in

In lockdown mandiamoci gli “esperti” - Seconda parte

Dimensioni testo

E assicurava: “In Italia il rischio è zero”. Uno che se ne esce così, se ancora si ricorda cos’è la dignità, deve stare zitto per due decenni. Invece passa le giornate a twittare, a spiegare, a insegnare, dall’alto di non si sa bene quali ricerche.

Esattamente come gli altri luminari dell’Iss e del Cts, che quando Il Tempo provò a misurare i loro indici di autorevolezza accademica, fecero la figura dei prof Aristogitone. Ecco, esimi illustrissimi stimatissimi esperti: in lockdown, andateci voi.

Alessandro Rico, 11 novembre 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
39 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Laura Frattini
Laura Frattini
12 Novembre 2020 9:54

Altro che prof Aristogidone….. Questi mi sembrano una manica di colonnelli Buttiglione….. Ma la domanda che mi gira in testa da un pò di giorni è ma che razza di massa di cretini siamo da non capire lo scopo.!!!!!!
FINE DELLA LIBERTÀ. PUNTO

giùalnord
giùalnord
11 Novembre 2020 23:53

In guerra i generali mandano sempre in avanscoperta la fanteria(la prima ad essere decimata)seguita dai caporali e dai sottotenenti.
Lo scopo è quello di toccare con mano,con la pelle degli altri,gli effetti delle loro azioni smisurate ed egocentriche.
Conte,né più né meno,sta facendo quello che hanno sempre fatto i generali in una guerra:salvaguardare la propria pelle prima che l’intera nazione soccomba!.

Luca Beltrame
Luca Beltrame
11 Novembre 2020 23:46

Carl Heneghan e Tom Jefferson del CEBM parlano dei “9 vizi” che vanno ad alterare le percezioni dei governi su questo virus e che quindi guidano politiche errate:

https://www.spectator.co.uk/article/the-nine-worst-covid-19-biases

Se avete dimestichezza con l’inglese è una lettura consigliata.

Dario Bellocchi
Dario Bellocchi
11 Novembre 2020 23:20

Mi convinco sempre di più che questi miserabili e indegni cialtroni del governo e del cts (scientifico!) cagiscono solo le maniere forti. Napoli insegna.

Davide V8
Davide V8
11 Novembre 2020 23:11

Dobbiamo liberarci della dittatura sanitaria degli “esperti”.
Non ne usciremo vivi.

Hania
Hania
11 Novembre 2020 22:53

Georges Clemenceau , il famosa uomo politico francese e vincitore della prima guerra mondiale usava dire che la guerra era un affare troppo serio per lasciarla fare ai generali.
Si può parafrasare dicendo che il covid e’ una faccenda troppo seria per lasciarla in mano ai cosiddetti esperti: virologi, epidemiologi, burocrati sanitari primari , e compagnia cantante.
Personalmente sono anche disposta ad essere confinate/ reclusa, ma solo dopo che si siano dimessi il presidente del consiglio dei ministri, il ministro della salute, l’ineffabile ministro della pubblica istruzione, quella dei trasporti, il supercommissario ed i membri del comitato tecnico scientifico .

Nedo Micci
Nedo Micci
11 Novembre 2020 22:41

@Dr.Beltrame…Le avevo formulato un dettagliato e bel post sulla Svizzera ma e’ andato perso , credo ; Svizzera dunque …che nei mesi scorsi aveva applicato il modello svedese…una fotocopia.Moltissimi comportamenti solo CONSIGLIATI , nessun vincolo per i cittadini. Lei potra’ osservare i dati della Svizzera e cosa e’ diventata oggi , esplosione dei cintagi…UN VERO DISASTRO . Con un tasso di positivita’ al 27% !!!! – come Repubblica Ceca e il solito e sfortunato Belgio -…i peggiori d’Europa…il nostro 17 % e’ per gli svizzeri un miraggio. Verrebbe da dire , dopo una estate di assoluto ” liberi tutti “…. ebbene ora hanno cominciato a C H I U D E R E anche loro ( alla faccia dei ” libertari ” nostrani per le presunte violazioni delle loro liberta’ costituzionali)….in un Paese poi dove sono sacre le prerogative di liberta’ a livello cantonale e nazionale . Non do se mi spiego. Mio figlio che vive in Svizzera – testimonianza diretta – mi dice che la parola mascherina neanche la conoscevano ; solo due o tre mesi fa si convertirono ad essa , ma solo su tram e bus. Negli altri luoghi di aggregazione…ristoranti , supermarkets , teatri cinema…rien de rien . Non seguirono evidentemente i loro professori Galli ( la mala stirpe c’era anche li…l’ho letto sul Corriere del… Leggi il resto »

Luca Beltrame
Luca Beltrame
11 Novembre 2020 22:26

Non metterei il Prof.Remuzzi sullo stesso piano degli altri (anche solo per la caratura scientifica). Sulle mascherine fino al 2024 fa suo un editoriale di Lancet che mi trova assolutamente in disaccordo, ma per il resto ha quasi sempre proposto idee di assoluto buon senso.

Quanto al resto… vanno sempre a proporre sventura, morte e distruzione, ma il contributo che danno per risolvere la situazione è zero. Sapete chi si è impegnato per far arrivare gli anticorpi monoclonali in Italia (anche alla luce della recente approvazione di quello di Lilly)? Non Burioni, non Galli, non Brusaferro e nemmeno Ricciardi.

E’ il Prof.Silvestri, che sta in Georgia (!), quindi manco in Italia. Quello sì è un contributo utile. Le uscite discutibilissime di Galli e Burioni, invece, non ci aiutano affatto. Sono solo un modo per pavoneggiare la propria virtù e presunta sapienza sulle masse ignoranti.

PS: A questo proposito, vorrei sapere da chi legge questo blog se c’è interesse a parlare o di monoclonali, oppure dell’affaire dei visoni in Danimarca (che è stato amplificato inutilmente sia da scettici sia da catastrofisti).