in

Caro Porro, è questa la “semplificazione”?

Dimensioni testo

Avete mai provato a pendere un appuntamento con l’Agenzia delle Entrate? Dire un’odissea è dir niente: faccio il numero, se non è occupato c’è la musichetta e la voce che ti elenca le norme per la privacy. Poi “prema 1 per…”, “prema 2 per…”, “prema 3 per prendere l’appuntamento”, poi “prema 1 per accedere all’appuntamento”, “prema 3 per la Liguria”. Dire a voce il codice fiscale. “Ora dica a voce la Regione”, “dica la città”, “digiti 1 per ufficio Zona 1”, “digiti 2 per Ufficio Zona 2”. Digito 1 ma l’Ufficio per il momento non dà appuntamenti.

Non è finita, rifaccio la trafila per l’ufficio della Zona 2, ma al momento di vocalizzare il mio codice fiscale una voce mi dice che la mia vocalizzazione non va bene e quindi devo trasformare le lettere del codice in numeri. La voce comincia ad una velocità impressionante ad elencarti questa trasformazione (es: Abc diventano il n.1, def il n.2 ) e così via sino alla fine dell’alfabeto. Per poter scrivere tutto ho dovuto ascoltarlo almeno una decina di volte. A questo punto ho dovuto interrompere la telefonata perché dovevo convertire le lettere del codice fiscale in numeri.

Richiamo, rifaccio tutto il procedimento inserisco il codice trasformato in numeri, scelgo la Zona Ufficio 2, ma la voce mi dice che per il momento non danno appuntamenti. L’appuntamento si può prendere anche via computer ed è più facile anche se per il momento ti rispondono sempre che non ci sono posti. Allora mi chiedo: chi non ha il computer o non lo sa usare può fare un percorso così ad ostacoli? La chiamano semplificazione!!!!

Mario Scatolini
Genova