Commenti all'articolo Cingolani: al ministro verde va di traverso la carne

Torna all'articolo
Avatar
guest
57 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Guido
Guido
12 Aprile 2021 15:03

Cingolani dice una cosa risaputa: ecco che cosa scrive un analista della società finanziaria Decalia: Ormai la maggior parte di noi è consapevole che la tradizionale dieta onnivora non sia sostenibile. Non solo è fondamentalmente poco salutare, ma sta anche mettendo a dura prova l’ambiente – oltre a sollevare questioni etiche. Le diete flexitariane, che privilegiano l’assunzione di alimenti di origine vegetale ma consentono un consumo occasionale di carne, stanno rapidamente prendendo piede, in particolare tra i millennials. L’urgenza ambientale di abbandonare la carne è evidente. Oggi, metà del raccolto mondiale viene utilizzato unicamente per nutrire il bestiame, con un rapporto di conversione inefficiente (sono necessari 8 kg di mangime per produrre solo 1 kg di carne bovina). Dal punto di vista della salute, sebbene gli studi scientifici non siano stati in grado di concludere con certezza che una dieta a base vegetale determini una durata di vita maggiore, dal momento che molti vegetariani non adottano stili di vita poco salutari, vi sono sempre più prove che la riduzione dell’assunzione di carne aiuti a ridurre la pressione sanguigna, il colesterolo ed i livelli di glucosio, nonché il peso corporeo.

Vittorio
Vittorio
10 Marzo 2021 9:48

Il nazionalismo vincera’ proprio per questo motivo. Ciascuna nazione dovra’ per necessita’ limitare le nascite ma questa necessita’ non verra’ avvertita da quei popoli che possono puntare sulla migrazione come soluzione al loro aumento demografico. Ne deriva la fine ineluttabile e prossima della linea permissiva ed umanitaria alle migrazioni clandestine. Per conseguenza il controllo delle nascite diverra’ un obbligo in tutte le nazioni. Comunque il problema dell’aumento degli uomini sul pianeta non e’ certo ecologico visto che la massa complessiva degli esseri viventi ci vede partecipi n misura inferiore all’1% . Il problema e’ culturale e morale visto che bisogna assicurare ai figli degli esseri umani cure, scuole, case, lavoro, amore e pace.

Guido Viero
Guido Viero
7 Marzo 2021 12:59

Sono completamente d’accordo con con Cingolani e trovo le risposte di Porro vere ma non in contraddizione con le affermazioni del neo ministro.
Che l’ambientalismo sia la nuova sinistra mi trova in totale disaccordo.
Gli àmbientàlisti si basano su basi scientifiche ormai universalmente riconosciute. Fa un po’ paura guardare in faccia la realtà, ma non serve a molto fare finta di nulla o dare del fazioso a chi lo fa.

Federico
Federico
7 Marzo 2021 11:37

E , Che Cingolani magari ha pure ragione .
ma Mai Mai che si faccia riferimento ad un contenimento della crescita umana globale.
Alla fine non e’ questo il vero problema. ?.
E poi se la prendevano con i Cinesi che avevano imposto il figlio unico.
vuoi vedere che avevano ragione pure su quello??.
O ci sono troppi interessi a mantenere questo sistema ?? business & business !!