Commenti all'articolo La bomba demografica a orologeria è pronta a scoppiare

Torna all'articolo
Avatar
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Werner
Werner
1 Settembre 2021 19:31

La natalità va azzerata in Africa. Purtroppo è stato permesso agli africani di passare dai 300 milioni del 1960 all’1,1 miliardi di oggi.

Arminius
Arminius
1 Settembre 2021 14:53

… Ma come si fa a pensare al denaro e agli investimenti persi per una eventuale diminuzione demogtafica quando ormai è noto a tutte le persone intelligenti che la “bomba” sta per scoppiare per il sovrannumero e non per la riduzione! Proviamo a pensare quanto si possa star bene e larghi se in Italia anzichè 60 milioni di individui ce ne fossero solo 6! E magari anche molto più intelligenti di quelli attuali rimbambiti dalla Tv che corrono a vaccinarsi…

Arminius
Arminius
1 Settembre 2021 14:53

Alla fine di questo delirante articolo mi si chiede se mi è piaciuto. Siamo su scherzi a parte? La visione del mondo deformata dall’economia-e-finanza porta ai paradossi miopi scritti dall’articolista.
Il rapporti 2.1 per coppia era valido anche quando nel mondo c’erano 2 miliardi di persone e sicuramente anche prima. La differenza che sfugge ai più è che non c’erano in giro tutti i veleni e il pattume che inquinani vieppiù le risorse vitali.

giupor
giupor
1 Settembre 2021 13:44

Più persone = più inquinamento, più necessità di energia, più urbanizzazione, più deturpazione e consumo di suolo, più acqua potabile, più necessità di risorse alimentari, più sfruttamento dei mari e delle terre fertili. Non si può crescere all’infinito per l’arricchimento di pochi. Prima o poi ci dovremo fermare. Pena distruzione del giardino che ci ospita e rischio di far la fine degli abitanti dell’Isola di Pasqua.

Ery
Ery
1 Settembre 2021 12:40

Quasi 8 miliardi…Si siamo pochini.

geogio
geogio
1 Settembre 2021 12:18

strani i numeri, quando ero piccolo la popolazione mondiale era di 4 miliardi e mezzo, adesso siamo tre miliardi in piu’. In Italia c’e’ stato il boom degli anni sessanta, logico che, a meno che, non elimini gli anziani, il tasso di crescita deve arrivare a zero prima o poi. Che mi sembra un equilibrio che dovrebbe essere intelligente rispettare.