in

Caro Porro, tre domande ai chiusuristi

ristoranti lockdown

Dimensioni testo

Sono un imprenditore, anzi sto cercando di esserlo poiché mi trovo con la mia azienda, chiusa, in realtà mai aperta a causa di tutto questo caos, di continui rimandi e senza poter fare una vera programmazione. Parliamo di un bistro a Roma di 200 mt con quasi 10 dipendenti fermi da mesi e in attesa di poter lavorare come il sottoscritto.

Scrivo perché secondo me non vengono fatte le domande giuste ai “guru” del prudenzialismo come per esempio:

1. Perché gli autogrill e tutte le catene di ristorazione ad essi collegati possono svolgere il proprio lavoro col servizio al tavolo anche nelle ore serali e al chiuso?

2. Perché si dà la possibilità di far giocare delle partite amatoriali a calcetto dove il contatto fisico tra non conviventi è certo mentre, in un ristorante – con i giusti distanziamenti e accorgimenti – si evita con altrettanta certezza il contatto tra persone non dello stesso tavolo?

3. Perché permettere a tanti ristoranti che hanno un dehor coperto da un tetto e perimetralmente da recinzioni chiuse di esercitare, sapendo che si tratta benissimo di un luogo “chiuso” ma all’aperto?

Mi scusi dottor Porro di questo sfogo, ma, nell’organizzare un’apertura (che non so mai quando ci sarà) e un lavoro quotidiano di stabilità mentale, sto diventando matto riscontrando tutte queste incongruenze.

La ringrazio anticipatamente

Riccardo Nizzoli, 27 aprile 2021

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
trackback
3 Domande fatte ai CHIUSURISTI e al GOVERNO fatte da un ristoratore di Roma con 10 dipendenti fermi da mesi | La Pillola Rossa
31 Maggio 2021 17:45

[…] Qui il post originale: https://www.nicolaporro.it/caro-porro-tre-domande-ai-chiusuristi/ […]

Ezio Oldani
Ezio Oldani
29 Aprile 2021 19:24

Quella degli Autogrill e la cosa più scandalosa da quando è iniziata la pandemia io sono un agente di commercio e vedo autogrill pieni dove la gente consuma al banco ( i bar no) mangia regolarmente e i ,controlli non esistono invece i ristoranti che hanno dimezzato i tavoli preso nominativo e numero telefonico delle persone che pranzano , di conseguenza rintracciabili in caso di Covid , , loro sono rimasti chiusi adesso solo chi ha la possibilità di un fuori può stare aperto è allucinante e mi fermo qui

Enzo
Enzo
29 Aprile 2021 18:16

L’unica risposta a tante domande è che siamo sotto dittatura e finche non ci svegliamo e reagiamo diventa anche inutile porcele le domande.Porro è pagato profumatamente da uno che sta in questo governo

ancoraparli
ancoraparli
29 Aprile 2021 10:30

ai talebani della virologia del covid non frega nulla,temono solo di sparire di scena,da fantozzi che erano ora sono star della TV e questo crea dipendenza.
sono lì per il gaudio di radical chic e intellettuali di sinistra,gente che vota convintamente il nipotino di honecker che era già morta prima del covid figurati adesso,una massa di frustrati e complessati il cui massimo della vita sono i film di moretti,mostri che farebbero crepare di fame camerieri e baristi solo per fare dispetto a salvini.
magari sto paese fallisse per vedere loro in fila alla caritas, ma noi siamo diversi da tale miseria umana,non siamo ODIATORI di professione,NOI…

Stefano Monza
Stefano Monza
28 Aprile 2021 18:14

Caro Porro, le faccio anch’io una domanda: perché ai suoi ospiti in trasmissione queste domande non le fa? Sono fermo anch’io da 14 mesi dopo 25 anni di onorata carriera nel settore del turismo e business, ma alle domande che tutti noi ci poniamo lei compreso, nessuno risponde. Ho smesso di guardare la sua trasmissione (l’unica che ormai guardavo) proprio per questo. Ritmo frenetico ed incalzante da ammirare, ma poi stringi stringi quello che veramente interessa a noi poveri cristi per sapere di che morte dobbiamo morire, nulla! Le faccia ste domande scomode come spesso vedo nelle sue zuppe che invece seguo regolarmente!Quello è il vero Porro

Laval
Laval
28 Aprile 2021 17:37

Per imporci la dittatura “per il nostro bene” apportando la cultura di sinistra “lo dice Speranza e la Boldrini”.

Immanuel Kant
Immanuel Kant
28 Aprile 2021 17:18

I chiusuristi hanno tutti stipendio fisso o molti soldi in banca!!

Alex Paradiso
Alex Paradiso
28 Aprile 2021 16:42

E’ chiarissimo che queste chiusure hanno lo scopo di eliminare, ELIMINARE i piccoli ristoratori per lasciare lo spazio alle catene (BURGER KING, MCDONALD, ecc) e a quelle multinazionali della consegna a domicilio.
FINCHE CI SARA’ AL GOVERNO INCOMPETENTI COME SPERANZA e COMUNISTI COME DRAGHI …….