in

Accuse alla Lombardia, lo scontro Sallusti-Costamagna

Dimensioni testo


Più che la “fase 2” sembra essere iniziata quella della ricerca del responsabile. La regione Lombardia si trova ormai quotidianamente sotto accusa su come ha gestito l’emergenza Coronavirus.

Lo scontro di ieri a Quarta Repubblica tra il direttore del Giornale Alessandro Sallusti e la giornalista Luisella Costamagna.

Dalla puntata del 13 aprile 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
179 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Alfio Brazzelli
Alfio Brazzelli
23 Maggio 2020 23:35

Per Costamagna e accoliti, non c’è mai limite alla vergogna.

Gianni
Gianni
22 Maggio 2020 22:10

La Costamagna parla per mantra. Sempre le stesse cose, ma tralascia tutte le altre disfatte del PD- vedi Emilia Rimagna…ma qui impera (con fatica) il PD , qundi ….silenzio.! Tutto a posto.
Ma la gente si e’ rotta……

Corsaro Nero
Corsaro Nero
22 Maggio 2020 12:02

La costamagna è una cre.tina ma soprattutto è una gran maleducata capace solo di criticare la Lombardia ignorando completamente quello che è sotto gli occhi di tutti e che è successo anche nelle sue adorate regioni rosse………una cosa semplicemente VERGOGNOSA………

Marco Gelli
Marco Gelli
21 Maggio 2020 19:47

Io non capisco come una giornalista pagata chissà da chi di idee sinistre si permette di insinuare sospetti negli italiani per far piacere a qualche personaggio che le sta a cuore. Ringrazi la fortuna che l’ ha fatta bella e sponsorizzata e qualche volta si ricordi che grazie a Dio laLombardia fa parte dell’Italia.

LS
LS
21 Aprile 2020 1:20

Forse questa è la volta in cui se continuano ad attaccarci così li salutiamo caramente e ci stacchiamo da sto paese di m.
Forse riusciamo a tornare in manifestazione X testimoniare il ns grazie alla ns regione.
E il ns disgusto per il governo. Vergognosa sinistra i 5S non sono neanche citabili. Le scelte fatte da politici che hanno seguito le indicazioni dei virologi sono oggi gli errori dei politici non dei virologi.
Adesso ci dicono che servono i tamponi che mentre ci blindavano a casa il governo nn ha pensato di approvvigionare. IL GOVERNO non Lombardia o Veneto o chi sa chi. Loro che erano avvisati da novembre su un rischio di pandemia. Loro che avevano il ministero della salute allertato dall’autunno con tanto di riunioni e verbali fatti.

massimo
massimo
16 Aprile 2020 14:52

Aspettiamo che la Costamagna faccia le tesse cose con RSA delle altre Regioni d’Italia ….., ma non le farà troppo di parte: si vergogni!

OR
OR
16 Aprile 2020 12:50

Come mai nessuno indaga?

Nel Lazio, dove i vincitori del concorso al Sant’Andrea, quello con una graduatoria aperta di oltre 7.000 colleghi, gli infermieri vengono chiamati ad accettare l’incarico entro tre/cinque giorni, pena l’esclusione dalla graduatoria. Molti di loro, che nel frattempo stavano operando negli ospedali della Lombardia e del Piemonte per dare una mano nell’emergenza, sono stati costretti a dimettersi senza preavviso e pagando la penale prevista, pur di ottenere il posto di lavoro nel Lazio, con gravi ricadute per i posti lasciati scoperti.

gianni
gianni
15 Aprile 2020 20:27

GRANDE (costamagna) FACCIA TOSTA.
E’ forse la zia Sartori delle sardine?