Commenti all'articolo Beato Speranza: l’aborto sì, la movida no

Torna all'articolo
Avatar
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
wisteria
wisteria
10 Agosto 2020 15:19

L’aborto non è un contraccettivo.
Dovrebbe essere l’extrema ratio in caso di grave danno alla salute della donna o del concepito . In questo senso, anche se non è accettabile per la Chiesa , almeno teoricamente, rimane una conquista e le donne non ci rinuncerebbero mai.
Per il resto, ci sono molti modi per evitare di concepire.
Non ultima la castità, che è una bella virtù dimenticata.

adl
adl
10 Agosto 2020 12:15

Un modo per bypassare l’obiezione di coscienza. Storie di ordinaria cristianofobia sinistra, con focus sulla semplificazione abortiva di massa.
Il “diritto” di “dolce” sterminio sulla vita che prova a sbocciare, secondo la più avanzata prassi mortifera e distruttiva della vita e dell’identità, di marca ueiana. L’ osservatore amazzonico, questa volta se ne è accorto. Alleluia !!! Ma il nemico è il sovranismo, giammai la speranza abortiva & co.

honhil
honhil
10 Agosto 2020 10:54

“India, oltre mille morti in un giorno. Oltre 19,5 milioni di casi nel mondo. Libia, record contagi. Speranza: autunno di resistenza”. Sul fronte domestico, resta soltanto la speranza che, in autunno, il fronte di ‘resistenza’ promesso da Speranza tenga. Al momento di certo è che si è oltrepassato ogni limite di decenza e di profilasse: e così gli extracomunitari ‘infettano gli agenti. E adesso a Treviso è il caos’. La Lamorgese può finalmente contemplare il suo quadro epidemico: un vero capolavoro a danno degli umani stanziali dello Stivale. Il Quirinale tace. Tace palazzo Chigi. Tacciano le procure. Agli umani stanziali non resta che affidarsi al Cielo. Ma la scala di cui dispongono è troppa corta. E la Giustizia continua a essere derisa in questa Penisola senza Giustizia dove la Giustizia è nata e da dove tuttavia, seguendo l’endemico, amaro percorso, ha dovuto emigrare. P.S.: Una piccola, straziante considerazione. Da sempre, gli italiani che hanno emigrato, ovunque andassero erano una indispensabile forza lavoro: e non chiedevano altro che potersi sfamare con il sudore della fronte. E di certo la ricchezza che davano al Paese ospitante era incommensurabilmente più grande del salario che ricevevano. E non chiedevano nient’altro. Semmai pagavano a peso d’oro le marce baracche in cui abitavano. E molto spesso ci rimettevano la vita: dato che i lavori più usuranti… Leggi il resto »

Ale
Ale
9 Agosto 2020 19:44

probabilmente farò una domanda stupida non essendo afferrato su questo tema, ma nel caso la donna volesse abortire e il compagno, fidanzato o “amico” volesse tenere il bambino? in quel caso come funzionerebbe?

Giovanna
Giovanna
9 Agosto 2020 19:21

Errata corrige: come se…non rappresentasse

Giovanna
Giovanna
9 Agosto 2020 19:16

Il diritto della donna di poter scegliere se portare avanti o meno una gravidanza indesiderata è stata, che lo si voglia ammettere o no, una conquista. Capisco il punto di vista maschile, ma anche e soprattutto, essendo donna, quello femminile. Piuttosto che mettere al mondo un indesiderato, per una donna che non si senta di essere madre o che non ne abbia le possibilità per una serie infinita di motivazioni, è meglio rinunciare. In questo mi sento solidale con chi decide di fare una scelta così dolorosa e la comprendo. La cosa scandalosa, a mio avviso, è che tra le motivazioni della distribuzione “casalinga” della pillola in questione ci sia quella del risparmio sanitario. Forse che una donna a casa si senta più “serena” col fai da te? Ma ci si rende conto che si tratta di espellere un feto, per quanto piccolo, in completa solitudine? Penso che nessuna donna prenda a cuor leggero una scelta come questa che comporta anche ripercussioni psicologiche pesanti. E che in tutto questo venga sottolineato il lato del risparmio fa veramente schifo. Piuttosto, si incentivi l’uso dei metodi anticoncezionali con campagne ad hoc. Che il governo sensibilizzi le persone, come succedeva in epoca AIDS con la pubblicità per l’uso del preservativo, piuttosto che bypassare il problema degli aborti riducendo il tutto alla mera distribuzione… Leggi il resto »