in ,

Caro Zingaretti, portaci al voto!

Caro Segretario Zingaretti,

non ho alcun titolo per scriverle, se non quello di essere un vecchio signore che continua ad amare l’Italia, anzi, dopo le ultime dolorose ferite, la ama ancor di più. Avendo il privilegio di essere stato per tutta la vita un apòta, quindi esente da ideologie e da ambizioni politiche personali, sono interessato a una sola cosa: veder uscire il “mio” Paese da questa situazione di giornaliero chiacchiericcio sul nulla e ovvio stallo politico. Il modo? L’unico democratico: far decidere i cittadini.

Mi creda, non possiamo più accettare di essere governati da una specie di Troika populista: un artista di varietà, un imprenditore digitale, un avvocato, nessuno di loro eletto. Intendiamoci persone degne, ma fuori scala rispetto ai tempi e ai problemi. Questa Troika sovraintende un gran numero di parlamentari eletti, oggi alla sbando. Purtroppo, in questi quasi due anni sono emersi, in termini di execution politico-operativa, tutti i loro limiti (mancanza di spessore politico culturale e totale assenza dei “fondamentali” minimi per gestire, non dico uno Stato, ma una cartolibreria). Non parliamo, per carità di patria, di questi ultimi quattro mesi. Non hanno ancora compreso la differenza fra sogno e realtà, fra ideologie elementari ed execution professionali: l’ultimo, il caso Ilva è da brividi. Un caso simile non deve più succedere, non lo meritiamo.

Il paese ha bisogno di un grande “rammendo” nelle sue articolazioni politiche, economiche, culturali, sociali, soprattutto umane. Abbiamo bisogno di riflessione, lavoro, silenzio. E da subito, visto che il mondo sta implodendo, sempre più fragile, sempre più esplosivo. Sarebbe meglio farlo con un nuovo governo, dopo che i cittadini avranno deciso se confermare o se modificare il loro voto del 4 marzo 2018. Caro Segretario, come ci hanno insegnato alle medie, in matematica “mai saltare i passaggi”.

Condividi questo articolo

23 Commenti

Scrivi un commento
  1. RE: Andrea Salvadore
    Salvatore condivido e sono solidale con te, nonostante io sia un pò più giovane non posso che rilevare la tua saggezza e pensare che il cloun buffone Grillo voleva toglierci il voto…

  2. PER adl
    Lei é stato molto educato, io avrei usato altre parole. Che sia onesto é propio il dubbio, tutti questi polici che hanno approvato queste misure che hanno portato al fenomenno di una immigrazione di massa in Europa non vogliono riconoscere che hanno commesso unerrore fatale senzaavere una minima idea delle sue conseguenze. a me bastó guardare una carta geografica e dire:sono pazzi.
    Si nascondono dietro una moralitá malata che portará a una Europa afracanizzata e demoralizzata e non vogliono concedere il fatto che l’eliminazione delle frontiere sia stato un incentivo troppo generoso per non esserne approfittato e adesso il buon Zingaretti lancia alla palestra il Jus Soli, ovvero un’altro incentivo per una nupva immigrazione massiva di donne incinte, questo onesto, sincero ma bugiardo esponente della casta che che svicola i problemi dei suoi cittadini propone un’altro incentivo per una maggior immigrazione.
    A questi cattocomunisti non gli preoccupano le conseguenze delle loro “buone” untenzioni, gli basta il dolce suono della approvazione papale.

  3. Ho letto solo alcuni dei commenti, non tutti, senza dilungarmi troppo, desidero esprime massima solidarietà e condivido appieno quanto segue:
    Anch’io pensavo che il segretario del PD fosse un politico diverso,invece è peggio degli altri, non si rendono conto di non essere in grado di prendere il giro nessuno, nemmeno il meno navigato dei cittadini, con la loro retorica, le loro affermazioni,oggi dicono una cosa e dopo alcuni giorni il contrario,tentano di giustificare, con un puerile e stonato giro di parole, i loro comportamenti;
    sono altrettanto solidale con chi afferma che i 5 stelle non sarebbero in grado di amministrare una cartolibreria, sono dei dilettanti allo sbaraglio, povera italia in quali mani ci stiamo ritrovando.
    Subito al voto.

