Appunti sudamericani

Colombia nel caos: giudici assediati dalla folla

Ogni giorno uno sguardo esclusivo sul mondo americano e sudamericano

2.8k 0

Colombia: i sostenitori di Petro assediano i giudici della Corte Suprema

Centinaia di manifestanti, che hanno risposto all’appello del presidente Gustavo Petro, hanno preso d’assalto ieri la sede principale della Corte Suprema della Colombia per chiedere di scegliere un nuovo procuratore generale. “Protestate contro la mafia che occupa la giustizia della Colombia”, li aveva incitati Petro. “La Corte Suprema di Giustizia respinge con forza l’assedio delle ultime ore al Palazzo di Giustizia della capitale della repubblica. È inaccettabile che i giudici siano assediati”, ha detto il presidente dell’alta corte, Gerson Chaverra, evacuato insieme agli altri 22 giudici ieri notte.

Sindacalisti, studenti e indigeni hanno risposto all’appello di Petro di manifestare nelle principali città del paese per eleggere il successore del procuratore uscente, Francisco Barbosa, che Petro accusa di golpe contro di lui. Per la Corte, le manifestazioni “hanno gravemente danneggiato il diritto alla libertà di movimento” e messo “a serio rischio la vita e l’integrità fisica di magistrati, dipendenti, giornalisti e altri occupanti” del Palazzo di Giustizia. Da ricordare i precedenti, quando Pablo Escobar con il gruppo M19 di Petro presero d’assalto lo stesso Palazzo di Giustizia nel 1985 causando un centinaio di morti, tra cui una dozzina di magistrati e oltre 40 desaparecidos.

Una donna sorpresa all’aeroporto di Tampa (Florida) con 100mila dollari provenienti da Cuba ha affermato di essere stata pagata per portare spesso contanti negli Stati Uniti (scoop oggi di Nora Gámez Torres)

Mirtza Ocana, 38 anni, cittadina statunitense e residente a Tampa che precedentemente viveva a Hialeah, è stata arrestata all’aeroporto mentre tornava da Cuba dopo aver omesso di dichiarare che trasportava più di 10.000 dollari durante un’ispezione di routine. Le hanno trovato 100.000 dollari in tre pacchi imballati e nei vestiti. Arrestata ha confessato di essere stata pagata per portare contanti dall’isola negli Stati Uniti diverse volte al mese ed  è stata pagata tra i 1.000 e i 2.500 dollari per ogni viaggio. La Ocana ha volato a Cuba 45 volte dal maggio 2023. Disoccupata e non parlava inglese.

Lo scorso settembre ha creato una società, Ocana & Paradise, LLC. Ocana pubblicizzava spedizioni aeree e marittime di cibo e medicinali a Cuba sul suo account TikTok. Un membro dello staff dell’ufficio federale della difesa pubblica di Tampa, che ha nominato l’avvocato Stephen Consuegra per rappresentare Ocana, ha dichiarato: “Non accettiamo chiamate dai giornalisti ». L’ufficio del procuratore americano per l’area di Tampa ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli sul caso la corte non ha ancora fissato la prossima udienza della Ocana.

Paolo Manzo, 10 febbraio gennaio 2024


Tutto sull’America Latina e il suo impatto su economia e politica del vecchio continente. Iscriviti gratis alla newsletter di Paolo Manzo http://paolomanzo.substack.com. Dopo una settimana se vuoi con un abbonamento di 30 euro l’anno avrai diritto oltre che alla newsletter a webinar e dossier di inchiesta esclusivi.

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli