in

Biden: banale e senza contenuti

Dimensioni testo

A Joe Biden c’è voluta forse una vita per preparare il discorso di accettazione della nomination, unico politico che per la prima volta nella storia degli Stati Uniti può vantarsi di essere riuscito a riunire le idee della sinistra radicale – tanto da farne il suo candidato vicepresidente – ed il supporto ideologico dei trillionaires. Un discorso molto noioso: e non è solo per il contenuto ma per come il ben educato politico Biden è stato incapace di rivestire di emozioni e leadership, che è quello che si chiede ad un supposto leader che si propone di guidare gli Stati Uniti. Ed è già qui che si capisce il reale enjeux: è Kamala Harris il protagonista oggi e domani se Biden sarà eletto.

Non c’è contatto visivo, nessuna spontaneità, comprensibilmente compressa dalla necessaria – solo sua – attenzione nel seguire il suggeritore del testo che gli scorre davanti. Dunque Biden è più attento a non sbagliare come gli succede spesso che a coinvolgere: il risultato è una profonda sensazione di innaturale e falso: deep fake. Ma la sensazione diventa concretezza ascoltando Michael Bloomberg che si riserva cinque minuti di assolo in favore del candidato e che ovviamente è coinvolgente o quantomeno umano e credibile, anche se non condividi quel che dice.

Nella sua prevedibile dialettica assemblata meccanicamente con parti di ben educata retorica Dem, Biden accusa senza mai nominarlo Trump di ogni male ma  scivola lui in quel peccato di profondo risentimento divisivo di cui ripetutamente lo accusa per quasi trenta minuti. Ormai il peccato è divenuto veniale tanto è diffuso ovunque nei discorsi dei “decent” progressisti quando – così educatamente – inveiscono contro chi ha idee non conformi. Un po’ predicatore e un po’ messianico, Slow Joe Biden invita a seguirlo abbracciando il “suo, democratico” cammino della speranza e della luce rifiutando quello “della oscurità” Trumpiana, invocando: “facciamo sì che un giorno sia la storia in grado di dirci che oggi, qui è iniziata la fine del periodo oscuro dell’America” .

Con immagini di caos e disordine un po’ dappertutto e dopo aver inevitabilmente ricordato Obama come esempio al quale possono guardare piccini e grandi, si arriva alla parte più ampia del discorso, il Covid19 e le responsabilità di Trump. È solo colpa di Trump se le aziende falliscono, i negozi chiudono, i disoccupati si contano a milioni, la gente muore e nel frattempo i ricchi diventano più ricchi e a codesti ricchi – che sono i suoi più infervorati sostenitori – Trump ha anche tagliato le tasse. Non ci si aspettava un contenuto troppo politico ma semplicemente emotivo, di visione o leadership per capire, asseverare la propria opinione sul possibile futuro Presidente degli Stati Uniti. Dal discorso di giovedì e dalla massa di banalità, non è possibile comprendere nulla, se non quello che già si sapeva o si intuiva e che il vero protagonista non era Joe Biden sul palco a leggere il teleprompter ma Kamala Harris che lo affiancherà come vice nel caso di sconfitta di Trump.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
28 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
26 Agosto 2020 18:58

Fabrizio Jorio Fili ha scritto tutto quello che ho ascoltato direttamente in “streaming”, e le faccio i mie complimenti.
Aggiungo solo che Biden forse non si era accorto, che quello che diceva (forse letto dal prompter) era una copia di quello che aveva promesso nel 2016 Trump.
La Harris purtroppo si dimentica di tutte le parole (angherie) dette contro Biden in precedenza.
Mi sembra che i politici di sinistra stanno sempre più usando questa brutta abitudine di denigrare chi non è d’accordo con le loro idee, e creano false accuse contro i “nemici”, invece di vincere con proposte comprensibili ai cittadini, che dunque possono valutare, confrontando con quelle dell’altra sponda, è come fare falli al calcio per vincere.