  4. Ruggeri, considero la sua una lettera a nuora affinchè quirisuocera intenda. Un manager della sua statura, non fa tali errori nella valutazione degli uomini. Zingaretti se fosse stato quello che lei auspica, avrebbe già staccato la spina, anzi non l’avrebbe mai inserita.

  5. Signor Ruggeri lo accompagno nella tristezza e probabilmente nell’etá perché ho giá passato i novanta ma non posso assolutamente condividere la sua opinione ottimista dell’¡attuale segretario del PD avendolo udito tuonare e giurare che mai e poi mai avrebbe collaborato con i pentastellati.
    In una cosa sono d’accordo: bisogna ridare il voto ai cittadini. É finita l’era delle menzogne con le quali i vecchi partiti, includendo il PD, volevano insegnare al popolo cosa pensare, e il signor Zingaretti, nel mezzo della tragedia nella quale vive il paese, non sa pensare che una minuzia come il Jus Soli, é completamente spaesato. Le ultime elezioni hanno mostrato che il popolo aveva finalmente visto la grande menzogna che ha avvelenato la politica italiana da anni e ha votato per il M5S senza darsi conto che era solo una farsa di dilettanti. Credo, e fortemente spero, che abbia ora imparato la lezione e che voti per chi voglia risolvere veramente i nostri attuali ed anche annosi. problemi. Sogno di un italiano che non abbia bisogno di una raccomandazione per lavorare, che sia sicuro di non essere aggredito, che possa far ricorso a istituzioni di salute pubblica. Non é semplice, ha bisogno di una vera rivoluzione, meno leggi, meno permessi, meno burocrazia, meno religione, meno ammonizioni papali, ma piú premi per la volontá di essere un homo sapiens con una coscenza propia.

    • @Andrea Salvadore, complimenti per la sua età, che conferma il detto Africano, che la saggezza viene con tanti anni a risolvere problemi, ed imparare da essi.

      Seguendolo su questo Blog, si percepiva una mente riflettiva di come affrontare i problemi.

      La ringrazio per avere aggiunto alle mie esperienze.

      • Per cominciare occorre cambiare l’articolo 67 della Costituzione in modo che Senatori e Deputati abbiano il Vincolo di Mandato verso i propri elettori. Attualmente, essendo senza vincolo di mandato, possono non approvare quanto hanno promesso durante la campagna elettorale. In tal caso, in un democratico Paese normale con un normale senso di decenza, dovrebbero dimettersi e non passare al “Gruppo Misto”, spesso tenendosi anche i “trenta denari” del tradimento verso i propri elettori. Nel sopra citato paese normale, se un Governo non ha più la maggioranza, è necessario ricorrere ad una nuova votazione. Quello che sta succedendo in Italia è insopportabile; il molto discutibile trasformismo sorto alla fine dell’ottocento, è diventato, con la nostra Costituzione, un TRASFORMISMO PARTITOCRATICO, dove i partiti, caduto il governo, prima di far votare gli elettori, sono incaricati di condurre trattative per trovare una maggioranza, che costituisca un eventuale nuovo Governo. Inoltre i nostri litigiosi politici, avidi di potere, troppo spesso fanno uso di parole fuorvianti o astratte per non farci percepire con chiarezza i problemi concreti, proponendoci inconcludenti soluzioni provvisorie piuttosto vaghe e futuribili ed istituendo Commissioni di Studio ed Enti inutili con enorme spreco di denaro.
        Voglio solo ribadire che questi politici non stanno risolvendo seriamente i problemi, SONO IL PROBLEMA.

