in ,

Caro Porro, vi siete scordati di musicisti e Dj

Dimensioni testo

Salve Nicola,

mi sento di poter e dover dire quanto segue, certo della tua comprensione e brillantezza intellettuale.

Per quasi un anno e mezzo, di vero lockdown, cioè il non muoversi da casa, e nessuna possibilità di lavoro, noi musicisti e Dj (parlo dei professionisti, cioè coloro che suonano per professione, non per hobby o esibizionismo) abbiamo atteso le riapertura dei locali. Abbiamo fatto spudoratamente il tifo per i ristoranti, bar e pub, e sottolineato le incompetenze, le incoerenze e l’incapacità del governo italiano, soprattutto se confrontato con gli altri europei.

Abbiamo fatto il tifo per i ragazzi di “Io apro”, soffrendo anche per le manganellate che hanno preso, oltre che per mancati ristori governativi. Noi musicisti e Djs (categorie mai citate né considerate dal governo italiano, né destinatari di alcun provvedimento di sostegno economico) abbiamo atteso che la situazione contagi migliorasse, facendo il tifo per il vaccino, anche se con dubbi (vedendo liquefarsi e dimettersi un inetto come Arcuri), pur di lavorare o viaggiare per lavoro, avendo entrambi gli occhi ed il battito del cuore rivolti alle riapertura dei locali, bar, ristoranti e spazi con palco.

Abbiamo come intercalare, ormai, la frase idiomatica “…spazi con clienti seduti, nel rispetto nel numero, delle distanze e di tutte le normative governative…”. Abbiamo atteso con pazienza e frustrazione (vedendo in giro il 98% delle categorie lavorative, appunto lavorare… altro che lockdown) le riapertura dei suddetti ristoranti, locali e spiagge. Insomma, noi eravamo con voi, sia nella compenetrazione delle sofferenze (se mai non ne avessimo già abbastanza delle nostre), sia nelle trasmissioni televisive: voi proprietari di locali eravate i nostri eroi…

Poi… poi cosa è successo? Con le riapertura vi siete staccati da noi, pensando pensando solo ai voi stessi… Il 99% dei ristoranti, dei bar, dei pub, dei proprietari di spazi di spettacolo, se ne sta fottendo di noi. Non avete più bisogno del nostro appoggio. Siete diventati come il mostro governativo che “combattevate”. Rispondete no ad ogni nostra richiesta di lavoro, eppure state guadagnando il triplo di sempre, avete alzato i prezzi come dei bastardi.

Il 99% dei ristoranti, bar e locali stanno lavorando senza alcuna considerazione della nostra categoria di musicisti: state dicendo “no” anche a prestazioni musicali gratuite, dopo tutto ciò che si è sofferto. Eravamo dalla stessa parte, sì come stesso voi dicevate alla Polizia, chiedendo considerazione, un appoggio morale e pratico alle forze dell’ordine, nel non multarvi…

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
8 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Alberto Parziale
Alberto Parziale
15 Giugno 2021 9:15

Non c’è alcun commento adeguato all’articolo. Non ho mai parlato di Disco, o di scendere in piazza. Basta saper leggere questo articolo. É in italiano.

Rohi
14 Giugno 2021 11:17

invece di “fare il tifo” da casa, potevano anche loro partecipare alle manifestazioni organizzate dai ristoratori. Che le manganellate se le sono prese per davvero, non virtualmente.

Davide V8
Davide V8
13 Giugno 2021 22:33

Se pensate di ottenere libertà facendo tifo per i vaccini, vi meritate di stare chiusi.

E, vi assicuro, sono un buon cliente.

Iag01
Iag01
13 Giugno 2021 18:41

Solo la rivoluzione a questo punto può salvare il futuro. C’è già belle che pronto il pacchetto chiusure autunnali in nome della variante indiana! E’ l’ora di incazzarsi ma davvero. Se pur da vaccinati non si riapre è allora via alla mega protesta fino al ripristino dello status quo 2019

CLAUDIO
CLAUDIO
13 Giugno 2021 11:41

Notizia Ansa del 13/06/2021

Letta: “Il Pd primo partito nei sondaggi, stare al governo con Draghi ci fa bene”
Il segretario Dem commenta l’ultima analisi dell’Ipsos: “Erano quattro anni che non ci davano prima forza del Paese. Significa che noi siamo in salute, la Lega no”. E conferma di voler aprire un cantiere con il M5s

La Dittatura, l’Inquisizione,i pignoramenti continuano indisturbati è in effetti la Destra al Governo è inesistente…. L’Opposizione è solo spettacolo TV…..L’Italia non ha la forza per tornare alla civiltà e alla libertà …..Becchiamoci una montagna di cacca Comunista e stiamo zitti … E mi sa pure per sempre

Pico
Pico
12 Giugno 2021 22:39

Ma se tutti fanno la fila per il vaccino cosi’ da poter andare in disco e in vacanza, e poi chi se ne frega del resto?

Flavio Pantarotto
Flavio Pantarotto
12 Giugno 2021 22:34

Piccola scaramuccia di una guerra tra poveri organizzata ad arte da chi povero non è. Per i professionisti che hanno investito il loro futuro in settori che sono stati definiti “sacrificabili” ci sono state scelte politiche sciagurate, per altri sono state salvifiche, dipende dal punto di vista;
inutile azzannarsi fra chi c’ha rimesso di più e chi di meno.
Una buona attrezzatura da DJ può costare 20mila€.
Un dignitoso Music Club 2 milioni. Incassato zero, entrambi.
DJIguana, si compri un locale, paghi le spese fisse ed il personale (in regola) e poi ci racconti quant’è facile.
Oggi al mare suonavano quasi dappertutto. Simpatia?

Albert Nextein
Albert Nextein
12 Giugno 2021 20:09

Dei ristoratori, albergatori, gestori di locali, gestori di palestre solo poche decine in Italia hanno preso posizione e protestato attuando disobbedienza civile. Le richieste dei musicisti e DJ non potevano che cadere nel vuoto. Voglio sperare che di questo ne terranno conto quando il governo presenterà loro il conto delle tasse. Ottimo protestare. Eccellente la protesta fiscale. Lo farete? O chiederete l’aiuto e la solidarietà di chi vi ha tenuto fermi?