Commenti all'articolo Cacciari attacca i virologi: “Non ve ne frega nulla?”

Torna all'articolo
Avatar
guest
91 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
GianniV
GianniV
8 Settembre 2021 14:41

Siamo onesti: quante volte siamo andati dal medico perchè stavamo poco bene, lui ci ha detto “riposo assoluto”, e noi lo abbiamo scoltato a metà? Non perchè avesse torto, ma perchè per i nostri impegni potevamo al massimo rallentare e non fermarci. Siamo guariti lo stesso, ma ci abbiamo messo di più. Ecco i televirologi, in quanto medici, son così. C’è il virus? La cura è tutti in casa. L’economia va a rotoli? Mi hai chiesto di curare la malattia e questo serve. Punto. Il resto non è loro materia. Il punto è che dovrebbero esserci decisori (politici) con gli attributi che, sentito il loro parere, poi decidono in base a cosa sia meglio.

Prisco
Prisco
8 Settembre 2021 10:54

mi spiegate perchè italia francia e israele obbligano al gp MENTRE tutti gli altri stati lo stanno abbandonando e non ditemi che sono tutti vaccinati perchè non è vero

Hermes
Hermes
8 Settembre 2021 8:54

Il GreenPiss come finale atto di scollamento dalla realtà. Non conta la sostanza (se hai o meno il virus e sei contagioso) ma la forma che peraltro non significa nulla( chiedere alle società del farmaco la protezione dallo stesso dopo 10 mesi dalla punturina). Come tutte le certificazioni Iso…qualcosa, responsabilità sociale, etc… che le Aziende sono costrette (ma in fondo gli conviene) a comprare come foglie di fico da mostrare. Come anche il famigerato GDPR, infatti vediamo che difesa dei dati personali si voleva ottenere.

Arianna
Arianna
8 Settembre 2021 8:36

Premesso che il vaccino va fatto per tornare liberi, perché non siamo ipocriti, con questi al governo è l’unica arma per uscirne, e sperare di non avere effetti strani in futuro , che ci sono cose assurde come il green pass per accedere al ristorante ma il cameriere può non averlo, adesso sono ancora più basita sul fatto di togliere lavoro alle persone, magari dopo anni di servizio, per una regola che comunque hai la facoltà, ad oggi, di scegliere se rispettarla o no perché non è obbligatoria. Ma le conseguenze? Ti sospendono il lavoro? E come mangiano? I loro figli? E quella parte di lavoro chi lo svolge? Ma ci pensano alle conseguenze‍