in

Fazio provoca e si inginocchia a Macron

«Domenica Che Tempo Che Fa ha l’onore di intervistare il Presidente della Repubblica Francese Emmanuel Macron». Ad annunciarlo su Twitter lo stesso conduttore della trasmissione di Raiuno, Fabio Fazio. Il conduttore posta anche una foto che lo ritrae con il presidente francese, all’Eliseo. La notizia battuta dalle agenzie di stampa arriva al termine di una settimana iniziata con le voci relative all’intenzione della Rai di mettere in discussione il contratto di Fazio. Il colpaccio giornalistico c’è tutto. Da questo punto di vista, complimenti a Fazio e al suo staff.

Il presidente francese – si legge su Le Figaro – parlerà dei legami di amicizia tra Francia e Italia, in particolare della sua relazione personale con l’Italia e la sua cultura – così come della responsabilità comune dei nostri due paesi, nel cuore dell’Europa, nel far fronte alle sfide migratorie, ambientali, economiche e sociali. Possiamo immaginare il fuoco di fila delle domande di Fazio, noto mastino della comunicazione.

Povero Macron, torchiato dall’inquisitore Fazio, per rimettersi dovrà sottoscrivere nuovi rapporti di collaborazione con la Germania, tagliando fuori il resto della cosiddetta Unione europea. Resta da capire: Fazio intervista il nemico numero uno di questo governo per farsi cacciare o per mettersi in prima fila in caso di eventuale ribaltone?

Alessandro Gnocchi, 1 marzo 2019

Condividi questo articolo
  • 4.8K
    Shares

16 Commenti

Scrivi un commento
  1. Una cosa seria e importante, Macron l’ha detta e cioè che l’Europa necessita di un accordo stretto e amichevole tra Francia e Germania …poi vengono gli altri…
    Il punto di vista non è quello dei paesi fondatori ma quello di locomotiva + vagoni.
    Apprezzabile pure come Fazio abbia sorvolato su tutti contenziosi anche economici che si generano se le nostre aziende tentano di entrare in Francia e non viceversa.
    Impossibile non concordare sul “pronismo ” di Fazio.
    Faceva una figura migliore standosene a casa..

  2. Per occasione decuplicate le quotazioni di inginocchiatoi sul mercato…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  3. Questo fatto dimostra ancora di più quanto questo Stato sia ormai stato ridotto a burletta per volontà della sinistra. E del Pd in particolar modo. Un passo dopo l’altro, ogni volta volendo spacciare tale passo per civiltà, ma tale non è mai stato sino agli ultimi passi compiuti sui sedicenti diritti civili, che sono urgentemente da abolire in toto, lo Stato e la Costituzione, usciti dalle macerie della seconda guerra mondiale, sono stati violentati, deturpati, modificati e piegati alle esigenze basse dei partiti e quindi delle singole bramosie interne a questi e, quindi, spesso per un atto privatistico sempre a danno della comunità. Se così non fosse, se non fosse che da decenni ormai le istituzioni sono l’un contro l’altro armati per i motivi predetti e a danno della nazione, questo individuo verrebbe punito come merita. Poiché nessuno con atti o gesti, sì da offenderlo o colpirlo, può ergersi al di sopra del parlamento e del governo della nazione, soprattutto a questo, vera espressione popolare, o ad agire contro con fatti ed azioni, autonomamente invitando delle personalità invise al governo e nemiche, per quanto se ne sa, della nazione tutta, tranne che ad alcuni singoli, a loro volta agenti come nemici dello Stato e di questo governo.

  4. MI VIEN CHE RIDERE MI SONO DUE COMPARSE IN UNA VECCHIA COMMEDIA. COME QUANDO C’è BENIGNI O IL FESTIVAL DI SANREMO MI VEDRÒ UN BEL DVD DI JOHN WAYNE

  5. Una gran paraculata nello stile paraculo politicamente corretto di Fazio, il presentatore che piace alla gente che non piace.

  6. Stiamo al VOMITO, senza se e senza ma. Proprio domani,sabato due marzo, qui a Roma, sfilerà la prima grande Manifestazione dei Movimenti PANAFRICANI,per l’ Indipendenza Culturale Economica Sociale Politica di ben 14 Stati Africa Centrali. Vive l’ Afrique Libre ! Le jour de gloire est arrivé…Marchons ! Senza Macron, e senza Fazio, e senza Veltroni e senza il Pd, senza Renzi e senza Bersani, e senza Bergoglio, e senza Mattarella. E forse, senza Salvini, che dovrebbe essere presente per ricordare le parole memorabili di Mohamed Konare, leader Movimento Panafricano, che cosi suonano : ” In Africa, PRIMA gli Africani; così come in Italia, PRIMA gli Italiani “. Domani è il momento de la VERDAD : si vedrà chi si nasconde dietro lo schermo del Razzismo e dell’ Antirazzismo, del Fascismo e dell’ Antifascismo ecc. ecc..! E vedremo pure se Berlusconi verrà a ricordare l’amico Gheddafi massacrato dolcemente da democratiche BOMBE FRANCESI !

  7. E visto che per questo fighetto gli Italiani sono vomitevoli, lo possiamo autorizzare a vomitare addosso a Fazio…. il più vomitevole di tutti.

  8. A me basta che non gli paghino piu’ lo stipendio i contribuenti, per il resto s’impicchi, mai guardato un suo programma in vita mia

  9. Sarà il solito piagnisteo tra due perdenti. Parleranno di Europa? e cosa conosce Macron dell’Europa? Un soggetto che è convinto che l’Europa sia solo lui e la Merkel cos’avrà da dire dell’Italia? Di quali legami di amicizia può parlare uno che ritiene l’Italia una discarica per migranti spazzatura?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *