in

Crisi di governo: Renzi stacca la spina (domani…)

renzi faraone
renzi faraone

Dimensioni testo

Scintille nella maggioranza, ma sono petardi di carta. Vuoi perché la maggioranza non c’è, c’è una faida interna che manco ai tempi della vecchia Balena Bianca; vuoi perché nessuno si sogna di staccare la spina, come ammette Renzi, il Signore dei garbugli: il Parlamento pieno di verginelle incinte ma appena appena, come l’ineffabile senatore Faraone che, a parole, striglia il governo, che come parlamentare Italovivo sostiene, con accenti che manco un Salvini in astinenza da Nutella.

E si capisce: tutti sono terrorizzati all’idea che la legislatura naufraghi prima di maturare la pensione a vita. Vanno capiti, è gente che ha sbancato al Jackpot della vita, non sanno fare niente e niente torneranno a fare, il loro slogan è: “È tanto che aspettavo un’occasione così”. Quindi farciscono i media di interviste stentoree in cui, in particolare i renziboys & girls, minacciano di ritirarsi come non ci fosse un domani: però domani, sempre domani. Domani è un altro giorno, si medierà. Tanto c’è il lockdown a ore, a fasi, a strisce che provvidenzialmente blocca tutto, in politica perdere tempo è guadagnare tempo, poi se il paese affoga nella morta gora, peggio per il paese: un modo per scaricare il barile della colpa si trova, si trova, sui governi di prima, sul riscaldamento globale, su Trump, sui sovranisti, sulle scie chimiche, sulle macchie solari, sul destino cinico e baro.

Indietro, Savoia! Tra i più angosciati, quelli di Leu, formazione che aveva annunciato la propria autodissoluzione, ma sono i misteri del Palazzo, nella persona massiccia di questo Fornaro che un giorno sì e l’altro pure, con l’orrore negli occhi, scandisce vista telecamere: “Una crisi oggi sarebbe un atto di irresponsabilità verso il popolo”. Sempre loro, questi compagni: si preoccupano per il popolo, cioè il popolo sono loro.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
17 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Corsaro Nero
Corsaro Nero
7 Gennaio 2021 11:16

Certo, sentire uno che dice’ non c’è rischio di elezioni’ fa venire i brividi…………rischio? Ma le elezioni non sono la più alta espressione della democrazia? In mano a questi cialtroni siamo………

Laval
Laval
5 Gennaio 2021 21:33

Stacca la spina? Lui, il promettitore che non avrebbe fatto più politica,
Io non ho resistito e ho ascoltato fino alla fine, tra lo stai tranquillo, il rottamatore, il lazzarone alzati e cammina, non ho mai smesso di toccare ferro.
Il salvatore delle banche, l’inventore delle 80 pecore, l’acquisitore dell’aereo presidenziale, il definitore dell’Italia, colui che risorge dalle ceneri portatore di una montagna di colata stromboliana.
Avrà il suo santo protettore napoletano con tutti i suoi TSO matti da morire dalle risate, ma ormai non gli credono più neanche i suoi compagni magna magna.
Staccando la spina non sente più la musica dei magnaroni e quando mai, non ci pensate neanche.
Adesso è il momento del filmato:
“Mezzogiorno di caccole e Ca-Ga”

Prisco
Prisco
5 Gennaio 2021 19:21

L abbiamo già scritto , parole parole parole soltanto parole ( Mina ).

German
German
5 Gennaio 2021 18:35

Se Renzi è conosciuto come “il Bomba”, ci sarà un motivo?
Ieri sera, dopo averlo sentito parlare 5 minuti a Quarta Repubblica, ho cambiato canale e visto un film.

adl
adl
5 Gennaio 2021 17:22

Dica la verità, Maximo, anche lei è rimasto esterrefatto ieri, abbiamo tutti assistito guardando QR, all’inarrivabile performance del rignanese di collina, nonchè creatore e costruttore del celeberrimo governo de’ Farlocconi, criticare i pieni poteri del governo da lui stesso messo in piedi a ferragosto per ragioni “istituzionali”, ovvero per sistemare i loro back side piuttosto che rischiare democratiche elezioni, dire che la sua eventuale e futuribile dipartita dal governo e liberazione delle 2 poltrone occupate, non è paragonabile alla donazione delle 8 poltrone lasciate dal Capitano nel 2019.
E la ragione è semplice, lui lascerà le 2 poltrone solo se e sottolineo se, gliene faranno prenderne almeno 4 in un eventuale e sicuramente obbrobrioso Conte ter, per maneggiare meglio i 209 mld del ricoveri fandonJa e solo per il “bene del paese”. Salvini lo fece, senza proferir verbo e senza ricevere nulla in cambio se non improperi dei nemici in parte degli amici e dei giornaloni falsi e bugiardoni che in un sol coro inneggiarono alla fine del “razzismo” all’inizio dell’età dell’oro, ed alla performance politica del rignanese “costruttore” delle magiche formule politiche per la migliore sistemazione dei back sides dei non eletti.

ARMANDO TERRAMOCCIA
ARMANDO TERRAMOCCIA
5 Gennaio 2021 17:11

Domanda dalle cento pistole ( copyright S.Paternostro ) : Se un Tizio ha guadagnato ” legalmente ” 12milioni di euro solo per aver presentato QUALCUNO a QUALCUNALTRO per l’acquisto di 1miliardo200milioni di euro in mascherine , cosa potrebbero guadagnare ” legalmente ” su 206miliardi di Euro quei Tizi che hanno messo quel QUALCUNO a comprare siringhe , mascherine , vaccini ed altro ? Pensate che siano tanto stupidi quei Tizi a lasciare che sia QUALCUNALTRO a guadagnare ” legalmente ” la jobba che ci sarà sui 206miliardi ?. Qui si tratta di pensare al futuro per generazioni e generazioni delle loro famiglie , non di fare gli interessi del popolo italiano . PS : I TIZI purtroppo sono tanti , incompetenti , incapaci ma non stupidi.
E mentre NOI discutiamo su Zone Rosse , arancioni , gialle quasi bianche e/o gialle rinforzate continuando a stare agli arresti domiciliari QUESTI continuano a prenderci per il K*** con la sacra benedizione della mummia tornata nel sarcofago dopo i 30minuti televisivi di fine anno.

marcor
marcor
5 Gennaio 2021 15:29

Non credo che Matteo staccherà ora la spina.

Erika
Erika
5 Gennaio 2021 15:25

Dalla rivoluzione francese non abbiamo imparato una beata mazza !