in

Diamo a Greta tutti i premi Nobel

La giovanissima Greta Thumberg è la favorita al Nobel per la Pace: circa un milione di dollari il suo vero premio. Al di là del denaro, che ormai sarà una cifra modesta nella holding che hanno creato su misura i genitori, a Greta andrebbe dato anche il Nobel per la Letteratura. I suoi libri non vendono tante copie come l’influencer Giulia De Lellis, ma i suoi discorsi raccolti su carta meritano più di una riflessione. Oltre al Nobel per la Pace i suoi scritti, il ghost writer sarà un gruppo con sede legale in qualche paradiso fiscale. Vorremmo che Greta trionfasse anche nella Letteratura, innanzitutto perché nessuno scrittore contemporaneo lo merita. A chi darlo? Dopo Bob Dylan, potrebbe vincerlo Bruce Springsteen o Franco Battiato, anche se sicuramente vincerà John Fosse, drammaturgo tra gli sfavoriti di chi scommette ma un genio che è impossibile non vinca.

Però, ecco, Greta merita il Nobel per la pace, il Premio per la Letteratura perché i suoi scritti sono un software al passo coi tempi e di lei c’è bisogno perché non si pone il problema degli alberi che abbatte per ogni copia che vende. Avrebbe meritato anche quello per la Medicina, il mondo è il più grande malato, anche quello della Fisica perché cosa vuoi che sia un neutrino di fronte a un gretino.

Greta ci serve. Perché dà lavoro a migliaia di persone: pensate solo agli spazzini che guadagnano con gli straordinari ogni volta che studenti di tutto il mondo riempiono le piazze e lasciano rifiuti di ogni tipo, come testimoniano migliaia di foto. In fondo Alfred Nobel ha inventato la dinamite che non è che abbia fatto un gran bene all’umanità, quindi darlo a Greta più che giusto è doveroso. Anche dal punto di vista mediatico. Volete mettere l’audience che avrebbe Greta rispetto a qualsiasi altro concorrente? Sì, perché ormai il Nobel più che un Premio è una gara. Lei parte in pole position. E poi, ammettiamolo, meglio una ragazzina rispetto ad un vecchio, come era Mandela.

37 Commenti

Scrivi un commento
  1. Ivo! Un classico d’inizio stagione! Quando si sa più cosa argomentare, ecco il rifugiarsi saccente dietro e davanti la solita litania…commenti privi d’una tesi…insulse argomentazioni e l’immancabile e originale gnegnegne…con te non ci parlo più.

  2. Il problema sembra sia focalizzato sull’europa e parte di altre nazioni mondiali, ma guarda caso non viene presa in considerazione la CINA – INDIA per non citarne alte dove c’è un’ alto tasso di inquinamento mondiale. Quindi mi vien da pensare che fra un pò tutto ritornerà nella normalità e si riapriranno i discorsi fra 10 anni…… Vedi il caso aperto nel “1992 NAZIONI UNITE la bambina che zittì il mondo.

  3. La bibliografia te l’ha preparata qualche duecetto. Gli orrori che il nazifascismo ha provocato nel mondo, il comunismo se li è fatti a casa propria.

  4. Ho visto cose che voi umani non riuscite neanche ad immaginare.
    Ho visto i manifestanti a milano incazzarsi perchè c’era lo sciopero dei mezzi (anche diesel) e hanno dovuto chiamare uber o mamma o papà per farsi riportare a casa, e ho visto che ne’ll’attesa fra uno spino e una redbulll parlavano di tenerife e grecia e ryanair o volagratis. Ho visto chi per fame chimica ha fatto fila a mac donald, e a tutti gli altri elargitori di cibarie a km 1000 per vagonate di ptatine fritte, pizze al mango e ananas e big mac ma senza cannuccia la coca cola.
    Ho visto per il caldo e il sudore ettolitri di deodorante spray, sfera, stick a rinfrescare ascelle pelose o pelate. Ho letto di gente povera che per arrivare a un pozzo d’acqua e non la trova manco pulita, fa i km 10 a piedi, costa troppo il carbiurante, come troppo costa una bicicletta. Hanno tanta natura…. come le feci nell’acqua che berranno e che farà venir loro il colera, ma saranno immersi nel verde con un leone al guinzaglio, forse. Certo il loro futuro è corto! Più che gretini, gretti

  5. Caro Sal, non odio nessuno, quindi nemmeno chi come te scrive in continuazione commenti insulsi, privi sia di una tesi che di argomentazioni.
    Credo sia la prima volta che ti rispondo, ed è comunque l’ultima.

