in

Covid e cure domiciliari, le fake anti-Ivermectina

Ivermectina covid
Ivermectina covid

Dimensioni testo

di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

Ivermectina è un farmaco per cavalli. Ha riproposto un po’ ironicamente Dagospia, riprendendo Francesco Malfetano per il Messaggero. A dire la verità, l’aumento di citazioni e discussioni sull’Ivermectina, di cui siamo come autori in parte responsabili, era originato da menzioni su Twitter di questo studio, uscito a giugno, che è una rassegna (detta “meta analisi”) di altri 15 studi clinici e conclude “evidence found that ivermectin prophylaxis reduced COVID-19 infection by an average 86%” ovvero che la profilassi con Ivermectina riduce il contagio Covid19 in media dell’86%” (Ivermectin for Prevention and Treatment of COVID-19 Infection: A Systematic Review, Meta-analysis, and Trial Sequential Analysis to Inform Clinical Guidelines).

Cos’è l’Ivermectina

In questo studio non si parla però di cavalli o altri animali come pensano al Messaggero e Dagospia (povero Dago che fine hai fatto!) a meno di non considerare come tali africani, indiani, peruviani e altre popolazioni tropicali che dal 1995 usano normalmente l’Ivermectina. È innanzitutto completamente falso che ci sia un “boom di avvelenamenti” in Usa, questa è una tipica fake, perché se si prova a cercare, non si trova neppure un decesso associato all’uso di Ivermectina. Questo è un farmaco in uso dal 1995 nei paesi tropicali e centinaia di milioni di persone, esseri umani, non cavalli o altri animali l’hanno ingerito, tanto è vero che è stato possibile per studiosi di venti paesi diversi, da Israele, all’India, agli Usa, al Giappone, studiarne gli effetti. In Africa, ad esempio, dagli anni ‘90 si tengono periodiche campagne a base di Ivermectina per combattere vari parassiti e malattie virali.

Negli ultimi trent’anni non sono mai stati riportati casi di morte associati all’uso di Ivermectina (salvo errori di iperdosaggio). Si tratta di un farmaco sicuro, perché appunto in tutto questo tempo probabilmente un miliardo di persone l’ha assunto. E il suo inventore, Satoshi Omura, ha avuto il Nobel per la Medicina nel 2006. Youtube però ha rimosso un video del Nobel Omura che parlava di Ivermectina per la Covid19. Come questo studio “Covid19: L’enigma africano dell’Ivermectina” documenta, confrontando una ventina di paesi in cui la profilassi con Ivermectina è stata adottata con altri simili in cui invece non è stata usata, si è notato un effetto marcato sulla mortalità da Covid 19. L’enigma dell’Africa (e anche India) è infatti come mai la mortalità Covid19 finora sia circa 100 volte inferiore a quella in Italia o Usa.

Gli studi sull’Ivermectina

Gli studi riferiti all’uso dell’Ivermectina per la Covid19 sono oltre ottanta, non uno come scrivono al Messaggero, e abbiamo citato quelli israeliano recente in un articolo su questo sito, ma c’è solo l’imbarazzo della scelta. In Australia ad esempio un protocollo di cura per la Covid, nello Stato Usa delle Hawai il capo della Sanità che la raccomanda. È vero che il CDC e FDA Usa non la raccomandano e ha anche twittato contro l’Ivermectina, ma se si va a leggere dice “The FDA has not reviewed data to support use of ivermectin in COVID-19 patients to treat or to prevent COVID-19” cioè “non abbiamo studiato i dati a favore dell’uso dell’Ivermectina per la Covid19”. Quindi, per qualche motivo a noi sconosciuto dopo un anno e mezzo le autorità Usa non lo hanno voluto studiare.

In Asia però è diverso. A Tokyo, il presidente dell’Ordine dei Medici ha tenuto una conferenza stampa per invitare tutti i medici giapponesi ad usarla e lo sta dicendo da un anno, da settembre scorso, per cui molti medici di famiglia in Giappone seguono le indicazioni dell’Ordine dei Medici giapponesi probabilmente. Dato che siamo allergici alle “fake news” ci siamo presi la briga di andare a tradurre l’articolo originale che menzionava la conferenza stampa.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
76 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
spirito libero
spirito libero
2 Settembre 2021 12:04

è tutta una FAKE NEWS…tranne che i vaccini …..quelli sono benedetti …la verità è gestita dal potere miliardario , dove può permettersi di montare e smontare qualsiasi cosa ..noi siamo solo complottisti.

tom
tom
2 Settembre 2021 8:34

Le dosi da cavallo sono quelle che servono per avere qualche risultato, pare.
In ogni caso non può sostituire il vaccino perché non produce anticorpi.

Davide V8
Davide V8
2 Settembre 2021 1:56

Questa sparata del regime sui cavalli mi fa pensare che funzioni veramente.
Se qualcosa non funziona, basta ignorarlo e scompare in fretta, senza inventarsi queste ridicole stupdaggini.

Peccato non ci siano più i cani da guardia.
Era divertente farli a pezzi.
Ma non dimentico.

Marco Pulici
Marco Pulici
1 Settembre 2021 19:50

ivermectina è in studio come altre assiciazioni di antivirali. molti studi in eu. bisogna aspettare i risultati. a proposito di giappone ricordate l’avigan? spiacente per il sito del dott Porro, state cavalcando una tigre immaginaria, sembrate i BLM della medicina.

Paolo
Paolo
1 Settembre 2021 19:18

Ok, ma esiste un modo di procurarselo? I medici del Ssn sono sul libro paga del SSN e se il ministro Speranza afferma che il vaccino è l’unica cura, loro fanno quel che dice. Perciò dove deve andare un cittadino che non sia un trafficante di droga per acquistare l’ivermectina?

Si Rio
Si Rio
1 Settembre 2021 18:08

Prima hanno detto 70%.
Ora 80%.
Ricciardi ha dichiarato oggi che il prossimo passo sarà il 90%.

Alex
Alex
1 Settembre 2021 15:52

COVID IS A BUSINESS

WlaZuppa
WlaZuppa
1 Settembre 2021 15:25

Ma se è così buona l’Invermectina? Perché… per fare degli esempi… Israele, GB, Giappone, Francia, Germania, Canada, USA, Cina ecc ecc ecc stanno vaccinando i loro cittadini e non stanno usando l’Invermectina?