in

I 4 motivi per cui Mietta ha ragione

Selvaggia Lucarelli e Burioni la mettono alla gogna. Noi stiamo con lei (e la sua libertà)

Dimensioni testo

: - :

In Italia succedono cose strane. Una delle concorrenti di Ballando con le stelle, Mietta, non ha potuto partecipare all’ultima puntata perché positiva al Covid. Succede, direte. Sì. E infatti in un Paese normale la vicenda sarebbe sfumata in meno di un minuto, con tanti saluti alle polemiche. Invece quella iena (si può dire?) della Lucarelli ha ben pensato di chiederle in diretta se è vaccinata o meno, scatenando un pandemonio.

Partiamo da qui. Cosa cambia se Mietta ha aderito alla campagna vaccinale o ha rifiutato l’invito del generale Figliuolo? Nulla, in realtà. Pure i vaccinati possono risultare positivi al Covid. Ma in questo mondo di inquisitori, la cantante – non essendosi sottoposta all’inoculazione – in un amen s’è trasformata da apprezzata showgirl a lebbrosa da condannare alla gogna. E mentre il resto dell’Universo mondo le spara addosso una mitragliata di accuse, noi prendiamo le sue difese e ci permettiamo di far notare ai Torquemada odierni un paio di spunti di riflessione:

1. ognuno del proprio corpo ciò che vuole (non erano le femministe a dirlo?), dunque se non ha voluto o non ha potuto vaccinarsi saranno fattacci suoi. Bene fa a invocare la privacy;

2. se anche avesse deciso di rifiutare il siero per motivi ideologici, può essere biasimata se volete, ma non crocifissa. In fondo lo Stato prevede libertà di scelta, dunque va rispettata;

3. fa orrore vedere i maestrini in stile Lucarelli e Burioni chiedere a una persona di spiattellare i propri fatti privati in tv, peraltro in diretta. Chi dà il diritto alla giornalista di domandare lo stato vaccinale di una persona? E perché il professor “Che tempo che fa” dovrebbe voler sapere “quale motivo di salute impedisce a Mietta di vaccinarsi”?

4. vaccinarsi non significa essere immuni. Ormai lo sanno anche i bambini. Dunque vaccinata o meno, Mietta avrebbe potuto comunque saltare lo stesso la puntata. Lo dimostra il caso di Martina Colombari, che infatti se ne sta in quarantena a casa perché infetta nonostante abbia fatto due dosi di vaccino.