  6. Carissimi Franco, Davide V8, ma dovrei aggiungere Rocco, Valter, e molti altri.
    Ho appena letto una lunga intervista al Prof. Franco Prodi (fratello di Romano) che insieme ad altri 200 professori universitari ha sottoscritto una lettera alle massime autorità istituzionali per scongiurare un inutile ed improduttivo investimento di risorse per ridurre le emissioni di CO2.
    Lentamente le baggianate dei Gretini sul riscaldamento globale a causa delle attività umane vengono contraddette, e forse fra qualche anno anche i cretini che le sostengono acriticamente si ricrederanno.

    • Letto anche io l’intervista, assolutamente condivisibile.
      Negli ultimi 30 anni le baggianate sono sempre più contraddette, ma la realtà è che nonostante questo si stanno imponendo sempre più, a livello politico e mediatico.
      La razionalità, i fatti, la logica, nel nostro mondo danno solo fastidio: conta la narrazione mediatica ed emotiva, e Greta è una creazione mirabile sotto questo punto di vista.

      Il problema è fermarli prima che distruggano tutto.
      Un secolo fa potevamo magari dirci che il socialismo dice un sacco di baggianate, ma la cosa difficile è non esserne comunque sopraffatti.
      Senza aspettare 3/4 di secolo perchè certi regimi cadano, e senza aspettare chissà quanti decenni in più perchè le stesse idee balzane cadano anche in occidente, dove invece si stanno espandendo sempre più, anche e soprattutto dopo la caduta del muro.

  7. Più che un Nobel meritata un Oscar come attrice; mentre il Nobel per la letteratura andrebbe a sua madre che meriterebbe anche quello dell’economia per aver fatto il miracolo economico della famiglia con il successo che ha la sua “Holding” ottenuto esponendo la figlia ventriloquo…

  8. oddio, dopo che anche Arafat e poi Obama, hanno “vinto” il Nobel per la PACE, ecco che un’altra terrorista come la Gretina, diventa la perfetta candidata a stravincerlo! Capre, come Sal e Arminius poi, che scrivono boiate epiche, ma accendono i fari su un “internet” scritto con la I maiuscola, mi fanno capire il PERCHÈ tanta gente chiama negazionisti quelli che SANNO che i negazionisti sono i gretini di cui sopra!

  9. I contenuti di Greta… scusa sarebbero? A parte accusare e dare colpe a tutto e tutti (tranne Cina/India) c’e’ solo retorica e comode semplificazioni.
    E poi internet e’ una parola di uso comune come ti viene in mente di chiedere la maiuscola non lo so. Bah.

        • I sinistri mancini? Ma ti senti quando parli?
          Se parli dell’Italia il comunismo non ha prodotto proprio niente. E io mi riferivo alla Costituzione italiana.
          Però puoi sempre dare un’occhiata al libro di storia.

          • Togliatti – il cosiddetto Migliore – che non solo si era opposto al Piano Marshall, essendo uno dei più importanti alleati di STALIN, campione assoluto di tutti tempi in fatto di stermini; perciò, le consiglierei di leggere le seguenti eloquenti ottime letture:

            – CARNEFICI E VITTIME di Giancarlo Lehner e Francesco Bigazzi

            – IL GRANDE TERRORE di Robert Conquest.

            – I RACCONTI DI KOLYMA di Varlam Šalamov

            i fascisti in confronto erano solo dei dilettanti…

            Poi, se non si convince ancora, sostenendo che i comunisti erano dei buonaccioni, s’informi pure su cosa avevano preparato già a pace completata, dopo la II Guerra Mondiale: l’invasione sovietica del nostro Paese, salvato dagli Americani.

            legga pure

            – STORIA SEGRETA DEL PCI di Rocco Turi
            e
            – GLODIO ROSSA dello stesso Rocco Turi

      • INSISTO!
        Se la costituzione condanna il fascismo – e mi va benissimo – che è solo un’altra forma di socialismo nazionale, a maggior ragione si dovrebbe condannare il comunismo, infinitamente peggiore, oltre ad essere totalitario e internazionalista.

