Commenti all'articolo Come gli influencer hanno ucciso gli intellettuali

Torna all'articolo
Avatar
guest
9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Francesco Giuliano
Francesco Giuliano
18 Settembre 2020 19:47

Gli unici influenzer che mi sono stati utili nella mia vita sono gli insegnanti di60 fa loro si che degnamente lasciavano un segno di tutto rispetto ,purtroppo la scuola è stata oltre che violata svuotata dei valori ;a contribuire il tutto in primis i decreti delegati con le loro assurde contestazioni sulla didattica e oltre e come non bastasse la politichesi infiltrata più che mai ,oggi ci meritiamo personaggi pseudo intellettuali da odiens purché assolvano il compito di intrattenitori senza valore perché fa moda e sciccheria

Giovanna
Giovanna
13 Settembre 2020 20:20

Gli influencers? Una massa di furboni che hanno capito come fare soldi senza fare assolutamente nulla. I followers? una mandria di acefali che segue pedissequamente il gregge. In più, basta mostrare una tetta o un c.ulo (chiedo scusa, ma ci sta tutta!) per guadagnare un like in più e farci un sacco di soldi, alla faccia dei coglionazzi che “seguono”!

luna 75
luna 75
13 Settembre 2020 18:07

Certo. Propongo le ultime tre righe

Davide
Davide
13 Settembre 2020 17:02

Grande Andrea.
Ci tocca avere pazienza e lavorare nell’ombra per preseverare il pensiero, la musica, la poesia, il gusto, l’estetica, i valori dei grandi uomini e delle grandi donne.
Non è affatto un compito facile.
È tutt’altro che altisonante ma alla lunga è gratificante.
Diceva Franco Sorrentino, grande liberale Barese; “Purtroppo, alla lunga, ci si stanca ad avere sempre ragione”.