Commenti all'articolo La morte di al Baghdadi spazza via anche il cretino anti-trumpiano

Torna all'articolo
guest
13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Raffaello Ferrentino
Raffaello Ferrentino
28 Ottobre 2019 10:09

Gentile sig. Branzanti, le confesso che il primo impulso e’ stato non risponderle e lasciar perdere, data l’ enormita’ assolutamente ingiustificabile di quanto lei epone. Trump assimilato a Hitler e Stalin? Ma si rende conto di quello che dice? Le sembra davvero che Trump abbia distrutto le Istituzioni Democratiche, che abbia incarcerato o ucciso i suoi avversari politici, deportato nei lager o nei gulag e sterminato interi popoli o classi sociali “nemiche” del “progresso”, che abbia istituito una polizia politica con spie in ogni condominio? E mi fermo qui…. Non sono mai stato in America, ma credo che anche lei ci manchi da un po’, anche se, grazie ad internet non mancano notizie su cio’ che li’ avviene. Il punto e’ che, anche nella sua risposta alle mie osservazioni, lei si limita ad enunciare notazioni psicologiche e di colore -“Trump ha distrutto, anzi stuprato e massacrato tutto questo e cambiare idea è stata una dolorosa necessità. Ma il vero antiamericano, se Lei si riconosce in alcuni valori è Trump, che ha portato nelle stanze che furono di Lincoln il suprematismo, l’estremismo evangelico, l’odio per gli avversari, il disprezzo per antichi e servizievoli alleati, una concezione dei rapporti internazionali da bullo di quartiere.°- per descrivere la sua antipatia nei confronti di Trump, ma non riporta neanche un solo argomento di dissenso… Leggi il resto »

Raffaello Ferrentino
Raffaello Ferrentino
27 Ottobre 2019 20:50

Gentile sig. Branzanti, sono lieto che lei non offenda i suoi avversari; umanamente riprovevole e eticamente orrendo, non strutturato per quel che concerne le idee politiche per lei sono evidenetemente dei complimenti….Lei era un grande amico dell’ America: suppongo di quella del massimo interprete dell’ antiamericanismo Obama, alleato dei terroristi di Al Nusra e dei terroristi comunisti del PKK; quello che ha firmato con mezzo mondo patti commerciali che hanno impoverito gli USA; quello che ha firmato un trattato con l’ Iran che ha permesso a quest’ ultimo di continuare indisturbato il proprio programma nucleare: quello che ha facilitato l’ estero-vestizione di centinaia di imprese USA provocando la disoccupazione di massa in patria: l’ amico dell’ islam -ricorda il discorso del Cairo?- e degli europei che trattano gli USA a pesci in faccia, quelli che vogliono la protezione della NATO ma non vogliono pagare la loro quota di spese -begli amici!-; quello che ha ricevuto preventivamente il Nobel della pace e, appena si e’ presentata l’ occasione, ha mandato i giovani americani a morire per una causa sbagliata, difendere i terroristi comunisti; quello implicato in un colpo di stato contro il presidente democraticamente eletto di un paese della Nato; quello che ha fatto spiare un candidato avverso alle elezioni presidenziali del 1916. Un vero galantuomo! O forse le piaceva il… Leggi il resto »

Orlo
Orlo
27 Ottobre 2019 19:42

Il terrorista mi sa che è come un gatto(cat) e,appare da ultime, che ancora una volta sia “morto e risorto”.
Il Gervasoni mi fa sorgere un dilemma che mi consolida sulle mie convinzioni di un sistema d’istruzione italiano basato su logiche esoteriche in cui i requisiti per esserne parte insegnante sono labili alla comprensione.
Il dilemma è come si possa aver commesso un “errore” di tal portata da parte della liuss nel renderlo un suo operativo nel corpo docente.
Il Gervasoni è destinato a più alte vette.
Ancora sconosciute ai più…almeno a me di sicuro…

adl
adl
27 Ottobre 2019 18:46

Pare che Moody’s abbia azzeccato tutte le previsioni di vittoria alle presidenziali USA tranne una, quella di Trump alle ultime elezioni. Circa 10 giorni fa sempre Moody’s dava Trump vincente alle elezioni del 2020, e non avevano ancora catturato Al Baghdadi.
Lei però Gervasoni, perchè usa il singolare quando parla di Cat e non il plurale Cats rigorosamente senza l’accrescitivo per ovvie ragioni di umana pietà oltre che di stile ????

Valter
Valter
27 Ottobre 2019 18:26

Ho fatto divertire i nipoti con un vecchio trucco con un mazzo di carte in cui la prima e l’ultima sono quelle su cui si orientera’ la scelta, opportunamente guidata dalle domande, e magicamente resterà nella mia mano dopo che la vittima del trucco avrà dato un colpo sul mazzo facendo volare tutte le carte tranne quella da me trattenuta. Ecco: la stampa liberal si comporta allo stesso modo e comunque si muova Trump dirà che se si è mosso ha sbagliato, se non lo ha fatto ha sbagliato ugualmente. I miei nipoti, pur piccoli, dopo un po’ hanno capito dove stava il trucco, il CAT non ancora.

Alfredo Branzanti
Alfredo Branzanti
27 Ottobre 2019 17:44

Resto orgogliosamente un “cretino anti trumpiano” (chissà perché chi la pensa diversamente deve essere offeso,.io mi astengo dal farlo, ma tant’è). Resto orgogliosamente un “cretino anti trumpiano” ostile ad un personaggio umanamente riprovevole ed eticamente orrendo (sul piano politico inutile giudicarlo, non ha idee strutturate). Resto orgogliosamente un cretino antitrumpiano perché l’operazione odierna è stata resa possibile dall’azione di quei curdi traditi ed abbandonati da Trump e che, fuggendo per cercare di salvarsi, hanno abbandonato migliaia di prigionieri dell’Isis, pronti a rientrare in Europa. E resto cretino anti trumpiano perché Trump si è dichiarato soddisfatto che tornino in Europa, altro che garantire la sicurezza mondiale (ma gli Usa sono nostri amici, chi l’ha detto Walt Disney?). Grazie di cuore a Gervasoni per il cretino.