in

Caro Porro, ti racconto l’ultima pazzia dell’Inps

Dimensioni testo

Caro Nicola,

volevo condividere l’ultima avventura con l’Inps. Risiedo in Veneto e lavoro come autonomo agricolo con mio marito (anch’esso autonomo). Lo scorso 15 marzo come regione per tre settimane siamo stati in zona rossa ed a differenza del “rosso” 2020 hanno chiuso tutte le scuole compresa la fascia 0-6 anni (abbiamo 2 bambini di 5 e 3 anni). Il buon premier Draghi aveva annunciato che ci sarebbe stato il rinnovo del bonus baby-sitting per quelle famiglie che, come la nostra, dovevano pagare qualcuno per accudire i minori di 14.

Quindi armata di buona volontà (con l’Inps è requisito fondamentale!) ed avendo buona dimestichezza con le procedure on-line dell’Inps, ho atteso che il 15 aprile uscissero i decreti attuativi per inserire la domanda. Una volta inserita la domanda ci sono volute cinque settimane perché la elaborassero, finalmente domenica 22 maggio mi arriva comunicazione dell’esito della domanda: respinta!

Non mi arrendo, anche perché non era stato motivato il rifiuto, comincio a chiamare il Contact center e, dopo diversi tentativi, un cordiale ma alquanto sprovveduto interlocutore mi risponde che non sono visibili le domande e neanche gli esiti e poi la linea inspiegabilmente cade. Nuovamente non mi arrendo ed attraverso il servizio Inps risponde, scrivo e richiedo motivo del respingimento della domanda, mi rispondono candidamente: “Per motivi tecnici la sua domanda è stata erroneamente respinta, provvederemo a rielaborarla”. Ecco una fotografia plastica degli effetti dell’annuncite del nostro governo ai tempi del Covid: vi chiudiamo ma poi tutti ristorati e felici… uno scempio.

Grazie buon lavoro,

Tiziana

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Vito Zappulla
Vito Zappulla
31 Maggio 2021 11:41

Egr. Dr. Porro:
Sono un 68 enne che “deve sopravvivere” con 441,26 euro al mese (pensione sociale), nonostante sia invalido al 100 % a seguito di sentenza del Tribunale. Ho anche chiesto, tramite Caf, di potere accedere alla integrazione con la PDC (quanti acronimi inutili) e per tre volte, dal 2019 al 2021 mi è stata respinta la domanda per “eccesso di reddito” pari a 13.000 euro (???? Ma chi liha visti, e se li avessi avuti non ne avrei chiesti altri. Dall’INPS nessuna risposta. All’improvviso mi scrivono che ho diritto a… 74,23 Euro, che non bastano nemmeno per i fiori a funerale,(credo sia l’auspicio loro).
Vito Z.

Roberto
Roberto
31 Maggio 2021 3:14

Efficienza inps? Non sanno nemmeno dove sta di casa, al momento della pensione mi hanno detto di chiudere la partita iva….x presentare la domanda. Dopo mi fu rifiutata perché mancava una settimana! In….to andai dal direttore che candito come uno ” s ” mi disse” be la riapra….

Balduini silcano
Balduini silcano
29 Maggio 2021 16:38

A me è successo la solita cosa so per certo che hanno fatto uno scempio di domande rifiutata purtroppo Tridico continua a fare quel che vuole

Nicola Morelli
Nicola Morelli
29 Maggio 2021 16:13

Cambiano i governi, cambiano i presidenti del Consiglio, ma i problemi non si risolvono,anzi gli Italiani continuano ad agonizzare mentre i nostri parlamentari aumentano la dose di mastice alle loro poltrone

Antonio Bellusci
Antonio Bellusci
29 Maggio 2021 15:01

Ho avuto le stesse identiche difficoltà della S.ra Tiziana del Veneto, io invece che con il bonus figli, per un ricalcolo di pensione di invalidità su anni pregressi che i signori dell’Inps non hanno provveduto ad effettuare nei tempi dovuti, come avrebbe fatto una qualsiasi azienda privata che sta sul mercato, e che poi qualcuno, sempre dell’Inps, rispolvera per reperire fondi per finanziare redditi a poltronai e conduttori di mini biruote pericolose per pedoni e automobilisti.
Ho letto addirittura di pensionati a chi è arrivata richiesta da cardiopalma di decine di migliaia di euro da restituire, da parte mia sono circa 3000€.

Chiara
Chiara
29 Maggio 2021 13:28

Sulle follie dell’Inps consiglio di leggere questo articolo di un Consulente del Lavoro, categoria che deve combattere ogni giorno nella giungla della burocrazia digitalizzata
https://consulentidellavoro.mi.it/wp-content/uploads/2020/11/5-La-domanda…BORELLA.pdf

Franca
Franca
29 Maggio 2021 7:23

Qui è la rappresentazione plastica dell’inefficienza dell’INPS non del governo. Non so se sia solo incompetenza o fannullite o cercare di frenare la gente. La stessa cosa mi è successo con i famosi 600+600 € iniziali che dopo 10 mesi volevano restituiti sa mio figlio partita Iva. Si è scoperto che era un errore. Ci è rimasto il dubbio che forse…..ci han provato

Fulvio gaschino
Fulvio gaschino
28 Maggio 2021 18:50

Certo tridico vuole pagare con i soldi degli altri..complimenti..anche ai giornalisti che intervistano questi cialtroni