in ,

Cofferati choc: “Pensionati no vax? Togliamogli assistenza”

La soluzione di Cofferati per convincere i no vax: sanzioni sul reddito ai lavoratori e meno assistenze ai pensionati

Dimensioni testo

Cofferati: "Per convincere gli anziani a vaccinarsi, si agisca sull'assistenza"

La guerra a lavoratori e pensionati non vaccinati secondo Sergio Cofferati. A sentirlo ora si fatica a pensare che sia stato segretario generale della Cgil, cioè quel sindacato che pensionati e lavoratori dice (o diceva) di difenderli contro tutto e tutti. Ospite qualche giorno fa a Tagadà, su La7, l’esponente non eletto di Sinistra Italiana ha proposto la sua illuminante idea per convincere anziani e operai no vax a fornire il braccio per la punturina del generale Figliuolo. In sintesi: più tasse e meno assistenza.

Il ragionamento parte dal super green pass, deciso dal governo e operativo dal prossimo 6 dicembre. Per Cofferati il lasciapassare è “utile” ma non risolutivo: quello che servirebbe, dice, è “la vaccinazione obbligatoria”. Ok, “vaccino per tutti” e “soluzione drastica”. Resta però un problema: se uno non si vuole vaccinare in nessun caso, quale sanzione applichiamo? “Se si fa la legge con l’obbligo – spiega l’ex segretario Cgil – poi ci sono le conseguenze per il mancato rispetto della legge”. E “nel caso specifico del lavoro dipendente o autonomi si può fare un’azione sul reddito”. Tradotto: sospensione dal lavoro (non il licenziamento) per i subordinati e più tasse per il non vaccinato autonomo, che già non può andare al bar, al ristorante, a teatro, al cinema, allo stadio e ora, nella testa di Cofferati, dovrebbe pure pagare pegno in termini di Fisco per la sua legittima scelta di non sottoporsi a vaccinazione.

Peggio mi sento per i pensionati. Per gli anziani che non vogliono vaccinarsi, la soluzione per “convincerli” ad accettare Pfizer o Moderna è attuare “penalizzazioni di altra natura”. Quali? “Bisogna agire sulle protezioni sociali che ha: gli devi spiegare che se non si vaccina mette a repentaglio non solo la sua salute, ma quella di chi gli vive interno. Forse qualche assistenza della quale oggi gode viene messa in discussione”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
82 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Maridia Tirelli
Maridia Tirelli
8 Dicembre 2021 14:46

sono sgomenta:mio padre per tanti anni ha creduto nel supporto che i sindacati potevano dare ai lavoratori…oggi sentire Cofferati che dice certe cose mi lascia tanto amaro in bocca.Si puo’anche non essere d’accordo con chi non si vaccina,si puo’anche cercare di convincerlo ma arrivare a negare ad un pensionato magari anziano e non in salute che magari per paura o per motivi suoi non vuole vaccinarsi l’ASSISTENZA e’crudele e indecoroso…l’Italia non e’piu’una repubblica fondata sul lavoro ma sul vaccino

Simonetta
Simonetta
6 Dicembre 2021 18:47

Avessi pagato tu le tasse che hanno pagato i nostri anziani ti porterei anche rispetto brutta *****

Alex Paradiso
Alex Paradiso
6 Dicembre 2021 8:12

Non ho parole …. un sindacalista (ex) che fa la guerra agli operai, ma dove lo si è mai visto ? Questo essere ignobile richiede un TSO urgente e permanente (proprio a vita) …. Cofferati sei un pezzo di mer_da e devi andare affa_ncu_lo

Carmelo
Carmelo
4 Dicembre 2021 11:53

Spero che il C19 RISERVI A VOI SERGIO E PRESENTATRICE UN’attenzione PARTICOLARE

Carmelo
Carmelo
4 Dicembre 2021 7:59

Cofferati il CO.vax

Giuseppe
Giuseppe
4 Dicembre 2021 7:38

Un campionario di PROVVEDIMENTI di quelli che hanno fatto felici i compagni DELL’URSS.

Shane
Shane
4 Dicembre 2021 6:46

Signore e signori ecco a voi un povero vecchio idiota….poverino l hanno messo davanti alle telecamere e lui si è dimenticato le pastiglie….eppure a LA7 nn par vero di andare per ospizi a dare la voce a chi non si rende conto di quel che dice pensando di essere a carosello

giùalnord
giùalnord
4 Dicembre 2021 0:03

I parassiti piano piano distruggono i tessuti dell’ospiti. Allo stesso modo questa gentaglia ha eroso dall’interno delle istituzioni i diritti negati dei lavoratori: corrotti all’ennesima potenza.