Commenti all'articolo Il mancato realismo di chi attacca Trump

Torna all'articolo
Avatar
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
gianfranco benetti longhini
gianfranco benetti longhini
1 Aprile 2020 22:03

Vedendo che la fonte è il “New York Times”, rinnomato per aver sbagliato quasi tutti i suoi articoli di parte, che farebbe anche sembrare “la Republica” come pro destra in confronto, consiglio, come me, di seguire molte altre fonti Americane per avere una vista bilanciata.
Le traduzioni molto spesso lasciano desiderare, e quella sopra è anche ambigua.

Alberto
Alberto
1 Aprile 2020 16:01

Porro, leggiti le dichiarazioni di Trump e cosa non ha fatto inizialmente . Qui da noi si accusa Giuseppi e non è sbagliato farlo, nonostante si parli di fatti msi visti prima, ma Trump ha permesso al virus di propagarsi passando da “è una truffa dei democratici per fare un altro impeachment” a “ci aspettano periodi molto complicati. Restare sotto i 100k morti sarebbe un buon risultato” (e coprendo tutta la gamma delle stupidaggini possibili). Questo è oggettivo e facilmente documentabile e mi aspetto che tu da giornalista lo faccia.

Elisabetta
Elisabetta
1 Aprile 2020 12:15

cosa si intende er ” sistema di riproduzione della società” ?
Per dimostrare con ” esatezza e certezza ” scientifica e la scienza non è ne esatta ne certa, che la componente umana sia una concausa dell’accellerazione del risaldamento globale, dovremmo attendere la prova del nove , ossia non agire e lasciare che si verifichino gli eventi senza intervento alcuno sulla riduzione di emissioni e altri inquinanti… il rischio però potrebbe essere che qualcuo possa certificarci tra gli scienziati, che le concause entropiche erano parrte rilevante del problema ma a quel punto sarebbe tardi.
Il ragionamento del Presidente Trump ha una falla. Attendere la dimostrazione significa rischiare che la dimostrazione arrivi quando ormai sarà troppo tardi.
La CO2 che immetto nel mio sangue e ossigeno da fumo di sigaretta non è naturalmente introdotta del mio corpo ma antropicamente, la probabilità che una mia forse presente o meno predisposizione genetica la cancro venga accellerata dal fumo di sigaretta ed altri composti chimici della stessa.
La soluzione sarebbe smettere di fumare o attendere di verificare se la CO2 che introduco con la sigaretta mi accelleri un cancro?
Quale sarebbe la sccelta di buon senso al di là della certezza scientifica che otterò solo quando il cancro sarà manifesto e quindi irreversibile il problema?
Saluti

Alex
Alex
1 Aprile 2020 7:55

Sarebbe forse questo il realismo di Trump?

A gennaio, quando gli Usa avevano individuato il primo caso, Trump era al forum economico di Davos e aveva detto che «si tratta solo di una persona arrivata dalla Cina. L’abbiamo individuata e tutto è sotto controllo».

Quando a febbraio i casi erano saliti a 15, il presidente aveva detto che erano stati isolati, e «presto i contagi scenderanno a zero». Poi aveva sostenuto che ad un certo punto, probabilmente con l’estate, il coronavirus sarebbe «scomparso come un miracolo».