in , ,

Caro Porro, così la Raggi beffa i negozianti

virginia raggi
virginia raggi

Dimensioni testo

Caro Porro,

vorrei fare una segnalazione in merito all’ultima ordinanza emanata dal sindaco Raggi per tutto il territorio del comune di Roma. L’ordinanza è la n.115 del 2 luglio 2021 e vieta con effetto immediato la vendita di alcolici di qualsiasi genere dopo le ore 18 per i negozi di vendita al dettaglio e quella di alcolici in bottiglie di vetro dalle ore 20 per i negozi con licenza di somministrazione.

Oltre alla grave disparità di trattamento tra i due tipi di esercizi commerciali che già di per sé varrebbe a contestare giudizialmente l’ordinanza stessa in quanto palesemente lesiva della libertà di commercio e della leale concorrenza, vorrei sottolineare come questa ordinanza vada a colpire tutti i piccoli negozi di quartiere che sono stati già penalizzati dal lockdown e adesso vengono nuovamente vessati da questa ordinanza senza di contro nessuna tutela o ristoro.

In particolare, io sono l’avvocato di un piccolo negozio di bevande (alcoliche e non) gestito da ragazzi che hanno investito i loro risparmi in questa attività e adesso saranno costretti a chiudere visto che l’ordinanza sarà in vigore fino al 15 settembre.

Resto a disposizione per eventuali chiarimenti sulla vicenda.
Cordiali saluti,
Oriana Oddo

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maurizzzio
Maurizzzio
7 Luglio 2021 17:06

Curioso che poi chi vieta la vendita di qualche birra faccia parte di uno schieramento politico propenso alla liberalizzazione delle droghe “leggere”

Oriana
Oriana
6 Luglio 2021 20:54

Suggerisco di far girare questa segnalazione sui social il più possibile così da dare risalto mediatico alla vicenda, sperando di smuovere qualcosa… basta cliccare su “condividi” sotto la foto della raggi e ripostare il più possibile. Grazie in anticipo per ma collaborazione e la solidarietà.

geogio
6 Luglio 2021 18:14

l’espressione autocompiacente e allampanata della raggi la dice tutta. Chissa’ che la sicurezza che si percepisce derivi dall’aver visto i marziani

Umberto
Umberto
6 Luglio 2021 18:05

Certo chiudere i negozi costa meno che implementare il servizio d’ordine per isolare e punire quelli che fanno casino. Così per colpa di quattro deficienti ci rimettono i soliti negizianti onesti mentre i “supermercati etnici” e gli abusivi continueranno a vendere alcool a chiunque glielo paghi

BUNNIE
BUNNIE
6 Luglio 2021 17:46

Continua la serie di divieti che ci riempiono la vita e si accumulano una sull’ altro.Invece di controllare la situazione e sanzionare chi delinque veramente ( rissosi violenti ubriachi etc etc )lo stato vieta , vieta , vieta…. poi con le telecamere “becca” chiunque sia ” fuori legge”
Comodo, senza sporcarsi le mani , inoppugnabile ;non è così secondo me che si deve gestire la sicurezza dei cittadini .

A.L.
A.L.
6 Luglio 2021 17:04

Purtroppo se le inventano tutte, mi sembra, pur di far fallire i negozietti.
Se così non fosse, mi sembra che appunto non farebbero sperequazioni tra un luogo di vendita e l’altro. Perché il piccolo no?
Non sono certa che sia una tendenza legata solo a un partito; penso sia legata a quel partito ma un po’ a tutta la sinistra; con la destra che magari si oppone fortemente ma… purtroppo io non riesco ad avere questa impressione, spero di sbagliarmi ma mi sembrano reazioni un po’ deboli su tante cose.
(continua in Visualizza risposte)

CLAUDIO
CLAUDIO
6 Luglio 2021 16:53

Fino a che si parla solo di Grillo, Conte, Ddl Zan…… Mascherine si, Mascherine non….. L’obbiettivo è solo sempre la deriva

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
6 Luglio 2021 16:49

Dopo il Sacco di Roma, dopo i Lanzichenecchi, ecco a voi la Catastrofe Umana.
… … …
Dove passano i grillini non cresce più l’erba: solo cinghiali.