Commenti all'articolo Feltri smaschera la cultura dell’illibertà

Torna all'articolo
Avatar
guest
31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Renzo
Renzo
1 Luglio 2020 21:28

Carissimo Nicola seguo la zuppa di Porro tutti i giorno e condivido il tuo pensiero Inoltre seguo la tu trasmissione in TV rete 4 Sono di Roma e vivo definitivamente in Spagna. Ti Auguro tanto successo in TV e Altro ai la mia stima e la mia simpatia un forte Abbraccio. Renzo Busanello puoi vedermi se vuoi su GOOGLE

Luisella
Luisella
1 Luglio 2020 13:08

Zuppa di porri…di ceci..
Di fagioli…
…….

Utnapishtim
Utnapishtim
30 Giugno 2020 19:24

Giancristiano Desiderio ha accennato al problema del valore legale dei titoli di studio, altra grave anomalia italiana. Prendiamo ad esempio la laurea in una qualsiasi disciplina: il valore legale mette sullo stesso piano un titolo di studio conseguito, ad es. alla Normale di Pisa con quello conseguito in qualche piccola università, magari online. Diciamo l’università (inesistente) di Roccacannuccia, località del Comune di Nardò.
Ebbene, questi due laureati sono sullo stesso piano nei concorsi pubblici! Sicché il somaro laureato con 66/110 a Roccacannuccia partecipa egualmente al concorso per insegnante, perché non c’è nessuna differenza tra lui e il suo collega laureato in qualche prestigiosa università italiana.
In tutti i Paesi anglosassoni (Stati Uniti, Regno Unito, Australia, Nuova Zelanda, Canada) il titolo di studio non ha valore legale. Vale invece il prestigio e i voti conseguiti nei vari college e università. Vale il merito e vale l’istituzione dove ci si laurea.
Questo è uno dei motivi per cui abbiamo un profluvio di somari nella pubblica amministrazione e nella scuola. Ovviamente tutti vincitori di concorso.

Davide V8
Davide V8
30 Giugno 2020 16:53

Concordo con Albert Nextein: dovreste fare una protesta clamorosa in massa.

lorenzo van perg
lorenzo van perg
30 Giugno 2020 14:01

certo..la cultura illiberale..com qyuando questo Giornale..pubblica indignato la notizia che dei gruppi LGTB hanno stampato e affisso ( autorizzati) manifesti ceryo meno osceni di certe trasmissioni mediaset..o film panettonatri…
eh si..la censura unidirezionale si lamehta sempre

Enrico
Enrico
30 Giugno 2020 13:44

Il PCI è riuscito alla grande nel costruire la propria egemonia culturale profetizzata da Gramsci. Quanto a Feltri – in parte anche a Montanelli – guardando al suo rapporto complessivo con Berlusconi, di questa sua presa d’atto, direi “sero medicina paratur”.