in

Elezioni anticipate o no? Il dubbio di Salvini

Se non fosse per l’incognita su Mattarella e qualche piccola preoccupazione di carattere personale, Salvini oggi non avrebbe dubbi: elezioni anticipate subito. Favorito anche dal tracollo che sta subendo il M5Stelle per la inadeguatezza di molti suoi Ministri. A frenare la marcia trionfale del Capitano Matteo resta solo il generale inverno, con l’inevitabile diminuzione degli sbarchi. Ma sarà l’economia, nei prossimi mesi, a dettare l’agenda e non più l’emergenza immigrazione che ha tenuto così alta l’attenzione, facendo crescere a dismisura i consensi del leader leghista.

L’agenda economica è impietosa, con dati in costante peggioramento: si sono ridotti l’export, l’import, gli ordinativi e la produzione industriale. Inoltre, un documento riservato della BCE, circolato anche a Palazzo Chigi, al MEF e in Banca d’Italia, evidenzia che lo spread oltre i 500 punti per più di una settimana rischia di mettere in enorme difficoltà anche le più solide banche italiane, compresa la corazzata Banca Intesa. E la speculazione, con l’apertura di una procedura di infrazione da parte dell’UE e con il governo in crisi isterica su tutto, dai termovalorizzatori al fisco, passando per la giustizia, è già pronta sui blocchi di partenza.

Con questo scenario da incubo, Salvini è sempre più indeciso sul da farsi, in un periodo in cui, oltre all’immagine del “macho duro e puro”, deve confrontarsi per di più con il “dopo Isoardi”, la quale ha trasformato una storia d’amore in una fiction, con tanto di foto e comprimari in cerca di notorietà, come lui stesso si è accorto a scoppio ritardato, senza che probabilmente le forze di Polizia che istituzionalmente vigilano su di lui lo abbiano allertato per tempo. Ma il vero punto interrogativo, anche dopo il franco incontro avuto con Silvio Berlusconi l’altra notte, resta Mattarella.

Affinché questo governo non cada in seguito all’ennesima gaffe di qualche ministro, è stato già deciso il prossimo rimpasto, almeno di Toninelli e della Grillo, e l’arrivo di un nuovo sottosegretario alla Presidenza al posto di Giorgetti, sempre più a disagio con interlocutori così improvvisati, da Tria alla Trenta. Se tutto precipitasse, però, Mattarella scioglierebbe le Camere o, consigliato dai cattocomunisti che lo assistono, tenterebbe la carta 5 Stelle-Pd? Resuscitando i vecchi compagni in astinenza dal potere e rilanciando l’ala pseudorivoluzionaria di Di Battista, rientrato come il figliol prodigo dal Sud America. È solo questo il dilemma di Salvini che, altrimenti, con il voto immediato porterebbe il centrodestra ben oltre il 40%, approfittando dell’ultima occasione per far rientrare Berlusconi in Parlamento, prima che Forza Italia e il Cav non evaporino del tutto.

Luigi Bisignani, Il Tempo 18 novembre 2018

  • 807
    Shares

50 Commenti

Scrivi un commento
  1. Io penso che il vero problema di Salvini siano i compagni di cordata, con FI debole e FdI non pervenuti anche se raggiunge il 32% non puo rischiare di ritrovarsi e cedere ai M5S. Se Berlusca se ne va e si rifonda una nuova FI, non so se fattibile, ma penso sia l’unica opzione per il Salvini.

  2. sempre fantasioso questo autore. peccato che la prima virtu’ di Salvini rispetto a tutti gli altri e’ la sua coerenza e che per sua bocca si sente quotidianamente dire che il governo arrivera’ a fine legislatura. Tutta la stampa filo berlusconiana insiste, sito di Porro inlcuso, ma non soli bensi’ con il contributo della stampa filo nazzarena (Stampa, Corriere, La Repubblica, etc…) a raccontarci la loro fantasiosa previsione di fine legislatura anticipata. La verita’ mi sembra chiara, non sara’ certo Salvini a tirarsi indietro, perche’ piu’ il governo va avanti e piu’ i suoi avversari si fanno male, sopratutto 5S e FI. Forse il governo cadra’ per mano dei 5S, altrimenti non ci sono possibilita’ perche’ i leghisti non sono stupidi, Salvini perfetto fin qui e lo sa bene, rassegnatevi, i disastri compiuti o all’orizzone sono l’augurio di chi rosica, ne abbiamo viste molto ma molto di peggio negli anni trascorsi sotto PD e FI, quelli che ora giudicano con toni allarmisti l’operato degli altri, mai come in questo caso si direbbe da che pulpito