marcor
marcor
23 Agosto 2020 17:46

Pare che il Bidone abbia l’alzheimer e quindi non potrebbe nemmeno candidarsi. I piddini americani hanno messo il frascone per catturare voti moderati che non arriveranno. Credo che Supertrump ad onta dei sondaggi ce la possa fare, nonostante il coronavirus.

fabrizio biasiolo
fabrizio biasiolo
23 Agosto 2020 14:27

Articolo che fa’ suo , naturalmente in assenza di dati specifici e su supposizioni oltremodo discutibili, la strategia da campagna elettorale di Sean Hannity , Anchorman di Fox News. O e’ limitata conoscenza della costituzione americana (fatto che Fox News da per scontato nel diffondere immani cretinate alla sua utenza) , o limitata conoscenza dei poteri di cui il Presidente e’ investito , ma non il Vice Presidente (quale l’eleggere tutto l’esecutivo , ruolo in cui la Harris e’ solo comparsa). I commenti della stampa americana sul discorso di Biden sono stati (persino su Fox News) completamente differenti da quelli di questo articolo e la domanda viene immediata :” Ma lei l’inglese lo coapisce ? O forse trova nei discorsi di Trump chissa’ quali contenuti, la prego di indicarceli perche’ ci sono sfuggiti…….. Di quando i giornalisti italiani commentano le dinamiche americane in preda a “sindrome da Turista”.

Guido Moriotto
Guido Moriotto
23 Agosto 2020 14:02

“… gli americani sanno che bisogna accontentarsi così”.
Gli americani sanno…
E lei sa che gli americani sanno.
Quindi qualcuno l’ha informata che gli americani sanno…
Le hanno telefonato?
Inviato una mail o una posta certificata?
Segnali di fumo transoceanici dal Nevada?
E se poi eleggono Trump e non si accontentano del mezzavigogna Biden, con chi se la prende? Col suo informatore di Boston?
Col postino italiano? Con il destino cinico, baro e poco Democrat, venduto al genio del male?

Antonio
Antonio
23 Agosto 2020 13:32

Joe biden non mi fa impazzire, io avrei voluto bernie sanders. Comunque spero che gli americani si liberino di trump un incapace, incompetente e umanamente odioso come dichiara pure la sorella. Basta vedere la sua mimica facciale per capirne il personaggio, basta analizzare i suoi post, le sue dichiarazioni, la sua straffottenza. Non mi stupisco quindi di questo articolo, ma d altra parte giornali (giornali ma va?!) come libero o la verita’ o il giornale tifano apertamente da sempre e senza un minimo di capacita’ critica per il “trump de noantri” salvini o la sua versione in gonnella e urlatrice la meloni, figuriamoci quindi per l originale! Questo personaggio improbabile sta’ portando al disastro economico e sanitario l america. Certo, come ripeto, joe biden non e’ il massimo ma gli americani sanno che bisogna accontentarsi cosi’.

Luca
Luca
23 Agosto 2020 11:22

Che articolo banale e stupido.
Nessun contento ma il solito bla bla bla contro i democratici americani, nel disperato tentativo di difendere Trump a tutti i costi.
40,000,000 di disoccupati ma ovviamente non e’ colpa del liberista Trump ma dei democratici che non hanno neanche la maggioranza al senato.
Il discorso e’ andato talmente “male” che anche FoxNews ha dovuto ammettere che e’ stato probabilmente il migliore discorso di sempre fatto da Biden.
Contenti voi

Nuccio Viglietti
23 Agosto 2020 10:56

Ma vera domanda è…è mai possibile che immaginifica (teoricamente) politica Democratica debba essere incarnata da stoccafisso come Biden?…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

dario
dario
22 Agosto 2020 22:57

I democratici sono i primi a sapere che vincerà Donald.
Non hanno sprecato nomi forti, che peraltro non mi sembra ne abbiano
Preciso che Trump non mi fa impazzire ma se lo confronto con quello che passa il convento dei retorici democratici mi appare come il male minore.
Gli operai degli Stati Uniti, gente che fa una vita dura e che sono stati dimenticati dai democratici al caviale, continueranno a votare Donald che si è ricordato di loro.