Commenti all'articolo Ci mancava la task force sul sesso pandemicamente corretto

Torna all'articolo
Avatar
guest
36 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Catia
Catia
19 Giugno 2020 22:48

E dopo i TSO della “Polizia del Pensiero”, le censure del “Ministero della Verità”, la “Novalingua” imposta con l’epurazione del passato, ecco arrivare la “Lega Giovanile Antisesso” dedicata anche ai più anzianotti.
Orwell avanza a passo spedito.

Emanuele
19 Giugno 2020 16:23

Rocco Siffredi come consulente sarebbe un’ottima idea. Almeno ce ne sarebbe uno che sa di cosa parla.

Gaetano79
Gaetano79
18 Giugno 2020 14:19

Se si parlasse seriamente di malattie sessualemente trasmissibili (MTS), emergerebbero conclusioni politicamente scorrette: in certi gruppi sociali, le MTS sono più frequenti rispetto alla media generale.
Per fare un esempio, pensiamo alle statistiche dei contagi da HIV in Italia. Le cause principali (anno 2018) sono: 40% rapporti eterosessuali, 39% rapporti omosessuali maschio-maschio (pudicamente abbreviati come MSM, “maschi che fanno sesso con maschi”). Fonte:
http://www.salute.gov.it/portale/news/p3_2_1_1_1.jsp?lingua=italiano&menu=notizie&p=dalministero&id=3963
É da notare che anche negli altri Paesi Occidentali, le statistiche sulle fonti di contagio sono simili a quelle italiane (nonostante siano passati 40 anni dalla scoperta dell’HIV).
Secondo le statistiche più attendibili, la percentuale di omosessuali nella popolazione umana é inferiore o uguale all’1%. Supponendo che questo valore si riscontri anche in Italia, si ottiene un risultato politicamente scorretto: tra gli uomini omosessuali il contagio dell’HIV é di gran lunga più frequente rispetto agli eterosessuali. Le cause sono: 1. Scarse precauzioni. 2. Frequenti rapporti con partner occasionali. 3. Maggiore probabilità di trasmissione dell’HIV durante i rapporti anali.
Secondo voi, all’interno di questa task force “pandemicamente corretta”, emergerebbe questa sgradevole evidenza?

Cristina
Cristina
18 Giugno 2020 12:23

Sicuramente quello che partorirà questa ennesima task force sarà comico. Il tragico sarà che una marea di italiani lo considererà il verbo.
Se dicessero che si può fare sesso solo il sabato o la domenica perché sono i giorni in cui anche il virus riposa, molti farebbero così, se già non lo fanno.
Basta guardare cosa ,per esempio, sta succedendo con la museruola. Le persone hanno accettato di farsi spaventare talmente che la mettono in macchina da sole, quando camminano per strada e se per caso ce l’hanno sul mento appena vedono un altro la tirano su di corsa, perché è risaputo che il virus è come il demonio in un film di qualche anno fa, anzi peggio: basta che ti passi vicino e te lo becchi. C’è una parte di paese a cui si può far accettare praticamente tutto. Il guaio è che anche noi ne paghiamo le conseguenze.