in

Economia a pezzi, ma l’Europa pensa all’Erasmus - Seconda parte

Dimensioni testo

Nello specifico la strategia europea prevede: “l’abolizione di almeno il 30% degli oneri amministrativi, l’adozione di strumenti di difesa commerciale contro la concorrenza sleale di alcuni Paesi terzi e la semplificazione dei complessi requisiti di accesso agli strumenti finanziari europei. Inoltre, sono richiesti strumenti ad hoc per l’artigianato tradizionale”.

La direzione da intraprendere dovrebbe andare nella direzione di un aiuto concreto a imprese e cittadini con maggiore pragmatismo e minor ideologia, in particolare nella gestione delle risorse sui temi ambientali.

Francesco Giubilei, 14 novembre 2020