in ,

Dal mio lockdown volontario rifletto sull’Argentina

Dimensioni testo

Allora ci siamo, in punta di piedi ci stiamo avviando verso una forma di lockdown di terzo tipo (fra il lusco e il brusco) che, per ora, chiamano “coprifuoco”? La negazione è del premier che giura non ci sarà mai più un lockdown. Mentre il suo scudiero della Salute è più ambiguo: ci invita a rimanere a casa. Si vede che è giovane: un ministro, durante una pandemia, o ordina o tace; consigliare crea solo incertezza. A Torino si dice due furb da pais, dicono una cosa ne pensano un’altra. Sarà così?

Chi mi segue sa che tempo fa ho comunicato all’Ufficio Stampa di Palazzo Chigi (amici al Quirinale mi hanno assicurato che è lì il tabernacolo del potere esecutivo) che mi sarei ritirato con mia moglie in casa in un lockdown volontario. Conoscendo il modo di comunicare di questo sgangherato governo, ero certo che sarebbe presto arrivata la seconda chiusura, per poi riaprire a Natale, richiudere all’Epifania e così via fino all’arrivo del vaccino di Bill Gates.

Alcuni dettagli sulle mie mosse. Come già anticipato a Palazzo Chigi, il fine settimana scorso sono uscito per 42 ore dal lockdown per presentare in Molise e in Abruzzo il mio romanzo Maria e l’Ingegnere. Sabato su Zafferano.news verrà pubblicato il report delle mie mosse su supporto cartaceo, visto che Immuni soffre di pigrizia congenita, non fa nulla ed è pure muta. Di qui in avanti farò solo conferenze via Zoom, userò la mascherina anche se sono solo in casa mia, perché ho saputo che il metterla fa curriculum.

Tutto ciò premesso mi permetto di fare una domanda tecnica che vorrei estendere all’Iss, a Oms, al “Commissario straordinario per l’attuazione e il coordinamento delle misure occorrenti per il contenimento e contrasto dell’emergenza epidemiologica Covid-19” (con una denominazione di questo tipo immagino l’enorme massa di problemi e di responsabilità sulle spalle del povero dottor Arcuri. Chapeau!).

Domanda tecnica. Com’è possibile che l’Argentina dopo 31 (trentuno) settimane (215 giorni) di lockdown (nessun paese al mondo la batte) è il paese dove il virus di Wuhan ha colpito di più. Su 45 milioni di abitanti i contagiati sono 1 milione, da un mese si registrano: a) 10.000 nuovi casi al giorno; b) 400 decessi giorno. Causa lockdown la povertà galoppa, il 41% degli argentini (18 milioni) è sotto la soglia di povertà. Nelle periferie urbane sei bambini su dieci non si alimentano correttamente.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Paula Moressi
Paula Moressi
23 Ottobre 2020 18:12

La Argentina e stata sempre un paese controverso(son nata li ,e ho vissuto li 40 anni quindi so di cosa parlo ho viasuto tutte le trafedie politiche ed economiche,passando per i colpi di stato e la grande devaluazione del peso negli anni 90 ,da 30 anni vivo in questo benedetto paese che contutti sui errori e orrori mi fa vivere in pace …anche conil covid

Rita Simonitto
Rita Simonitto
23 Ottobre 2020 12:33

Da leggere l’articolo di Federico Rampini pubblicato su “Repubblica” dove descrive come, riscontrato positivo al virus, viene accompagnato nel suo decorso sanitario a New York. Nessuna criminalizzazione (è stato attento, non lo è stato a sufficienza) bensì: c’è un problema, vediamo come affrontarlo al meglio. Ma non eravamo noi il paese da cui gli altri dovevano imparare?

