in

“Bollette in calo? Sì, ma costano il triplo. Qual è la vera tragedia”

Il presidente di Nomisma Energia alla Ripartenza 2023 agli IBM Studios di Milano: “C’è ottimismo, ma…”

Dimensioni testo

Le buone notizie ci sono: i costi delle bollette stanno scendendo. Ma bisogna rimanere coi piedi a terra e soprattutto osservare le tematiche energetiche in un’ottica globale. Ospite alla Ripartenza 2023, Davide Tabarelli, Fondatore e Presidente di Nomisma Energia, ha offerto una visione lucida e realistica dell’attualità. “Oggi i prezzi sono intorno ai 60-65 euro megawatt-ora, abbiamo parlato con Porro per settimane di crisi, di violenza, di shock energetico con prezzi a 300, anche. Adesso stiamo tornando pian piano a normalità, però teniamo le dita incrociate, perché siamo sempre con una guerra aperta, una tragedia in corso…”, ha osservato il relatore dell’evento svoltosi agli IBM Studios di Milano.

Ai nostri microfoni, però, Tabarelli ha riflettuto anche sui fardelli che l’Europa e il nostro Paese si stanno ancora portando dietro, con conseguenze scomode soprattutto per chi fa impresa ed è sul mercato. “Per quanto la situazione sia migliorata, noi comunque paghiamo quasi tre volte il prezzo che c’è oggi negli Stati Uniti. Noi paghiamo l’elettricità, il gas, l’energia in generale molto di più dei nostri competitor, perciò il nostro sistema delle imprese non ce la fa competere, almeno sull’energia. È un fardello…”. Il Vecchio Continente – ha avvertito Tabarelli – andando avanti così corre dei rischi: “Questo sarà un continuo del processo di deindustrializzazione dell’Europa, questa è una piccola tragedia”.

Continua ascoltando l’intervista esclusiva a Davide Tabarelli

Marco Leardi, 23 gennaio 2023