in

Così Kamala Harris ha schivato la quarantena

Dimensioni testo

C’è una singolare ironia nelle cose della vita. Mentre nel fine settimana il presidente degli Stati Uniti Joe Biden definiva “assassini” tutti gli americani non ancora vaccinati, circa metà della popolazione, caricando di ulteriori responsabilità di censura i social media, a infettare la Casa Bianca ci hanno pensato alcuni politici “irresponsabili”, sebbene insospettabili. Ovvero la truppa di una cinquantina di eletti Democratici, volati con un jet privato, tutti allegramente seduti senza mascherine e distanziamento sociale, dal Texas a Washington D.C. Accolti dalla stampa come eroi in fuga da un terribile dittatore – il pericolosissimo governatore del Texas Greg Abbott, reo di voler imporre l’esibizione di un documento d’identità per tutti alle prossime elezioni – la pattuglia dei “desaparecidos” ha portato dentro le sacre stanze del potere il temuto coronavirus, da cui già 5 dei legislatori sono risultati infettati.

L’ipocrisia della stampa liberal sui democratici

Nessuno della grande stampa liberal americana ha avuto il coraggio di biasimarli o di definirli “untori”. Perché se a violare le regole Covid, che anche negli Usa impongono l’obbligo di indossare mascherine a bordo, si tratta di esponenti del partito di Biden, i media si voltano dall’altro lato, fischiettando. A marzo era già stato beccato senza mascherina, fotografato da un passeggero, l’inviato Usa per la transizione climatica John Kerry. Beccato a volto scoperto, in prima classe, durante un volo diretto da Boston a Washington. Con un po’ di imbarazzo, l’algido Kerry aveva sostenuto di essersi sfilato la mascherina solo per alcuni istanti, mentre leggeva il giornale. Non stava mangiando né bevendo. Ma era in missione per la salvezza climatica del pianeta. Ogni tanto, per un impegno così gravoso, era pur logico dovesse respirare. Incalzata dalla stampa conservatrice, l’American Airlines, la compagnia su cui Kerry viaggia quando non usa il suo jet privato, era stata costretta ad ammettere che l’illustre passeggero “non avrebbe dovuto farlo”. Eppure, le compagnie aeree americane hanno usato metodi ben più brutali in altri casi di infrazioni al regolamento Covid a bordo. In rete esistono molti video di passeggeri bruscamente redarguiti, e in alcuni casi addirittura fatti sbarcare, solo perché i figli non riuscivano a indossare la mascherina per tutto il volo. Senza deroghe, nemmeno per allattare o per bimbi minori di tre anni.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
20 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Andreotto Giuli
Andreotto Giuli
21 Luglio 2021 16:36

Il «democratico» John Kerry beccato in aereo senza mascherina? Anziché trovare scuse puerili, doveva dire le parole magiche «I can’t breath».

Giovanni Zurolo
Giovanni Zurolo
21 Luglio 2021 13:57

Anche in risposta a @art3mide: diversamente dall’Italia, in molti stati americani non c’è l’obbligo di possedere un documento di identità, se hai la patente basta e avanza per tutte le verifiche. Può accadere quindi che un cittadino americano non abbia documenti con sè che attestino la sua identità. Per esercitare il diritto di voto è necessario registrarsi preventivamente nella lista dell’elettorato attivo. Perciò, fino ad adesso è bastata una autodichiarazione al momento del voto, ma evidentemente il sospetto di brogli elettorali sta spingendo alcuni stati a richiedere un documento di identità vero e proprio.

flavia casadio
flavia casadio
21 Luglio 2021 12:22

Sono sempre i moralisti e i bacchettoni a farsi scoprire con le mani nel sacco.

art3mide
art3mide
21 Luglio 2021 9:31

Scusate mi ha colpito un’altra cosa (l’articolo non fa che evidenziare comportamenti già noti di cose che succedono anche qui in Italia quando c’è di mezzo la sinistra), gli americani votano senza esibire il documento d’identità???

Maurizzzio
Maurizzzio
20 Luglio 2021 20:16

Penso che il resto del mondo ogni sera debba recitare una preghierina perche’ l’attuale presidente USA si mantenga sufficientemente in salute fino a finire il mandato in modo che la Vicepresidenta torni come tale all’oblio cui è destinata

Victor
Victor
20 Luglio 2021 17:28

Il doppiopesismo è il marchio di fabbrica della sinistra mondiale.

Maria B.
Maria B.
20 Luglio 2021 17:01

Niente di nuovo sotto il sole!
Anche in Italia dopo il servizio, andato in onda nel programma zona bianca, in cui a politici di tutti gli schieramenti veniva chiesto se si fossero fatti vaccinare, gli unici contestati come novax sono stati Salvini e Meloni.
Questo nonostante quasi tutti gli intervistati abbiano dichiarato di non essersi ancora vaccinati!
Come sempre due pesi e due misure!

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
20 Luglio 2021 16:59

Americani, avete votato (forse) la Kamala e i fighetti radical chic? Ora godeteveli!

I nostri ce li godiamo noi, purtroppo. Senza che abbiano vinto un’elezione negli ultimi dieci anni…