Pigi
Pigi
23 Ottobre 2020 11:51

Quello che fa più spavento è l’assoluta mancanza di correlazione tra le misure e le cifre, come una medicina che prescrivono senza risultati.
Guardate l’andamento dei contagi in Spagna:
https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/f/f5/COVID-19-Spain-log.svg/330px-COVID-19-Spain-log.svg.png
A fine luglio è stata presa la misura delle mascherine obbligatorie all’aperto. La curva dei contagi ha continuato a salire imperterrita. Qualunque persona di normale intelligenza avrebbe pensato: non serve a niente.
Ma il nostro governo, evidentemente composto da persone di intelligenza inferiore alla media, l’ha copiata.
Risultato? Nel giro di due settimane i contagi si sono quadruplicati.
L’Argentina fa capire che chusure e confinamenti non servono a niente.
Probabilmente, come è successo in Italia, con l’arrivo dei primi caldi, con il miglioramento delle terapie e della prevenzione ospedaliera, i contagi e morti diminuiranno così potranno dire che i loro sforzi sono stati premiati.
Fino alla nuova stagione fredda.

Riccardo
Riccardo
23 Ottobre 2020 9:57

“ È fosco l’aere, È l’onda muta!… Ed io sul tacito , Veron seduto, In solitaria, Malinconia, Ti guardo, e lagrimo,Venezia mia! Sui rotti nugoli, Dell’Occidente, Il raggio perdesi , Del sol morente , E mesto sibila, Per l’aura bruna, L’ultimo gemito Della laguna……Sulle tue pagine , Scolpisci, o Storia, Le altrui nequizie , E la tua gloria, E grida ai posteri Tre volte infame , Chi vuol Venezia , Morta di fame.” Non pare , ma è . Che sia Babele e anche agonia , marcescenza , lo si respira vivendo nella paura , angoscia , non di qualcosa che non si conosce , fa parte in fondo della sfida umana conoscere ; ma indefinitezza e relativismo imperante , humus e sollazzo dell’umana mediocrità che, come in un maremoto, i flutti arrivano al cielo . Non che l’offerta di un certo benessere , risultante di natura retrodatata , abbia sviluppato generazioni di compulsivi movidaioli , ma la flessione smidollata del senso dell’esistenza ha permesso alla villaneria dell’ignoranza tracotante l’imprimatur assolutizzato sul tutto . L’incipit nesso logico di sintesi , svela l’arcano di semplicismo basilare che vuole nell’elegia del nulla imbellettato , la quint’essenza della logica ; come semplicità non sia semplicismo la dice lunga sulla oramai filosofia dominante , come direbbe un giovane filosofo “ del pensiero unico “… Leggi il resto »

Flavio Pantarotto
Flavio Pantarotto
23 Ottobre 2020 4:20

A questo punto “la domanda sorge spontanea”:
Hanno previsto milioni di morti… O li hanno promessi?

Marina Vb
Marina Vb
22 Ottobre 2020 20:54

Si può almeno dire che la comunicazione non è proprio il punto forte né della classe politica né delle menti scientifiche a cui si affidano?
Sono dispiaciuti perché non trovano morti di fame?
Tempo un anno si potranno vedere anche quelli, magari mentre vengono portati all’ospedale Sacco.
Solo per quella affermazione, che non è l’unica, rende il personaggio non idoneo a comunicare con la gente comune.

Davide V8
Davide V8
22 Ottobre 2020 20:37

Grande Ruggeri, l’Argentina è importantissima, ed ovviamente i media di regime non ne parlano.
Come il Perù.
Ma sono casi eclatanti.
Parlano solo del Brasile, in cui la diffusione sarebbe ovviamente colpa di Bolsonaro perchè non ha rinchiuso tutti in gabbia.

Fabio Bertoncelli
Fabio Bertoncelli
22 Ottobre 2020 19:34

Perché il virus ha colpito Italia e Svezia nella stessa misura? Nessuno lo sa.

Ciò che so è quanto segue:
1) La Cina ha informato il mondo con ritardo criminale.
2) La Cina a suo tempo bloccò i voli interni ma non quelli internazionali. Perché? Domanda retorica…
4) Il virus è nato (naturalmente o artificialmente) in Cina, il Paese piú popoloso del mondo e con altissima promiscuità. Ciononostante essa ha dichiarato solo 4.634 vittime. Dal 17 marzo non vi muore piú nessuno per Covid. Solo l’Antartide è riuscito a fare meglio.
Voi credete agli asini che volano?