Economia

Ikea? Vende più polpette che mobili.

Economia

E se dicessimo che il prodotto di maggior successo di Ikea non è un mobile? È una polpetta.

Alla fine di aprile, nel profondo del blocco dettato da COVID-19, IKEA ha rilasciato una serie di istruzioni sul proprio Twitter e Internet è impazzito. Tuttavia, queste non erano istruzioni normali, erano una ricetta per le loro famose polpette svedesi, che tutti potevano cucinare a casa.

 

Molti miei amici che stavano navigando sui social media sono rimasti sopraffatti dall’idea che questo segreto venisse svelato. Ho iniziato a verificare se fossero davvero così popolari come Internet sembrava raccontare e sono rimasto scioccato dai numeri.

IKEA vende 150 milioni di polpette all’anno , facendo impallidire le vendite del suo prodotto di punta, la libreria “Billy”. “Billy”, è diventato noto, è considerato il pezzo di arredamento moderno di maggior successo commerciale con oltre 110 milioni di librerie Ikea Billy vendute dal suo inizio 40 anni fa . Tuttavia, con oltre un miliardo di polpette vendute, le polpette vendono a un ritmo che è quasi 22 volte superiore a quello di Billy ogni anno. 150 milioni di unità, rispetto ai miseri 7 milioni di unità di Billy. Da un punto di vista commerciale e di marketing, questo è affascinante. Il prodotto numero uno di un negozio di mobili non è un mobile.

Il fondatore di IKEA, Ingvar Kamprad, sosteneva l’ipotesi che i clienti affamati fossero clienti distratti, ma se fossero stati sufficientemente sazi, avrebbero probabilmente fatto acquisti più a lungo, acquistando così di più. Inizialmente testata nel 1958, quando IKEA aprì i caffè nei suoi negozi, questa convinzione di lunga data fa ancora parte della strategia principale di IKEA oggi. Gerd Diewald, che gestisce le operazioni alimentari di IKEA negli Stati Uniti, dice: “Quando dai da mangiare, rimangono più a lungo, possono parlare dei loro acquisti e prendono una decisione senza lasciare il negozio”. La politica di IKEA è quella di cercare di avere il pasto più economico entro un certo raggio dal negozio, anche se ciò dovesse significare vendere in perdita. In termini commerciali e di marketing, questo è noto come leader di perdita .

Iscrivi al canale whatsapp di nicolaporro.it
la grande bugia verde

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli