Politica

Caso Fidanza, arriva l’archiviazione: la “lobby nera” non esisteva

6k 7

Ve la ricordate l’inchiesta sulla lobby nera? Sicuramente sì, perché per settimane, anzi per mesi, si parlò con trasmissioni tv, articoli, inchieste, reportage esclusivi e quant’altro di questa fantomatica lobby nera che riuniva una parte del mondo politico e imprenditoriale nel territorio di Milano.

La principale personalità che era stata interessata da questa inchiesta era l’europarlamentare di Fratelli d’Italia, Carlo Fidanza. Questa inchiesta suscitò un forte dibattito anche nell’opinione pubblica con accuse nei confronti di Fidanza e accuse in generale nei confronti del mondo della destra di avere interessi occulti e quant’altro. Bene, qual è il risultato? Dopo un po’ di anni da questa inchiesta, il risultato è che il GIP di Milano ha archiviato l’indagine su Fidanza e le altre personalità che sono state coinvolte in questa inchiesta.

Leggo testualmente: archiviata perché “il GIP sosteneva l’assenza di elementi per sostenere le accuse di finanziamento illeso dai partiti e riciclaggio, per cui era stata aperta l’indagine della Guardia di Fidanza”. Detto in soldoni, non c’è sostanzialmente nulla, nessun fatto, niente di concreto. Per cui la cosiddetta inchiesta sulla lobby nera viene archiviata.

Ora, che cosa ci spiega questa storia? Questa storia ci spiega, anzitutto, la centralità e l’importanza di una visione garantista, per cui dobbiamo evitare che il semplice fatto che vi sia un’inchiesta giornalistica, in cui vengono messe sul campo determinate illazioni, che poi non corrispondono a fatti, debba far sì che nei confronti di un politico parta la cosiddetta gogna mediatica. E questo è il primo elemento. Il secondo elemento riguarda non solo l’opinione pubblica, ma riguarda anche il mondo della destra: bisogna evitare di lasciarsi influenzare da queste inchieste che poi, come in questo caso, ma gli esempi possono essere molteplici, finiscono nel nulla. Meglio aspettare di avere delle evidenze concrete prima di esprimere dei giudizi.

Francesco Giubilei, 7 febbraio 2024

Nicolaporro.it è anche su Whatsapp. È sufficiente cliccare qui per iscriversi al canale ed essere sempre aggiornati (gratis).

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli