illegale e per aver corrotto funzionari governativi per aiutarli a coprire un processo per un farmaco illegale che ha ucciso undici bambini (tra gli altri crimini) non è stata menzionata da nessuno o quasi dei mass media, che invece hanno celebrato l’apparentemente imminente approvazione del vaccino COVID dell’azienda senza mettere in discussione la storia stessa dell’azienda o il fatto che la tecnologia dell’mRNA utilizzata nel vaccino ha accelerato i normali protocolli di sperimentazione di sicurezza. Chi sono le prime cavie che vogliono sperimentare questo vaccino? https://www.cbsnews.com/news/pfizer-bribed-nigerian-officials-in-fatal-drug-trial-ex-employee-claims/

    • Il vaccino l’ha sviluppato la tedesca BioNTech, non Pfizer. Pfizer si occupa della produzione su larga scala e dell’organizzazione degli studi clinici.

      Quanto al (mito) del vaccino fatto di corsa, la invito a leggere il mio post:

      https://www.nicolaporro.it/zuppa-di-porro/non-sanno-nemmeno-nominare-un-commissario/comment-page-2/#comment-131445

      • >”Il vaccino l’ha sviluppato la tedesca BioNTech, non Pfizer. Pfizer si occupa della produzione su larga scala e dell’organizzazione degli studi clinici.”

        Ah, ora Pfizer non c’entra perchè si parla di multe miliardarie ed altre porcherie.
        Sa Luca, quando leggo questi interventi, vedo solo più bias nelle sue valutazioni.

        • E’ un dato di fatto, o no? O dobbiamo mettere il “dubbio” anche qua?

          PS: La smetta di fare postulati su di me, grazie. Soprattutto quando tutto quello che ha in mano è una manciata di caratteri e niente di più.

          • PPS: Ma lei pensa veramente che nonostante le mie critiche anche feroci ad alcuni aspetti del mondo della ricerca ed al suo rapporto con la società, io potrei continuare veramente a fare questo lavoro se il quadro generale fosse come lo dipinge lei?

          • Il dato di fatto è che Pfizer, ed altre società farmaceutiche, quelle multe le hanno prese, e lei sposta il discorso.

  5. Prevedo imminente un commercio parallelo e illegale sul web di celle frigorifere e kit fai da te di ghiaccio secco. A parte l’ironia (quasi reale), è di pochi giorni fa la notizia che l’Avis ha deciso di aiutare con pochi fondi un laboratorio di Trento a continuare lo sviluppo del suo vaccino (avevano dovuto bloccarlo per mancanza di soldi, e bastavano 4 milioni di Euro), che sarebbe molto efficace, trasportabile a temperatura ambiente e dal costo talmente basso che Pfizer e Moderna fallirebbero di colpo dall’oggi al domani! Chissà…

  6. Questo e’ un articolo che, in sintesi, spiega cos’e’ l’ORGANIZZAZIONE ed il valore che ha in qualsiasi contesto. Ora proviamo a pensare ai nostri amministratori che stanno al governo e alla distanza che li separa da questo modo di ragionare. Quel signore plurincaricato ci arrivera’ mai a fare un’analisi cosi articolata e lucida?

  7. Le manca un’informazione: può essere conservato a -20C per una settimana (Pfizer/BioNTech stanno facendo test di conservazione più a lungo).

    Comunque, massimo apprezzamento per il Generale Perna. Di certo non è il nostro Arcuri.

  8. “il premier, conoscendolo bene e avendolo testato in diverse avventure professionali, avrà senz’altro valutato il Commissario Arcuri idoneo alla bisogna, come Trump il generale Perna.”…………Facciamo una cosa Ruggeri, lei che frequenta quelli che contano e che possono sussurrare consigli al generale Watson, nell’ottica del responsabilismo collaborazionista, faccia suggerire di nominare il Farlokkommissar, commissario per le mietitrebbia, per i vaccini, considerati i rigorosi protocolli e l’esperienza dei bancopattini dai protocolli molto più elastici, forse è più prudente chiedere il contributo di tal comandante Schettino, ove disponibile ad accettare in sua vece, l’arduo incarico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *