in

Caro Porro, lockdown in Sardegna per 36 ricoverati

Dimensioni testo

Il Presidente della Regione Sardegna Christian Solinas ha deciso di chiudere la regione con soli 36 ricoverati in terapia intensiva su una popolazione di 1 milione di abitanti. Un lavoratore sardo non ci sta e decide di scrivere al leader della Lega Matteo Salvini, mettendo anche noi in copia. Leggete cosa ha da dire.

Buongiorno,

è ancora con grande tristezza e rabbia, che le scrivo. Il nostro governatore della Sardegna ha deciso la chiusura per 15 giorni, lo ha chiamato stop & go. Vado a leggere i numeri e vedo che ci sono 36 (trentasei) ricoverati in terapia intensiva. E lui vuole chiudere la Sardegna, territorio di 24 mila km quadrati ed una popolazione di più di 1 milione di persone (bassa densità popolativa), per 36 (trentasei) ricoveri in terapia intensiva??? Allora se dovessero chiudere più di 36 attività in Sardegna in questi giorni, bisognerebbe riaprire tutto, si perché potrebbero esserci molti più morti per mancanza di lavoro e soldi.

Leggo nell’articolo che “La drammatica situazione che si sta registrando negli ospedali e prevalentemente al SS Trinità di Cagliari è causata dall’assenza di una programmazione da parte della regione!!” Leggo anche che “troppi cittadini hanno abbassato la guardia”. Mi sembra che stia prendendo l’andazzo di quelli di sinistra. Nessuno cittadino è stato irrispettoso delle norme, lo conferma anche il primo cittadino di Cagliari Truzzu.

Tra gli elettori di Solinas ci sono anche io. Sono quello che crede nella destra, sono quello che crede che 36 terapie intensive non giustifichino una chiusura. Sono quello che spera che la destra non sia complice di questo disastro economico. Chiami Solinas e lo convinca ad aprire posti letto, non a chiudere l’isola ed i trasporti vitali per noi.

Cordiali saluti

Massimo Muzzonigro, 25 ottobre 2020