Commenti all'articolo La finzione dello Stato salvatore

Torna all'articolo
Avatar
guest
7 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ferdianando gallozzi
ferdianando gallozzi
20 Aprile 2019 9:34

Non è esatto che non sia cambiato nulla.
Il tema dei temi è l’immigrazione. Ne va delle nostre vite e dell’avvenire dei nostri figli.
Con la Lega e con Salvini si è messo un fragile argine all’invasione che ha sponsor di una terribile potenza del calibro del Papa. Questo Papa continua a dire fesserie e nessuno lo corregge. Che senso ha dire che non si vogliono gli immigrati per calcoli politici??
Che madornale cavolate rappresenta una simile affermazione?? E nessuno lo corregge e gli parla di Democrazia e dei diritti di chi ha costruito una nazione con il sangue e il sudore dei suoi antenati e le fatiche e sacrifici propri. Per quale motivo dovremo ceder la nostra Patria costruita da noi a nuovi arrivati che fanno figli in modo sconsiderato e si dimostrano arroganti e nemiche ???
Qualcuno dovrebbe dire a questo Papa dio smetterla di dire cavolate in nome di Cristo.

Vincenzo
Vincenzo
19 Aprile 2019 22:10

E triste vedere che per alcuni Liberale, vuole dire farsi i fatti propri, niente senso dello stato, nazione, comunita, vivere sociale, niente. Poi si lamentano, quando gli eletti che DEVONO procaciare i voti per farsi eleggere nella casta, promettono mari e monti, e tutti ci credono senza chiedere “ma come fai” o dove trovi i soldi? I politici poi per avere sempre piu seguaci che porteranno voti, aumentano la burocrazia che deve essere gestita quindi servono nuovi impiegati statali che noi poveretti dobbiamo poi mantenere. Esempio I navigatori del reddito di cittadinanza, nei comuni, esempio ho fatto la residenza per lavoro in Olanda, impiegati in comune 2 e tre giorni alla settimana lavorano sino alle 19:30 cosi chi lavora non deve prendere permessi, residenza ottenuta in 10gg, con codice fiscale etc. In Italia comune di 50.000 abitanti una marea di impiegati in comune (12) per rientro e residenza tempo 4 mesi, ma perche??? In Svizzera per le autostrade paghi un bollo annuo, no personale per gestione uscite/entrate etc. Noi una marea di persone che fanno turni etc. Ospedali con medici obiettori (circa il 90%) ma perche li paghiamo? Tutte queste disfunzioni che creano posti di lavoro “parassitario” nel senso di non produttivo alla fine si riversa nei conti che il cittadino paga. E questo non c’entra “comunismo, statalismo” ma solo… Leggi il resto »

Davide
Davide
19 Aprile 2019 17:39

Ottimo.
Servono anticorpi allo statalismo.
Vanno diffusi anche a basso livello, parlando con amici e conoscenti, indignandosi e condannando ogni manifestazione dello stesso.
Devono sentirsi dalla parte del torto, non “salvatori”.
Inutile aggiungere che la civiltà odierna sia basata sul controllo del potere statale, e non su poteri di salvezza inesistenti.

Quello che Panebianco omette di dire è che non stiamo diventando illiberali per colpa dei “populisti”, che per alcuni aspetti (non tutti, purtroppo) rappresentano proprio quegli “anticorpi” citati, ma – oltre che per colpa della concezione dello stato “salvatore” – per l’idea di “esperti” (pseudo esperti) che devono guidare il popolo bue. Idea rafforzatasi nei decenni.
Esempio perfetto ne fu Monti, affermando la sua visione politica con la frase “è assurdo che siano le pecore a guidare il pastore”.
Questo è statalismo totalitario allo stato puro: pastori e pecore, questa è l’idea di diritti delle persone e di “stato liberale” di certa gente.
Occorre ripartire proprio dalle basi, dai diritti individuali delle persone – non pecore – che hanno il sacrosanto diritto di guidarsi da sole, libere da qualsivoglia “pastore”, sia eletto, “esperto”, soviet, papa o altro.

Giuseppe Spotti
Giuseppe Spotti
19 Aprile 2019 14:15

Scemo e più scemo