  3. Una vittoria dei sovranisti in primavera, metterebbe il PDR in una posizione di debolezza. A mio avviso dopo l’estate si dovrebbe andare alle elezioni. Fra un anno le cose potrebbero essere ben diverse. Il voto di scambio / reddito di cittadinanza non sara’ ancora operativo per evidenti motivi questo indebolira i 5 stelle che rimarranno senza clientes delusi dalla pacchia solo promessa, allo stesso tempo gia’ molti del mo vi mento al nord stanno dirottando i loro voti o intenzioni sulla Lega. Stiamo a vedere.

    • Noi saremo pure delle puttane, ma se lei sapesse leggere avrebbe visto che non ci lmentiamo granchè. Ma lei che mon ha il coraggio di firmarsi è solo un VIGLIACCO

    • Tipico commento da “fatto” quotidiano. Hai già inquinato abbastanza votando 5s, oLezzi da vero sanculotto che non conosce le mutande, l’unico scopo della tua vita è acchiappare il reddito di cittadinanza, fai la sola cosa sensata che potrebbe essere utile agli altri e dare un senso alla tua presenza su questa terra ! TERMOVALORIZZATI !

  4. Mattarella, per un momento, lasciamolo lì, poi lo metteremo…. vedremo dove. Crediamo che se si dovesse andare a votare…in gennaio 2019, non ci sono cristi, lì mattarelliamo tutti per benino. Sarebbe l’ottimale perché poi ci sono quelle “stracazzate” di europee, dopo di che la ” manovra” la si fa con altre pedine UE, non con queste vere disgrazie della natura!!! Passerebbe bene il tutto, senza minchiate dei penta….ebeti!!! L’ostacolo Mattarella, potrebbe essere ostico, solo perché avrebbe remore nei confronti degli imbesuiti della Ue, anziché sbattersene altamente!!!! È un democristiano del vecchio centro sinistra, la vergogna della vecchia DC!!! Ma… eventualmente consigliandolo di dimettersi, il presidente Mattarella, verrebbe a più miti consigli, ‘sta testa de legn!!! La DC è morta e sepolta, ci sono in giro i suoi zombie puzzolenti!!!!

  5. Ritengo che a Salvini convenga aspettare il risultato elettorale delle europee e poi decidere cosa sia meglio fare. Al momento è bene che faccia ragionare i grillini (se capaci) e cerchi di ottenere qualcosa di destra minacciando, se necessario, di far saltare il tavolo perchè il M5S in questo momento ritengo non abbiano alcun interesse che il governo cada in quanto il consenso è in evidente calo. Un governo M5S+Pd non mi sembra possibile, sia dal punto di vista politico che numerico parlamentare, anche se a Mattarella, da ex Democristiano di sinistra, non dispiacerebbe.

  6. Salvini dovrebbe mollare subito i 5s per due motivi: primo sono incompetenti ed incapaci, da loro non verrà niente di buono;
    Secondo con il passare del tempo e la crisi economica e finanziaria che porterà alla crescita della disoccupazione la luna di miele con l’elettorato potrebbe subire un duro colpo. Prima che sia troppo tardi per il bene dell’italia e della Lega Salvini deve chiudere questa fallimentare esperienza di governo con i 5s.

    • I grillini ragionare….parola non contemplata nel loro lessico, menti imbesuite!!! Sono già sotto al 20%….li fai lavorare un po’….per dire, qualche puttanata la fanno!!!! Siamo a cavallo. Loro somari, non possiamo fare manovre. Meglio elezioni nostre. Poi europee e manovra coi nuovi…. piccioni Ue. Manovra senza penta… minchiate!!! Ciao.

  7. Si, Salvini si deve decidere e sbrigare è questo il momento giusto per sottrarsi alla scellerata alleanza di governo. Oltretutto, approfittando dei no a qualsiasi cosa degli incompetenti grillini, si potrebbe dare una svolta alla finanziaria che, così com’è, fa schifo. Ora o mai più. Non si deve sempre scippare il voto degli elettori, molti di noi hanno votato Salvini per governare col C/D non con i grillini. Certo che se Salvini va avanti il mio voto non lo vede più.

  8. Ma Bisignani è proprio fissato con le elezioni sarebbe la prima volta che si torna a votare dopo un anno, un motivo ci sarà

  9. Ma Bisignani è proprio fissato con questa storia delle elezioni, sarebbe la prima volta che si torna a votare dopo un anno per le politiche, un motivo ci sarà

  10. Non è pensabile far cadere “adesso” il governo, perché qualsiasi alternativa sarebbe peggiore della situazione attuale. Eleizoni subito? E chi glielo spiega al siculo?

  11. Domanda: ma Salvini è così sciocco da da associarsi a un ipotetico governo di centro-destra con un Cavaliere prigioniero degli interessi franco-tedeschi?
    Per fare questo dovrebbe rispolverare la politica bossiana di dalemiana memoria: la “costola della sinistra” di fatto complice del duetto di cui sopra e riportare la Lega al 3 o 4%.
    Potrebbe anche essere che ci sia in atto questo tentativo, infatti le recenti tempeste hanno scoperchiato il sarcofago e chi è uscito: Maroni.

  12. Salvini devi far saltare in banco il piu presto possibile, dobbiamo liberarci di questi 5S comunisti senza senno
    Elezioni a Maggio con le europee

  13. Nell’attuale stato di caos nel quale versa, il PD non accetterebbe mai di fare da comprimario ad un 5 Stelle che, fra l’altro, mostra ogni giorno di più la propria incompetenza. D’altro canto, quand’anche al seguito di nuove elezioni, un’ipotetica coalizione fra Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia superasse il 40%, non avrebbe comunque una maggioranza in parlamento. Non si capisce quindi quale motivazione potrebbe avere Salvini a rompere a breve l’attuale maggioranza. Il discorso sarebbe diverso il giorno in cui, assorbendo quanto resta di Forza Italia, la Lega divenisse così forte da raggiungere con FdI una maggioranza affidabile. Dubito però che questo giorno arriverà. Insomma, siamo nei guai, e temo che ci rimarremo a lungo, almeno fino a quando l’enorme massa di voti del Meridione continuerà a ballare opportunisticamente fra un partito e l’altro.

  14. Salvini si deve sbrigare a disfarsi di questi inetti azzeccagarbugli, tutti bravi a parlare come del resto sono nell stragrande maggioranza i terroni incantatori di serpenti. E dire che di esempi in cui gli attendismi, del tipo “taia e medega” e “cagadübi”, hanno fatto enormi danni non ne mancano, a cominciare dalla vicenda “Berlusconi Fini” quando, col senno di poi, tutti hanno capito che avrebbe dovuto dare “prendere la vacca per le palle” e mandarlo a quel paese.

  15. Mattarella di sicuro tenterebbe in tutti i modi di non andare al voto. Il PD non vede l’ora di tornare a galla , con aiutino di Matterella e UE.
    L’Italia non e’ ben messa, questo e’ certo, ma tutti ci remano contro: dai magistrati, alla UE, ai cosiddetti mercati .
    Salvini alla prova di essere vero leader.

  16. dubitare non è sinonimo di intelligenza, è sinonimo di insicurezza: sopratutto dopo i casini che sono avvenuti e se salvini ha rivalutato (era ora) il ruolo del centrodestra, con questi dubbi significa che berlusconi aveva ragione (come sempre !) . soltanto i babbei comunisti e grulli ragliano alla luna e pretendono l’impossibile

    • come’ che qua’ fai tutto il precisino e sui forum normali offendi e calunni a tutto spiano ?? a me hai rotto le palle a chiamare gli altri con nomi femminili ..se tu sei un topo morto trans..fatti tuoi..non attribuire agli altri i tuoi difetti personali

  17. Subito nuove elezioni. Salvini stravince e supera il 30%, Silvio recupera e arriva almeno a 8% Meloni segue al 4,5% e già basterebbe così. Qualcuno che ama il carro dei vincitori, provenienti dal M5s e ex democristiani e liberali sparsi , sale sul tram della destra e governiamo 5 anni tranquilli. Semplice no? Dove sta il problema.

  18. Come sempre, leggo con interesse il Porro. Ad ogni riga uno sconforto assale ed alla fine dell’articolo, ben spiegato, mi ritrovo con il cuore in ansia. La paura dell’avvento 5stolti più Pd, fa tremare i polsi, sapere che i tranelli saranno a iosa per mandare fuori Salvini, terrorizza. Rendersi conto che questo è un paese e Parlamento e Istituzioni di pagliacci, dalla cima a giù giù fino all’ultimo usciere, fa salire la nausea. Dopo 70anni siamo ancora ai Secoli Bui, nessuna civiltà istituzionale, bestie sorde e cieche.

  19. e continuo…in fondo la gente aspetta come il pane un nuovo politico..vicino alle necessita’ della gente..energico ..poco quacquaracqua e molto concludente…moderato ma innovativo quanto basta..praticamente un berlusconi 1994…peccato in Silvio io l’ho mollato politocamente nel 98… dopo un po i difetti…gli intrecci affaristici e poi quelli di alcova..senza parlare delle amicizie dubbiose..malaffaristiche e ingorde..superarono e di molto le virtu’ che aveva dichiarato nelsuo programma di voler attuare

  20. salvini sarebbe un buon commerciante levantino..ha fiuto e una certa iintelligenza animalesca..per di piu’ ..data la sua esperienza giovanile..sa come parlare alla pancia della gente…ma la gente per quanto sia incavolata ..ha troppo da perdere..casa di proprieta’ auto..pensioni..GF..pe rfare vere rivoluzioni o rimarce su Roma…cani sdentati che abbaiano ma non mordono…I suoi continui ammiccamenti all’estrema destra ..portano qualche voto..ma spaventano la classe media…percio’ non vedo ..al momento..nessun futuro governativo prominente per salvini al di fuori di questo governo

    • Nessuno ama i delinquenti comuni o i mafiosi, ma i danni che questi possono fare sono assai inferiori a quelli che fanno gli imbecilli. Come di delinquenti e mafiosi la densità è massima nella regione del boss 5s, anche dei secondi, in quanto elettori del suddetto, la Campania detiene il primato. Quanto ad Arcore ci abita gente operosa che coi soldi onestamente guadagnati dovrà pagare pure il reddito di cittadinanza probabilmente sia agli uni che agli altri.

      • si ma vai piano con i proclami..se non mi inganno tempo fa uscirono notizie su infiltrazioni mafiose proprio nel comune di Arcore…. che nel Nord ci siano ancora anticorpi contro le forme mafiose e malavitose vero..ma che siano sempre piu’ deboli questi anticorpi e’ un dato di fatto…I piemontesi hanno occupato i borbonici..ma i borbonici si son mangiati a lungo andare l’Italia intera

        • Ma resta sempre il problema degli imbecilli, sdoganati dalla sinistra che li ha coltivati nella scuola degli asini e promossi nei 5s.

          • beh di imbecilli sdoganati tra sinistra e destra ce ne sono fin troppi….per questo non siamo e non saremo mai un paese normale

          • A precisazione della risposta.
            C’e una fondamentale differenza: la sinistra non solo ha sdoganato ma ha fatto dell’imbecillita’ un diritto da esibire con orgoglio, eredità interamente raccolta dai 5s. A destra non hanno mai fatto dell’imbecillita’ un valore. Il che non significa che l’imbecillita’ non possa essere trasversale.

  21. l’HO SEMPRE DETTO E SOSTENUTO TUTTI I NOSTRI GUAI SONO DOVUTI A MATTARELLA CHE NON HA INCARICATO SALVINI A FORMARE UN GOVERNO DI CENTRODX VIOLANDO CLAMOROSAMENTE LA COSTITUZIONE E LA LEGGE ELETTORALE. OGGI NON AVREMMO UNA LEGGE FINANZIARIA RIDICOLA E AVREMMO UNA RIDUZIONE DELLA TASSAZIONE (SE NON LA FLAT TAX). MA L’INEFFABILE MATTA E’ CAPACE DI DARE UN INCARICO A DI BATTISTA PER FARE UN GOVERNO CON IL PD CHE PORTEREBBE DEFINITIVAMENTE L’ITALIA IN ROVINA

  22. I timori di Salvini su Mattarella sono più che giustificati. Si sa che l’attuale Capo dello Stato vede con fin troppa simpatia i suoi vecchi “compagni” di partito. Bisogna agire con molta cautela. C’è, però, da dire che quel che è successo in passato con Napolitano non è detto che sarebbe accettato oggi dagli italiani: Mattarella avrebbe il coraggio di andare contro più di metà degli italiani??? Avrebbe il coraggio di affrontare una disapprovazione tale da scombussolare tutta l’Italia????? E’ un rischio non da poco. Si potrebbe arrivare ad un Capo dello Stato disapprovato dalla maggioranza degli italiani. Si potrebbe anche arrivare a costringere Mattarella alle dimissioni.

    • Non credo che Mattarella ci possa imporre un governo PD-M5S, lo sa che non durerebe più di una settimana anche se i numeri che al momento non ci sono potrebero gonfiarsi grazie all’apporto di qualche voltagabbana. Potrebbe pensare a un governo tecnico, però. E’ questo il rischio: avrebbe il sostegno dell’UE che ne approfitterebbe per darci il colpo di grazia, ma dipende anche dal Parlamento. In quanto a costringere Mattarella a dimettersi come si può fare? Non credo sia previsto anche se sono riusciti a costringere Giovanni Leone e Cossiga, ma i numeri erano diversi. Questo è il momento buono, adesso o mai più

      • Qualche volta gabbana? diciamo pure che nell’operazione verrebbe coinvolta anche FI magari ufficiosamente, sotto banco. Il Cavaliere non vede l’ora. Come, del resto insegnano, le ultime comunali a Milano.

  23. Forza Salvini, divorzia da questi dilettanti allo sbaraglio, nipoti del PD dal quale hanno ereditato l’ipocrisia e l’incapacità. Andiamo ad elezioni anticipate, facciamo in modo che questa Italia possa risorgere per il bene di tutti gli italiani. Mandiamoli a spigolare…

  24. Salvini secondo me non dovrebbe aspettare m<a mettere il dcsinistrorso Mattarella di fronte alle sue responsabilità, un governo PD 5 Stellle non avrà mai la maggiornz<a ha contro Leu, FI FDI e Lega quindi Mattarella si dovra rasstnare

  25. Forza Salvini, manda a quel paese i dilettanti allo sbaraglio, molla i nipoti del PD. Andiamo ad elezioni anticipate, mandiamo a casa questi comunisti camuffati da persone oneste.

      • non confondere grammatica con refusi da tastiera …io ne faccio a decine scrivendo di getto e colla brutta abitudine di non rileggere e correggere ( ero gia’ cosi’ ai tempi scolastici…tanti tnti anni fa…)

        • Male. Prima di scrivere bisognerebbe riflettere, rileggere e contare fino a 10? 100? 1000? prima di esternare pubblicamente. Guardi cosa succede con i 5s, notoriamente affetti da incontinenza verbale, che peraltro, quanto a contenuti, produce la stessa materia di altre note incontinenze.

          • allora cerca di non confondere contenuto con forma…io guardo sempre ai contenuti..qusi mai alla form e ancora meno a chi propone un contenuto..Si puo’ imparare anche da un bambino

    • Meno male che Salvini c’è ! Sin dall’inizio ha fatto questo strano matrimonio con i 5stelle per il semplice motivo di tenerli controllati. E adesso non li puo’ lasciare ! Pensateci bene: questi si sono già rivelati vetero comunisti ( l’esempio piu’ lampante e’ il presidente – p minuscola e non voglio nominare il nome – della Camera ).
      Se Salvini se ne andasse, il Mattarella, apparentemente tutto pane, burro e marmellata, ci impiegherebbe due secondi due a far formare un governo 5s e PD. Con tutti i disastri facili da immaginare. Per cui bene fa Salvini a tenere duro e mandar giu’ qualche rospo. Per il bene Nazionale. E poi vedremo al momento opportuno.

      • ma ci credi a quello che scrivvi ?? “salvini ha fatto il governo per controllare i 5 stelle ??
        slavini se ti leggess si farebbe una risata lunga da bergamo a lampedusa…ma per piacere !!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *