Commenti all'articolo Draghi, il virus e il mistero di Perugia

Torna all'articolo
Avatar
guest
44 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Roberto Lombardi
Roberto Lombardi
22 Febbraio 2021 21:17

Caro Porro, cinque minuti per approfondire un dato, anche un giornalista amatoriale se li prenderebbe. Potresti prendere in considerazione l’effetto “harvesting”, la mortalità influenzale azzerata, approfondire se questi due fattori e altro hanno un ruolo oppure no nel dato riportato da La Nazione, tu però preferisci fare un lavoro più facile, sparare il dato che ti fa comodo, non approfondire niente e fare un po’ di demagogia un tanto al chilo.

Per chi vuole iniziare ad analizzare la situazione in modo più articolato da Porro (anche per magari dare ragione alle sue tesi): https://www.perugiatoday.it/cronaca/coronavirus-mortalita-giornaliera-sismg-ministero-salute-report-3-9-febbraio-2021-incremento-perugia-umbria-zona-rossa.html

Raffaela P.
Raffaela P.
19 Febbraio 2021 21:39

Salve, volevo chiederle cortesemente se può condividere la fonte dei dati sulla mortalità da lei citati, perché ho cercato su La Nazione, ma trovo solo notizie in completa opposizione alle sue asserzioni…grazie!
https://www.lanazione.it/umbria/cronaca/covid-morti-citt%C3%A0-1.5902517

Rita Simonitto
Rita Simonitto
19 Febbraio 2021 20:51

Le statistiche ci raccontano che, nella tornata classica dei mesi di Novembre/Febbraio, non c’è stato alcun picco influenzale (non da Covid) con le solite note disastrose conseguenze, mortalità inclusa e che ben conosciamo dagli anni precedenti. Che ne è stato dunque dell’influenza?
Ora mi chiedo, ovviamente romanzando, visto che pare che la variante inglese circolasse da quel mo’: non è che il virus influenzale – sulla scia degli accrocchi per mantenersi in vita e a cui assistiamo quotidianamente nella nostra vita politichese – abbia scelto di imparentarsi con il Covid 19, travestendosi da variante inglese? Si debiliteranno a vicenda o che cosa succederà?
D’altronde, la tanto OGGI osannata “immunità di gregge” (citando la quale Boris Johnson fu a suo tempo vituperato) si può ottenere in due modi: a) attraverso il contagio, per cui uno o la sfanga, si immunizza (e quante persone ‘positive’ ne sono uscite fuori) o crepa. Oppure b) si procede attraverso le vaccinazioni a go-go. E mi sembra che, nonostante una partenza farlocca, l’Inghilterra stia vaccinando a tutto spiano.
Nel nostro Bel Paese (?!) prima si disse (Ricciardi) che le mascherine non erano necessarie (solo perché non le avevamo a disposizione) e lo stesso iter fu applicato per i tamponi. Adesso, non potendo vaccinare, non avendo attrezzato adeguatamente l’apparato sanitario, la scelta è quella di chiudere.

Jimbo
Jimbo
19 Febbraio 2021 19:01

Ho l’impressione che anche se l’UE spinga fortemente in tal senso il governo Draghi non potrà continuare su una linea di lockdown.
E questo anche se ha dalla sua tutti (tutti i partiti, tutti i governatori, tutti i media).
Primo perchè è economicamente insostenibile.
Secondo: quasi tutta l’Italia (salvo i dementi) ha capito che muoiono al 90% solo vecchi che erano già malati da tempo e la gente comincia a credere che sia stata una bufala anche lo scorso anno.

Il gioco è bello finchè dura poco… in questo caso la presa per il cu..o è bella finchè dura poco.
Noi italiani siamo diventati nel tempo placidi pantofolai.
Siamo spenti. Amorfi. Amebe.
Ma c’è un limite a tutto.
Mi sembra che l’esperimento in atto stia per oltrepassare il limite.