Commenti all'articolo Beato Speranza: l’aborto sì, la movida no

Torna all'articolo
Avatar
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wisteria
wisteria
10 Agosto 2020 15:19

L’aborto non è un contraccettivo.
Dovrebbe essere l’extrema ratio in caso di grave danno alla salute della donna o del concepito . In questo senso, anche se non è accettabile per la Chiesa , almeno teoricamente, rimane una conquista e le donne non ci rinuncerebbero mai.
Per il resto, ci sono molti modi per evitare di concepire.
Non ultima la castità, che è una bella virtù dimenticata.

adl
adl
10 Agosto 2020 12:15

Un modo per bypassare l’obiezione di coscienza. Storie di ordinaria cristianofobia sinistra, con focus sulla semplificazione abortiva di massa.
Il “diritto” di “dolce” sterminio sulla vita che prova a sbocciare, secondo la più avanzata prassi mortifera e distruttiva della vita e dell’identità, di marca ueiana. L’ osservatore amazzonico, questa volta se ne è accorto. Alleluia !!! Ma il nemico è il sovranismo, giammai la speranza abortiva & co.

honhil
honhil
10 Agosto 2020 10:54

“India, oltre mille morti in un giorno. Oltre 19,5 milioni di casi nel mondo. Libia, record contagi. Speranza: autunno di resistenza”. Sul fronte domestico, resta soltanto la speranza che, in autunno, il fronte di ‘resistenza’ promesso da Speranza tenga. Al momento di certo è che si è oltrepassato ogni limite di decenza e di profilasse: e così gli extracomunitari ‘infettano gli agenti. E adesso a Treviso è il caos’. La Lamorgese può finalmente contemplare il suo quadro epidemico: un vero capolavoro a danno degli umani stanziali dello Stivale. Il Quirinale tace. Tace palazzo Chigi. Tacciano le procure. Agli umani stanziali non resta che affidarsi al Cielo. Ma la scala di cui dispongono è troppa corta. E la Giustizia continua a essere derisa in questa Penisola senza Giustizia dove la Giustizia è nata e da dove tuttavia, seguendo l’endemico, amaro percorso, ha dovuto emigrare. P.S.: Una piccola, straziante considerazione. Da sempre, gli italiani che hanno emigrato, ovunque andassero erano una indispensabile forza lavoro: e non chiedevano altro che potersi sfamare con il sudore della fronte. E di certo la ricchezza che davano al Paese ospitante era incommensurabilmente più grande del salario che ricevevano. E non chiedevano nient’altro. Semmai pagavano a peso d’oro le marce baracche in cui abitavano. E molto spesso ci rimettevano la vita: dato che i lavori più usuranti… Leggi il resto »

Ale
Ale
9 Agosto 2020 19:44

probabilmente farò una domanda stupida non essendo afferrato su questo tema, ma nel caso la donna volesse abortire e il compagno, fidanzato o “amico” volesse tenere il bambino? in quel caso come funzionerebbe?