Commenti all'articolo La Finocchiaro e quella satira conformista

Torna all'articolo
Avatar
guest
21 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Davide
Davide
22 Dicembre 2018 7:36

Ah perché adesso conformismo è sinonimo di misandria?
Me ne sarei dovuto accorgere in effetti.
Gli uomini hanno sempre lavorato per mantenere le donne e si sono sempre sacrificati per proteggerle e adesso queste schifose parassite invece di vergognarsi e andarsi a nascondere come dovrebbero offendono senza nemmeno pensare a quanti a quanti uomini hanno rovinato la vita.

Giuseppe Gagliardi
Giuseppe Gagliardi
22 Novembre 2018 1:46

La finocchiaro l’ho sempre ammirata come comica, in questo caso anche se i.bimbi non c’erano, ma se qualche bimbo vede il programma ,non percepisce la cosa pertanto una provocazione cosi’ banale forse se era senza i bimbi, poteva starci ,

Edoardo Fumagalli
Edoardo Fumagalli
21 Novembre 2018 13:46

Be, questa moda è iniziata con la formazione delle femministe.
Vero che in passato le donne erano degli oggetti, ma nel sistema moderno, con possibilità per chiunque, maschi e femmine, di decidere di testa propria cosa fare e in che modo farlo, non mi è chiaro questa rivalsa da parte delle donne nei confronti dei maschi.
Non sono un genio, ma credo che che si voglia arrivare a livellare delle diversità, fisiche che intellettuali tra i due sessi, mettendoci l’uno contro l’altro. Distruggendo in nome dei dio “mercato” la famiglia e i rapporti intimi che esistono nello stesso nucleo. Una forma di schiavismo verso i ceti medio-bassi, a favore delle elite, che già di loro, se ne leggono di cosa strane.
Ce ne sarebbe da scrivere, ma non mi allungo oltre.

Salut!

Valter
Valter
21 Novembre 2018 10:23

Alla Finocchiaro ripeterei l’invito strafottente di uno spettatore che in “Roma” di Fellini assiste ad una sgangherata esibizione di un ancor più sgangherato comico d’avanspettacolo “Aoh ! E facce ride !”.