Daniele Meloni

Daniele Meloni

Daniele Meloni, esperto di politica britannica e autore di “Boris Johnson, l’ascesa del leader Conservatore e il Regno Unito post-Brexit”. Giornalista professionista, collabora con Start Mag, Atlantico Quotidiano e con le riviste The American Conservative e Spiked Online. Dal 2013 al 2018 ha lavorato nel Gabinetto del Presidente in Regione Lombardia.

2.2k Visualizzazioni

Trussonomics: meno tasse, più libertà. Il piano crescita presentato ai Comuni

Liz Truss ha iniziato la sua premiership affermando che il “governo non teme di essere impopolare se le misure che prende portano crescita economica al Paese”. Questa è la sua convinzione di fondo. Musica per le orecchie della destra Tory, che l’ha sostenuta nel leadership contest contro Rishi Sunak anche e soprattutto per il suo […]

3.1k Visualizzazioni

Liz Truss a Downing Street: carovita e anima dei Tories le prime sfide

Che Liz Truss fosse destinata a diventare la nuova leader del partito Tory non era un mistero per nessuno ormai. Anzi, il risultato – 57 per cento contro 43 per cento dei consensi  – è più “close” di quanto si pensasse. Insomma, fatto fuori Boris Johnson per le divisioni nel partito, i Conservatori si ritrovano […]

5k Visualizzazioni

La post-thatcheriana Truss sovrasta Sunak nel primo dibattito Tory

La prima delle 12 hustings tra Liz Truss e Rishi Sunak, i due candidati alla guida dei Tories e del Paese, si è risolta in una vittoria netta per il ministro degli esteri del governo Johnson, che, a Leeds, nello Yorkshire, ha dominato il dibattito pubblico. I sondaggi su ConservativeHome e su YouGov l’hanno vista […]

5.6k Visualizzazioni

Johnson lascia, ma la guerra per l’anima dei Tories prosegue

Boris Johnson se ne va. La volontà del partito è chiara, ha detto fuori da Downing Street, dove resterà fino ad ottobre, tra i mugugni del gruppo parlamentare Tory. Ci sarà l’elezione del nuovo leader del partito e poi si farà da parte. Finalmente, secondo alcuni. Purtroppo, secondo altri. Il nuovo primo ministro erediterà un […]

6.5k Visualizzazioni

Titoli di coda per Boris? I veri motivi che spingono i Tories a liberarsene

Fin de partie per Boris Johnson? Sembra proprio di sì. La conclusione beckettiana della sua esperienza di premier e leader del Partito Conservatore si è fatta sempre più vicina ieri sera quando prima il ministro della salute, Sajid Javid, e poi il Cancelliere dello Scacchiere, Rishi Sunak, hanno annunciato le loro dimissioni passando dalla parte degli […]

3.6k Visualizzazioni

Panico tra i Tories: l’Uomo di Tiverton fa riesplodere il caso Johnson

Che farà adesso Boris Johnson? Should he stay or he should he go? Dopo la sconfitta dei Tories nelle due elezioni suppletive a Tiverton and Honiton nel Devon, a vantaggio dei LibDems, e a Wakefield, nel West Yorkshire, a vantaggio del Labour, si è ripreso a parlare del futuro del primo ministro, che sembra più […]

6.2k Visualizzazioni

Nello schiaffo a Macron tutti i limiti del “grillismo” delle élite

A cogliere con maggiore lucidità il significato politico della sconfitta di Macron alle elezioni per il rinnovo dell’Assemblée Nationale è stato Lord David Frost, già negoziatore dell’accordo Uk-Ue sulla Brexit per il governo britannico, e ora possibile candidato alla leadership dei Tories, ala rigorosamente thatcheriana. Con un post su Twitter in risposta a un’analisi dell’autore […]

3.9k Visualizzazioni

Quale centrodestra troveremo alle politiche? Divisioni ancora profonde

Se l’analisi della tornata referendaria si presta a un’interpretazione piuttosto univoca che vede nell’umiliazione dei proponenti il minimo comune denominatore per quasi tutti i giornalisti e i commentatori, il risultato delle amministrative dà, come sempre, adito a varie correnti di pensiero. In particolare nel centrodestra, terremotato anche da questo 12 giugno dopo la magra figura […]

3.5k Visualizzazioni

Johnson ce la fa, ma non è fuori pericolo: partito spaccato a metà

Sono generalmente tre le ragioni della disaffezione nei confronti del leader di un partito: l’esistenza di un leader alternativo che punta a sostituirlo, l’insoddisfazione dei parlamentari che non vedono promozioni all’orizzonte e temono per il loro seggio, e, infine, le divisioni politico-ideologiche all’interno dello stesso partito. Un anti-Boris ancora non c’è Il primo tentativo di […]

4.4k Visualizzazioni

Battaglia in casa Tory sulla svolta tassa-e-spendi di Johnson e Sunak

Il bazooka da 20 miliardi di sterline del governo per aiutare gli inglesi a pagare le bollette ha messo in moto i parlamentari conservatori molto più del report di Sue Gray sul partygate. C’era da aspettarselo: da mesi le inchieste sui party durante il lockdown sono la foglia di fico dietro la quale si combatte […]

4k Visualizzazioni

Consigli per uscire dal pantano: il centrodestra diventi il Partito della Casa

I sondaggi sembrano unanimi: il centrodestra si avvia a vincere le prossime elezioni. Eppure, tra gli elettori dei tre principali partiti della coalizione cresce la disaffezione. La nascita del governo Draghi ha riproposto la geometria variabile dei partiti del centrodestra, esattamente come nel 2019 con il governo Conte. La pandemia, la guerra in Ucraina e […]

3.5k Visualizzazioni

“Left Out”: il Labour di Corbyn, un progetto destinato al fallimento

I cinque anni di Jeremy Corbyn alla guida del Partito Laburista sono stati un periodo turbolento e fuori dal comune nella storia della politica inglese e della sinistra britannica e continentale. Mai prima del 2015 – quando Corbyn letteralmente sbaragliò la concorrenza dei suoi rivali post-blairiani nella corsa alla leadership del Labour – i Laburisti […]

Vedi altri articoli