Caro Conte, lei ha vinto il premio Stalin

Condividi questo articolo


Annunciazione, annunciazione. Il premier Giuseppe Conte, devoto di Padre Pio, fa sapere agli italiani, con un certo paternalismo retorico: “Non manderemo le forze di polizia nelle abitazioni private, però dobbiamo assumere comportamenti prudenti per gestire la fase”. Grazie presidente,  che non ci manderà i gendarmi a casa a scampanellare. Però ce li evoca, e questa è una scelta politica. Stalin sarebbe (quasi) fiero di lei, anche se solleverebbe un dubbio: “Ma quante cazzo di divisioni ha Beppe Conte da Volturara?”.

Il corsaro nero, 13 ottobre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ma stai zitto giornalaio e ringrazia il padreterno che al posto di Conte non c’era il cazzaro verde della Val Brembana.

  2. Popolo sovrano recita la costituzione.
    Dove? Il problema è che prnsano di essere anche capaci. Intelligenti ecc…. Buffoni.

  3. fino a quando le opposizioni saranno deboli e non avranno la capacità di arruolare il 40% di astenuti dovremmo aspettare l’estinzione delle zecche per via naturale. sono infiltrate in tutta l’amministrazione pubblica e fanno la pacchia. quindi i pochi colà inseriti non hanno forza per smantellarli. moriranno tutti i vecchi sperando che i giovani alla porta abbiano capito il daffarsi.

    • Le opposizioni comincino a dire, con fermezza, ciò che va detto: non siamo sudditi.
      Siamo persone libere, col covid o con la peste.

  4. Gentile lister…belle e dotte le sue citazioni ma con me che c’azzeccano ? Meno di nulla …ma se la fa felice pensare al sottoscritto per quello che NON e’ , confucianamente sono felice anch’io. Eppure la devo convincere del mio anticomunismo senza mandarLe l’analisi del sangue .Quando ero giovani con una R4 e con amici viaggiavo per l’Europa…tanto e’ vero che in Scandinavia ho anche trovato felicemente moglie…ma il mio anticomunismo si e’ materializzato non per la propaganda de ” Il Tempo ” di Renato Angiolillo .. giornale che leggeva mio padre…si e’ , al contrario , materializzato ” de visu ” e in loco…visitando Praga , Budapest , Sofia e Bucarest…non funzionava e non poteva funzionare.Le diro’ di più…per le mie frequentazioni con Yankees purosangue oltre ad aver imparato un ottimo inglese ero diventato proprio ” amerikano “. P.S. Ma avendo condiviso con il buon Porro la citta’ e anche ” La Sapienza ” non resisto alla battuta…egr.sign.lister…me sa ke Lei ‘ncia’ capito la classica mazza.Salutissimi.

  5. Caro Corsaro Nero…..il vero problema sotto gli occhi di tutti non è (purtroppo) a mio avviso quante divisioni abbia BC da Volturara, ma quante ne abbia l’opposizione. Che sia politica, intellettuale o sanitaria a questa surreale pandemia cosi “brutta bestia”, che da mesi un sacco di vip si ammalano e pochi giorni dopo sono sui media a parlarne al passato. Se come soggetto civile non si ha una capacità concreta di “poter creare problemi seri” a chi governa, (qui abbiamo solo da imparare dai kompagni) , quello che resta sono i sorrisi beffardi, l’atteggiamento di sufficienza snob e l’autoreferenzialità della cosiddetta “società civile” che nemmeno interpella più l’opposizione e anzi si comporta come se nemmeno esistesse.

  6. L’evidente incongruenza di questo governo si evidenzia nelle continue prove effettuate con i Dpcm seguite da correzioni a parole ma i Dpcm restano.
    Risultano evidenti i tentativi del fascio-rosso.
    Signori miei, rendiamoci conto che queste prove sono a carico dei cittadini che pagano di tasca propria e il rigirare sempre su questo argomento serve a spostare la visione dai problemi economici che sono incapaci di risolvere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *