News

FONDI IN CRYPTO

I gestori di fondi del Regno Unito spingono per fondi negoziati su blockchain

Le società di gestione patrimoniale inglesi cercano l’approvazione per fondi negoziati su blockchain che emetterebbero token digitali.

I gestori di fondi del Regno Unito spingono per fondi negoziati su blockchain I gestori di fondi del Regno Unito spingono per fondi negoziati su blockchain

Le società di gestione patrimoniale britanniche stanno facendo pressioni sul governo per poter avviare una nuova categoria di fondi che utilizzi la tecnologia blockchain.

>> Scopri come funziona la blockchain nell’approfondimento di BTCSentinel.com

Secondo quanto riportato dal Financial Times, infatti, l’Investment Association sta cercando l’approvazione di fondi negoziati su blockchain che emetterebbero token digitali per gli investitori. L’investment Association è l’associazione che rappresenta il settore della gestione patrimoniale del Regno Unito.

L’Investment Association è convinta che l’utilizzo dei registri digitali delle blockchain per ottenere una maggiore efficienza nell’acquisto e nella vendita di fondi comuni farebbe risparmiare sui costi.

Il gruppo promuove anche la formazione di una task force per studiare come la tecnologia blockchain potrebbe facilitare la creazione di nuovi prodotti e servizi.

Chris Cummings, capo della Investment Association, ha dichiarato al Financial Times: “Una maggiore innovazione aumenterà la competitività complessiva dell’industria dei fondi del Regno Unito e migliorerà i costi, l’efficienza e la qualità dell’esperienza di investimento“.

Se la Financial Conduct Authority dovesse accelerare l’approvazione, i fondi negoziati su blockchain potrebbero partire già entro la metà del 2023.

La diffusione di fondi su blockchain

Il Financial Times, a questo proposito, rileva anche come la Franklin Templeton Investments, società di investimenti globale statunitense, abbia lanciato il primo fondo comune di investimento basato su blockchain già lo scorso anno in USA.

Le criptovalute sono ormai una realtà in molti ambiti e in molti paesi. Proprio per questo, la diffusione delle crypto sta spingendo molte società di investimento e molte istituzioni finanziare ad utilizzare fondi basati proprio su criptovalute e blockchain.

Secondo il rapporto della United Nations Conference On Trade And Development pubblicato a giugno 2022, inoltre, la pandemia ha allargato esponenzialmente la base di possessori di criptovalute: leggi l’approfondimento che abbiamo pubblicato insieme al rapporto della United Nations Conference On Trade And Development.

Giuseppe Vitagliano, BTCSentinel, 11 luglio 2022

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli