Italiani detenuti, porti spalancati

Condividi questo articolo


A Quarta Repubblica si torna a parlare del tema immigrazione con la difficile gestione dei migranti che arrivano sulle coste italiane e che violano la quarantena.

Ne nasce uno scontro tra il vicedirettore del Tempo, Francesco Storace, e Claudia Fusani.

Dalla puntata del 20 luglio 2020

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche


Condividi questo articolo


11 Commenti

Scrivi un commento
  1. ,, sto guardando la trasmissione di stasera 28 luglio……. La lombardia fa gola al P. D. È una vergogna sono morti medici e infermieri e queste due signore quella bionda e quella mora hanno da fare osservazioni negative su tutto quello che è stato fatto in Lombardia… che vergogna!!!!… non hanno rispetto neanche dei morti!!!! . Quando sento parlare queste due signore bionda e mora che sono di una arroganza e di una maleducazione allucinante Scusa Nicola ma l’istinto è quello di cambiare canale… per favore non meritano di essere invitate in televisione perché non hanno rispetto neanche delle persone che ascoltano da casa. Grazie.

  2. Caro Porro, ma perchè continua ad invitare personaggi come, ad esempio, la Fusani e Pedullà? Questione di share? O pura tattica giornalistica per ridicolizzare la sinistra e i grillini? Personalmente quando vedo costoro a Quarta Repubblica…cambio canale ed attendo che se ne vadano. Sono inguardabili e inascoltabili per il nulla, il vuoto che emanano. un’offesa all’intelligenza dei liberali veri e non a chiacchere. Grazie.

  3. Tempi duri per i troppo buoni. Presto qualcuno li cercherà a casa loro. E non sarà per intraprendere un costruttivo confronto…

  4. E’ vero c’è un razzismo, ma è contro il popolo italiano che vengono derubati dalla politica con tasse e ruberie. Non solo siamo costretti a mantenere tutti gli immigrati, quelli in regola, ma che non lavorano ma anche gli immigrati che arrivano regolarmente. E che dire della sanità, dove si pagano tiket, con cattivi servizi da condividere con con tutti gli immigrati! Le casse dell’INPS che vengono svaligiate regalando pensioni sociali agli extracomunitari e per fare assistenza di ogni genere, mentre incolpano i pensionati di essere in troppi. E allora perchè regalano pensioni a chi non spettano?

  5. Gent.mo signor Nicola, sono dalla sua parte per tutto quello che afferma, ma sarebbe l’ora che gli italiani ritornassero in possesso della loro libertà e di poter decidere sul loro avvenire, senza che venga loro imposta da gente, mai eletta, incapace, con trascorsi da “mafiosi” e una vita da “vagabondi” che non sanno cosa sia un lavoro, onesto.- Occorre che ognuno si armi come meglio può e “spodestare” questi “cialtroni” dai posti che occupano “abusivamente”.- Dai tempi più remoti gli italiani, se hanno voluto qualcosa la hanno solo ottenuta con le armi, con rivoluzioni e “cadaveri”.- Io non so chi abbia deciso sulla nomina di Di Maio a Ministro degli esteri e con quale faccia lo abbia posto in un Ministero così delicato e essenziale per i rapporti Internazionali, quando “il bamboccio” conosce solo le nozioni fondamentali della lingua italiana per poter dire “buon giorno e buona sera”.- Siamo caduti in un degrado, con Conte, indescrivibile.- Speriamo che succeda qualcosa!!!

  6. D’accordo, in tivvù oggi l’audience è sovrana e poche cose concorrono all’impennata di ascolti più che una baruffa tra avversari politici, ma c’è un limite a tutto, in fattispecie alla capacità di sopportazione verso la spocchia della signora in narrativa che, more solito, non ha niente da dire e lo dice pure male.

    • Noi non ci siamo mai sentiti detenuti, in vita mia ho passato e visto molto di peggio, sopratutto nella breve carriera da vvff,tuttavia e ovvio che una immigrazione clandestina del genere, sopratutto da Tunisia , Nigeria, o altri paesi non in guerra, altro non e che, una esport.,import. , di molti delinquenti o positivi, un po’ come “facemmo noi”dagli anni venti in avanti, il governo apri’ le carceri a criminali con ducumenti falsi , per toglierseli dai piedi, li spedi’in America, e li fecero gran “carriera”, fra cui al Capone, negli anni 50/60 conobbi un suo “collaboratore” che gli frego un po’ di soldi, si salvo’ per miracolo da sua pena di morte. Ormai la mala nigeriana ha conquistato il ns territorio, ovviamente istituzioni corrotte e mafiose come le italiane non possono fare altro che permettere questo scempio del nostro territorio, però “caro” Porro, vorrei che Tu’, così “bene”informato, parlassi un po’ di mafia, ai giovani, a cui continuate a fare credere che la mafia sia un pecoraio(Riina), o un malato di Alzheimer, Racconta la storia ai giovani, dall’uso che le istituzioni fecero di S.Giuliano ed il suo socio Pisciotta, dalle bombe, le stragi e omicidi di stato, chi erano Salvo Lima e Andreotti,il caso ambrosiano,Sindona la P2, ove molti iscritti hanno fatto carriere incredibili, i sospetti rapporti fra i bontade e piersanti Mattarelladi seguito assassinato, su mandato di chi?oppure la banda della Magliana, grande “ed i suoi rapporti con politici, o alti prelati, per eliminare qualche giornalista ficcanaso, si’ perché non dimentichiamo che tutto questo,nel nostro paese continua,non e mica finita. Sicuramente la clandestinità e un problema, ma,il Nostro problema più grande e, la mafiosita’ istituzionale, giustizia deviata,marcia, corrotta, appoggiata da una burocrazia asfissiante vera dittatura, che distrugge il cittadino,una corruzione politica da paese sudamericano, ora con i soldi europei, sempre che celi diano, ne vedremo delle belle, di maio sempre più grasso e inutile, con il suo capetto conte sempre più pallido e legnoso”, mi sembrano in balia totale di chi li ha piazzati, nell’ennesimo teatrino dei pupari, il resto solo distrazioni di massa

  7. Lampedusa, il ministro lamorgese ha assicurato al sindaco che è in arrivo una nave per consentire la quarantena agli immigrati infetti.. quindi, milioni di € indirizzati all’accoglienza dei clandestini.. I soldi ci sono? Meno male che c’è la lamorgese..
    Intanto multe a go go ai commercianti italiani e clienti, con previsione di sospensione dell’attività.. ed i sinistri ostentano foto in barca con assembramenti e senza mascherina.. ed accoglienza indiscriminata
    Questa è l’Italia in mano ai sinistri

  8. certo che fare accoglienza per mandare le donne sulle strade della prostituzione e gli uomini on il cappello in mano a chiedere l’elemosina!!! Accogliere significa integrare e dare dignità; in Italia le sinistre sono solo capaci a fare tanto rumore per nulla, aprire la bocca per far prendere aria ai denti. I migranti non sono accolti né tutelati, privati dei loro diritti nei paesi d’origine e usati per una propaganda buonista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *