in

Green pass, l’Inghilterra rinuncia. Ecco perché

Dimensioni testo

di Paolo Becchi e Giovanni Zibordi

leggete il Sunday Times per credere

“Boris Johnson annuncerà questa settimana che sta smantellando i piani che avrebbero richiesto passaporti vaccinali per l’ingresso in locali notturni, cinema e campi sportivi. Martedì il primo ministro annuncerà i piani per cercare di tenere sotto controllo la Covid-19 durante l’inverno. Dirà di aver abbandonato il proposto schema di certificazione obbligatoria, che avrebbe costretto a controllare lo stato vaccinale delle persone. Johnson ha stracciato le proposte dopo che gli scienziati hanno affermato che le vaccinazioni sarebbero state una prima linea di difesa efficace contro un’ondata invernale della pandemia. Ma la mossa rappresenta anche una concessione significativa ai ribelli backbench dei Tory che si erano lamentati del fatto che l’applicazione dei passaporti dei vaccini avrebbe creato un gruppo di cittadini di seconda classe”

Come mai?

I morti Covid in UK stanno salendo da giugno, sono 7 volte maggiori dell’anno scorso in questa stagione nonostante da giugno la percentuale di vaccinati in UK sia salito da 50 a quasi l’80%.

Ma la cosa altrettanto clamorosa è che i contagiati Covid sono ora in percentuale più vaccinati che non “novax”, nella fascia di età tra 30 e 60 anni circa come si può vedere dall’ultimo Bollettino tecnico settimanale del governo inglese. Per essere esatti per la variante Delta solamente – per la variante originale “del Wuhan” i morti Covid sono di più tra i non vaccinati – ma come tutti sappiamo è la “Delta” ora dominante. Evidentemente il vaccino non protegge da questa variante. La cosa strana è che il vaccino non protegge in Gran Bretagna ma protegge in Italia. Misteri dei dati ufficiali comunicati nel nostro paese.

Qui vedete i dati in cui sono sottolineate  le fasce di età in cui ora i contagi dovuti alla variante “Delta” sono anche in percentuale maggiori tra i vaccinati.

 

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
80 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Nemesix
Nemesix
14 Settembre 2021 19:00

POSIZIONE ‘NON ALLINEATA’ SUI VACCINI, PROF BELLAVITE VIA DA UNIVERSITA’ VERONA.
Paolo Bellavite, già docente di Patologia generale all’università di Verona, è stato allontanato dalla stessa università dove collaborava..”

Fatale, per Bellavite, un’intervista rilasciata lo scorso 4 maggio alla trasmissione “Di martedì”, condotta da Giovanni Floris su La7: in quella occasione, l’ex docente aveva dichiarato, tra l’altro, sul delicato tema dei vaccini anti Covid-19, che “Non abbiamo molte certezze tra la vera relazione tra un beneficio e il rischio.

Dobbiamo sapere che siamo in una vera e propria sperimentazione, che finirà nel 2022.

francesco
francesco
14 Settembre 2021 11:37

Voi cancellate e io lo riscrivo. Boris Johnson è il migliore: anche se si fa pettinare dalla Forestale!

geogio
14 Settembre 2021 9:42

Ieri quattro amici stranieri erano in visita a Pompei. Genitori avevano vaccino, figli adolescenti senza pass. Li hanno mandati via. Io dovevo andare a Milano per lavoro, mi tocca andare in auto. Ho quattro amici che sono stati licenziati, o messi in aspettativa non retribuita, conosco 5 persone che hanno avuto effetti collaterali di cui due operati al cuore. Consosco una persona morta dopo il vaccino. Conosco parecchi sanitari contro il vaccino. Non conosco nessuno morto di Covid. Concludo che sono un commerciale, sempre in viaggio, e potete immaginare le persone nel mio network sono tante. Per Nedo Micci, questo non e’complotto e’ vitareale

francesco
francesco
14 Settembre 2021 7:58

Anche se si fa pettinare dalla Forestale il nostro Boris resta sempre il migliore!

Nedo Micci
Nedo Micci
13 Settembre 2021 21:54

La giornata e’ finita…rileggendo tutti gli interventi abbiamo assistito ad una sana e rigenerative ” SAGRA DEL COMPLOTTO “…e’ mancata solo la Spectre , peccato…sara’ per la prossima volta…pardon , per la prossima ” sagra “.

Maria
Maria
13 Settembre 2021 18:31

Strano vero che in Inghilterra ancora vi sia l’uso della libertá?! L’Italia invece di seguire I paesi con buoni esempi segue quelli della Francia che tra I problemi del colonialismo in Africa la cattiva gestione dei migranti e ora con il lascia passare ci porterá alla rovina.

MaxD
MaxD
13 Settembre 2021 17:35

Avete sentito zaia per citare uno di cui pensavo meglio? Ha ripetuto come un pappagallo cose gia’ sentite da letta, brunetta per non dire ‘quello non adatto al ruolo’ (parola della moglie, che per altro lui ha zittito in malo moda da vero cafone autoritario), ‘belli capelli’ e tanti altri, ossia che il green pass e’ liberta’. Una parola cosi’ bella sgonfiata di ogni valore da questi politicanti grida vendetta.

Il re è nudo
Il re è nudo
13 Settembre 2021 17:16

Oggi 13 settembre iniziano le scuole. Per San Michele, 29 settembre, vorrò leggere il bollettino di guerra comodamente seduto in quel caffè … E poi si andrà a votare, con il greenpass?