Di Maio-Scanzi: il selfie pandemicamente scorretto dei cazzari

Condividi questo articolo


E che gli dici a questi. E come fai anche solo a perculare uno che prima dice che il virus non esiste, altro che mascherine, cazzo, puttana, culo, perché lui è un duro, si vede dalla faccia, e i duri parlano così; poi che invece il virus c’è e fa stragi, disgraziati, ve lo dicevo io; poi che si era sbagliato, sì, ma mica era colpa sua, era colpa di Burioni; poi di tenersi le mascherine pure al cesso (o assistendo a un suo “spettacolo”, che è lo stesso); dulcis in fundo, ma molto al fundo, si fa il selfone insieme a un’allegra brigata, tutti rigorosamente en plen air senza pezza azzurra, dove spicca il titolare della Farnesina, il ministrello Giggino che così definisce l’ex biografo di Grillo: “Geniale e diretto”. Tipo un lassativo.

Sono tempi grillini dove tutto vale, dove ogni realtà ci supera, dove minchiata scaccia minchiata, la toninellata di turno, il Giuseppi con fidanzata cartonata, il Casalino che cambia moroso perché l’altro gli ha svuotato la card, l’Azzolina che vede ovunque infrazioni, e poi e poi e poi, e poi… il selfie autopromozionale con logorrea Scanzi, spalline strette e cervellino ancor più sottile, con l’ex beverone che gli ricambia la promozione. Robetta che, ci fosse un Ordine vigile, dovrebbe provvedere, visto che le markette coi politici sarebbero proibite a termini deontologici: ma è lo stesso figurante, detto “Fight Club”, che era arrivato a spararsi una posa pure con Giuseppi e, sotto: comperate il mio libro.

Cazzari verdi, gialli, Cazzari ScanziMaio, cazzari che più cazzari non si può, c’è sempre un cazzaro più cazzaro che si scazza. Oh, beninteso, fanno bene a ritrarsi vergini di lacerti tappezzieri: noi scettici lo diciamo da sempre, senonché son proprio loro a fremere di indignazione, a scazzare col moralismo sanitario, sia pure a fasi alterne giacché la vita in certi casi irrimediabili è un pendolo tra la noia e il ridicolo, entrambi inflitti a chi legge o ascolta: un giorno bisognerà pure prendere atto che qui c’è gente, piccola gente di pessimo gusto, di livello elementare, inteso come scuola: i cazzari dell’Azzolina, potrebbe essere un nuovo libello, sempre quello e sempre bello.

Diciamo che i simili si bazzicano, che Di Maio sta alla Farnesina come lo Scanzi al giornalismo, speriamo solo che l’ars amandi sia appena un po’ più turgida di quella vergandi. Ma sono tempi così, grande madre Gaia pensaci tu. Ed è subito sega, ci fu un tempo non lontano in cui l’Andrea si effigiava con il Dibba, si vede che ha cambiato opportunità. O, come direbbe la Taverna, un’altra del livello, “era un momento diverso”. Diceva Oscar Wilde, del resto, che “la coerenza è l’ultimo rifugio delle persone prive di immaginazione”.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


9 Commenti

Scrivi un commento
  1. Max Del Papa ha messo il pepe in chiurlo alla zoccola. Sento già Scanz che strepita come un babbuino in calore.

  2. Andrò a votare ,eccome se ci andrò.
    Dopo averlo fatto festeggerò per una settimana intera,per l’esito che sappiamo già:centrodestra vincente su tutti i fronti!

  3. SUPERBO
    FINALMENTE LA TUA PARTE PIÙ CAZZUTA È VENUTA FUORI E DIREI CON QUELL’INTELLIGENZA CHE IL POR’OMO SCANZI ANCHE A COMPRARLA, NON RIUSCIREBBE A STARCI IN QUEL CERVELLINO DA MICROMAN!
    ASPETTAVO DA TEMPO CHE LO FACESSI, ALMENO A CASA TUA!

  4. Dispiace aver letto questo articolo solo adesso ( dopo 11 ore ) sicuramente avrei passato una giornata migliore.
    Leggo ogni tanto le katzate che scrive e propone Scanzi per riequilibrare il mio personale ” ********metro ” che utilizzo con molti appartenenti all’area sinistronza & grullina ………………!
    Complimenti a M.Del Papa.

  5. Sono un gruppo di “teste di Scanzi” in un interno. Al momento il CTS non ha detto che devi mettere la mascherina anche sullo Scanzi in luoghi chiusi, bastano gli slip o i boxer. Proprio quelli che però avrebbero dovuto indossare i soggetti maschi (?) della fotografia ! Quantomeno ad evitare l’oltraggio al pudore o la vergogna degli ipodotati smutandati.
    P.S. Del Papa, sei sempre più mitico !

  6. A proposito di Sardegna e “giornalisti” schiena dritta, ha scritto mai di Grillo Jr e delle sue “marachelle” censurate dalla stampa nazionale tutta, quell rutto del falso quotidiano?

  7. Se questo e’ un assembramento (tra l altro da soli e in 6) quelli di salvini sono sconsiderate adunate oceaniche.
    Posso capire che per voi di libero o del giornale e’ seccante vedere un collega che e’ di gran lunga il piu’ seguito nel web, con i suoi libri e’ sempre al numero uno e continua ad esserlo tuttora, fa’ anche teatro di successo (diversamente da voi). Anch io al posto vostro rosicherei assai, ahii che brutta cosa e invidiare il successo degli altri!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *