Finanza

6 titoli da considerare in un mercato ribassista

4.5k 0

Il contesto finanziario globale ha generato volatilità nei mercati, eppure, con la giusta protezione e preparazione, gli investitori possono sempre trovare interessanti opportunità. Il futuro non sembra infatti mostrare ostacoli per questi sei titoli che hanno presentato una crescita positiva del free cash flow negli ultimi cinque anni e liquidità pari ad almeno il 5% del patrimonio totale.

I seguenti non sono da intendere come consigli finanziari, le passate performance non sono garanzia di risultati futuri e come ho spesso indicato in tantissimi altri articoli la strategia migliore per entrare nei singoli titoli è la married-put, in modo da essere assicurati nel caso in cui il titolo andasse dall’altra parte rispetto alle attese.

Ecco quindi, secondo alcuni analisti di Morningstar, 6 titoli da considerare in un mercato ribassista: 

  1. Alphabet Inc.

    (GOOG, GOOGL): nel primo trimestre, Alphabet, uno dei titoli più redditizi del mercato, ha registrato una crescita dei ricavi del 22,9%. Nonostante la recente debolezza di YouTube, temporanea secondo l’analista Ali Mogharabi, Alphabet sta generando una crescita impressionante nelle sue attività di ricerca pubblicitaria e di servizi cloud.

  2. Salesforce Inc. (CRM):

    Salesforce è il più grande fornitore di software di gestione delle relazioni con i clienti, o CRM, e di servizi di cloud computing. L’azienda continuerà a beneficiare del cross-selling e dell’upselling ai clienti esistenti e risulta essere al momento una delle migliori opportunità di investimento a lungo termine nel settore del software. 

  3. Advanced Micro Devices Inc. (AMD):

    Advanced Micro Devices è un produttore leader di semiconduttori. L’esecuzione della roadmap di prodotti di AMD è stata estremamente impressionante negli ultimi anni, in particolare la famiglia di unità di elaborazione centrale per server EPYC. I chip per server EPYC di AMD continuano a guadagnare quote rispetto al leader di mercato Intel Corp. (INTC) ed il lancio previsto per la fine del 2022 della CPU eserciterà ulteriore pressione sulla concorrenza.

  4. Visa Inc. (V):

    Visa, marchio leader nel settore delle carte di credito e dei pagamenti digitali, gestisce la più grande rete di pagamenti elettronici al dettaglio del mondo. Nel secondo trimestre ha registrato una crescita dei ricavi del 25,4%, secondo alcuni analisti la transizione globale dai pagamenti in contanti a quelli digitali è ancora lunga, soprattutto nei mercati globali non sviluppati.

  5. Broadcom Inc. (AVGO):

    Broadcom è un produttore di semiconduttori. Nel primo trimestre, la società ha registrato una crescita del fatturato del 22,5%. A maggio, l’azienda ha annunciato l’acquisizione di VMware Inc. (VMW) scegliendo il momento giusto vista la recente debolezza dei titoli del settore tecnologico e i temporanei venti contrari alla crescita generati dalla transizione di VMware da un modello basato sulle licenze a un modello di abbonamento. VMware sarà un importante motore di crescita per Broadcom.

  6. Mastercard Inc. (MA):

    Mastercard è un’altra delle principali reti globali di carte di credito e pagamenti digitali. L’azienda non ha le stesse dimensioni di Visa, ma le azioni sono cresciute del 155% negli ultimi cinque anni, rispetto al 115% di Visa. Mastercard ha stabilito una posizione difendibile nel mercato dei pagamenti e il passaggio globale in corso ai pagamenti digitali crea opportunità per Mastercard di continuare a generare valore nel lungo termine.

 

Silvia Vianello, 30 giugno 2022

www.nicolaporro.it vorrebbe inviarti notifiche push per tenerti aggiornato sugli ultimi articoli