        Del resto lo vediamo benissimo come gli orfani collettivisti oggi, strategicamente, si nascondono proprio dietro l’ambientalismo per riciclarsi, cercando di tornare a prendere il potere perso sotto le macerie del Muro della Vergogna di Berlino…

        • Grazie per il commento ma soprattutto per aver citato pietre miiari delle letteratura e della saggistica che in molti, troppi, continuano ad ignorare. Sono rimasti a DE Felice

          Gian Paolo Serino

          • Il nazifascismo è stato responsabile della catastrofe della seconda guerra mondiale che ha causato 50 milioni di morti. Ma che libri citate?

  10. Perfettamente d’accordo.
    E poi basta con questo accanimento nei confronti di una ragazzina!
    La solita foto che la ritrae vigliaccamente in una brutta posa ed il solito petulante ritornello su quant’è gretina Greta.
    Basta!!

  11. Ironia brutta e fuori luogo, rabberciata da un giornalista che vuol sembrare moderno ma che scrive “internet” con la “i” minuscola. Da quando il premio Nobel è stato assegnato ad Obama, a Dario Fo e a Paul Krugman (e pure ad Einstein per l’effetto fotoelettrico, ma non per la Relatività!) ha perso tutta l’importanza ed il fascino che si era creato negli anni intorno a tale onorificenza. Dunque bisogna guardare ai contenuti e non alla persona insignita. Ed i contenuti di Greta, al di là delle strumentalizzazioni, sono più che condivisibili. Smettiamola di suonare il “Più presso a te, Signor” come fece l’orchestra del Titanic mentre la nave affondava. Pensiamo invece come salvare il pianeta e tutte le specie viventi dalla pletora di veleni e miscugli chimici di origine antropica che lo ammorbano. E, mentre ci siamo, cerchiamo anche un espediente per debellare la chiusura mentale dei negazionisti.

    • > cerchiamo anche un espediente per debellare la chiusura mentale dei negazionisti.

      In passato due persone erano quasi riuscite a fare qualcosa del genere. Si chiamavano Josif Stalin e Adolf Hitler.

      In altre parole: non proponiamo soluzioni che sono cento volte peggio del male.

    • La chiusura mentale è solo la vostra, caro Arminius.
      Ormai la massa è del tutto incapace di ragionare con la propria testa: tanti soldatini coi paraocchi che ripetono come pappagalli qualsiasi assurdità arrivi dall’alto.
      Senza mai chiedersi se è corretto o se non è corretto: arriva dall’alto, quindi è corretto per definizione.
      Siamo al dogma dell’infallibilità, con una nuova religione che ha preso il posto di quelle tradizionali, mentre si ripetono che sono razionali.
      Non lo siete: siete credenti, non c’è razionalità nè senso critico.

      • Guarda che abbiamo un cervello per pensare. Ma quali soldatini. A me della Greta non me ne frega proprio niente. Anzi mi inquieta pure un pò.
        Il problema ambientale però ESISTE.

        • Ce l’hai, ma sei allenato ad usarlo in modo sbagliato.
          Come, appunto, i soldatini che sono istruiti a credere a qualsiasi cosa arrivi da quella che hanno detto essere l’autorità, senza farsi le necessarie domande.
          Come, appunto, i seguaci delle religioni istruiti a credere ai “dogmi” senza farsi domande.
          Solo che le religioni vere, nel mondo civile, sono state rese innocue per la vita civile.

          In fondo non è colpa tua: siamo tutti stati cresciuti in questo modo, chi più chi meno, con la scuola che esiste.
          Solo che ad un certo punto bisogna diventare adulti, ed uscire dal fanciullismo del credere sempre senza verificare e provare a confutare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site is protected by reCAPTCHA and the Google Privacy Policy and Terms of Service apply.