Commenti all'articolo Bella Ciao, la vera storia di una canzone-truffa

Torna all'articolo
Avatar
guest
65 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Paolo paris
Paolo paris
25 Aprile 2020 2:24

Lasci perdere, lo scrivere non è il suo forte.
Davvero, lo dico in amicizia. Poi le consiglio anche di esplorare una materia a lei sconosciuta: la. storia!

Franco
Franco
14 Dicembre 2019 17:47

La verità geografica non è meno importante della verità storica: Montefiorino è ed era nel modenese e non nel reggiano, anche se la testolina di Gnocchi non lo sa e non s’informa.

Morena
Morena
13 Dicembre 2019 8:31

Sig. Gnocchi sono tutta orecchi . Specifichi dettagliatamente in quale momento storico viene alla luce l’ inno , Risorgimento è insufficiente, ma soprattutto quando e perché viene adottato nel secolo recente. Quale la vera finalità oltre al decantare il diritto alla libertà

. La storia raccontata in maniera superficiale ed approssimativa non illumina, Ci elogi di tutto il suo sapere. Graxie

Graziano
Graziano
12 Dicembre 2019 21:44

E questo è un articolo? Fa solo piangere dal ridere o, anzi, forse fa solo tristezza. Basta dare un’occhiata a Wikipedia per saperne e capirne di più e meglio. Un articoletto privo di ogni senso e utilità.

“Poi è un inno della sinistra più o meno comunista, che con la libertà non ha mai avuto dimestichezza”.. ma che vuol dire? Ma dove sta scritto?

È un inno al dissenso, alla protesta, o, esagerando, alla rivolta. Sarà un caso che sia stato cantato in ogni parte del mondo?

Ridicolo il “giornalista” e ridicolo chi lo ospita.