  6. Scusi Dr. Ruggeri, ma se ieri rifllettevo sul tecnicamente morto di colui che non sorride oggi lei ha resuscitato una morta. Ha avuto questo potere.
    Nel suo pezzo vi è il non “saltare i pssaggi” , la capacità gestionale di Signori nemmeno adatta ad una cartolibreria ( lo desumo io, l’alta dirigenza di Stato) e lei si apppella a Zingaretti?
    Alzo le braccia Dr, Ruggeri perchè o non riesco ad arrivare ad una sua raffinatissima capacità tatticostrategica oppure mi sfuggono i passaggi non saltati dalla stesso Zingaretti per essere arrivato ad occupare la posizione sia nel partito che nella Regione Lazio in assenza dei quali , comunque anche costui resta inadatto, come gli attuali detentori dello scettro del comando, di gestire una cartlibreria.
    La prossima missiva la mandi a DIO (glie lo consiglia un atea)!

  7. Con troika ritengo che Zinga adduca non a quella europea composta da tecnici dell’Unione europea, della Banca centrale europea e del Fondo monetario internazionale, ma alla composizione un artista di varietà, un imprenditore digitale, un avvocato. (Grillo, Conte e Di maio o Casaleggio) Quindi il PD non viene neanche considerato come alleato e allora Salvini aveva ragione ad uscire da una coalizione di parte con la politica del no, si, ma, forse tornerò.
    Zingaretti prendiamo atto della tua richiesta e attendiamo che tu faccia cadere il governo, altrimenti resta un diversivo nel tentativo che ammettendo gli errori del PD ti portino voti.
    Un’altra pernacchia al popolo?

  8. Spero che Zingaretti faccia durare a lungo questo governo. Si vota ogni 5 anni non ogni 5 mesi perché si vogliono più poltrone.

      • @lucia, se leggi i commenti più recenti, capirai perché non sono d’accordo con Sal.

        Ma che altre scelte esistono?

        • le scelte arriveranno da sole perché il mettersi insieme, pd e 5s, ha messo a nudo la loro inconsistenza politica: il pd è stato subito mollato da Renzi, che abilmente tesse le trame per il suo tornaconto; i 5s stanno in crisi isterica da amante tradita, e l’ unico che potrebbe ridare dignità alla politica sarebbe Zingaretti, senza andare necessariamente al voto, ma facendo decidere al presidente Mattarella, magari dopo un serio esame di coscienza

          • @lucia, un ragionamento condivisibile. Grazie ancora per il tuo “input”.

  9. Perché vuole le elezioni ? Ah, cioè lei vuol dire che sicuramente il prossimo governo sarà migliore di questo? Ma certamente perbacco !… A dire il vero m ricorda tanto “Dialogo tra un venditore d’almanacchi e un passeggere” in cui tutte le volte l’anno a venire sarebbe sicuramente stato migliore dell’attuale…gli stessi ragionamenti possono valere per analogia anche qui.

    • @claudio zanella, io spero che nessun nuovo governicchio sia peggio di questo, perché sono nato ottimista.

  10. @Riccardo Ruggeri, il suo appello e degno di un VERO uomo di Stato. Spero solo che qualcuno lo ascolti, per il BENE del nostro Paese.

    La ringrazio.

    • Zingaretti sta facendo il ” bene” del nostro paese, ma non si sta accorgendo che non sta facendo ” bene” del suo partito, ma questi sono affari suoi

      • @lucia, credo che tutti due abbiamo “ragione”, il mio implacava anche il tuo, senza entrare nei dettagli, però ti ringrazio di esserci!

      • @lucia, la notte porta consiglio, e riflettendo, hai ragione, perché il problema è nell’ignoranza (non stupidità) dei politici 5S di come si governa un paese allo sbando.

        Dunque si riflette in modo negativo al PD.

        Grazie per avermi stoppato!

      • avete sostituito, come protagonista dei vostri incubi, Berlusconi con Salvini.
        Avete fatto bene perchè, essendo molto più giovane, avrete anni ed annorum di ulteriore sopravvivenza – per quanto misera – agitando lo spettro del fascista di turno.
        E questo sarebbe il vostro progressivismo ?

        • Qui c’è poco da agitare. Nessun nemico, nessun incubo. Soltanto un uomo che propone defandezze politiche da combattere aspramente e che fa anche un po’ sorridere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *