in

La sinistra soffia sul fuoco, Salvini fa bene a cercare la pace

salvini sinistra(1)
salvini sinistra(1)

Dimensioni testo

Erano solo elezioni comunali, ed è successo tutto quel che è successo. Cosa ci sarà da aspettarsi ora che l’agenda politica segna appuntamenti di rilevo e che possono veramente delineare il quadro politico futuro per i prossimi lustri? Quello a cui abbiamo assistito nelle due ultime settimane, proprio sotto elezioni, è stato un gioco sporco, spudorato, profondamente incivile, di cui non si aveva contezza dai tempi forse delle elezioni del ‘48. Solo che allora c’erano in gioco equilibri epocali e geostrategici e a giocare sporco furono un po’ tutti gli attori in campo. Oggi invece che dovremmo essere, a settanta e passa anni di distanza, in un clima di civile competizione democratica fra forze mature che si dividono sui progetti del futuro, abbiamo assistito a un rigurgito di quel fanatismo con una sola e unica “matrice”, per restare in tema.

Ad agire è stata infatti quella sinistra che non ha mai fatto i conti, essa sì, col passato ma che col passato gioca per delegittimare moralmente l’avversario, annichilirlo, ridurlo al silenzio. La sinistra che è oggi un partito che si definisce democratico ma che nulla ha a che vedere con la saggezza e attenzione al bene comune (cioè la coesione del tessuto civile) che dopo tutto ebbero i vecchi comunisti e persino Palmiro Togliatti. Il quale, come è noto, non epurò gli esponenti del vecchio regime ma anzi lavorò a quella “pacificazione nazionale” che era nell’interesse di tutti (e poco importa che lo facesse spontaneamente o su indicazione di Mosca). La sinistra che significa un insieme di interessi e mentalità che intrecciano i mondi della politica, del giornalismo, di (certa) magistratura, persino di settori dell’apparato dello Stato. E che, in verità, bisogna dirselo, non ha mai sopportato l’avvento di Mario Draghi a Palazzo Chigi, che era garantita di più da Giuseppe Conte (messo in sella anche lui con uno spudorato gioco di palazzo) e che farà di tutto per estromettere gli incomodi coinquilini che si trova ora in maggioranza.

Ti è piaciuto questo articolo? Leggi anche

Avatar
guest
31 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
ancoraparli
ancoraparli
14 Ottobre 2021 18:31

alla fine questa infame sinistra ha come sempre gettato la maschera.non solo gli SQUADRISTICI agguati preelettorali dei loro sicari mediatici,ormai è chiaro pure che,in combutta con quella specie di ispettrice cluseau hanno volutamente lasciato fare quelli di FN per avere il pretesto di gridare all’allarme fascista e armare il solito carrozzone antifascista proprio il giorno prima del voto.sono senza vergogna.perchè?ma per condizionare il voto ovviamente,solo il pensiero di perdere e non mettere le mani sul malloppo del giubileo loro e i loro compari delle coop rosse non ci dormono la notte.il fascismo..e qualche IMBECILLE ancora ci crede..

Davide V8
Davide V8
14 Ottobre 2021 18:16

Ah i vecchi comunisti e Togliatti, com’erano saggi.
Con loro sì che andava tutto bene, e non si è distrutto niente.

Valter Valter
Valter Valter
14 Ottobre 2021 16:50

Purtroppo la galassia ex-neo-vetero-post-catto-comunista é l’espressione della sinistra più infame che strumentalizza l’antifascismo per avvelenare un paese che potrá dirsi civile solo quando si sará liberato di questa feccia del secolo scorso.

Roberto
Roberto
14 Ottobre 2021 13:17

Ricordo ad Ocone che Fratelli d’Italia ha ancora la fiamma della RSI sul simbolo

Mobius
Mobius
14 Ottobre 2021 13:10

Chiamarla sinistra non ha più senso. E’ una cricca di rancorosi incapaci, un’accozzaglia di stolidi, rabbiosi pervertiti, frustrati e inconcludenti, che non sanno più dove sbattere la testa per sopraffare i loro avversari. Sono in fibrillazione: vedere i loro “nemici” ottenere il consenso dagli elettori li rende consapevoli della propria pochezza, che tentano di mascherare nobilitandola con la loro grande ideologia progressista. Invece sono retrogradi, disonesti, mentalmente bacati. L’ideologia di sinistra è solo un pretesto per ritrovarsi tra loro ed esprimere il loro comune sentire. Che è quello dei mezzi uomini e delle mezze donne.

Corsaro Nero
Corsaro Nero
14 Ottobre 2021 12:26

dagli sciocchi commenti si evince che avete capito niente e si capisce come questo vergognoso clima di spargi me….che la sporca sinistra ha creato sia attecchito e radicato nelle menti facilmente manovrabili. Fin che qualcuno non riuscirà a scalzare questa abitudine sporca e sinistra di demonizzare gli avversari perchè non sanno batterli nelle urne questa povera italietta rossa non ha scampo…….

Armando
Armando
14 Ottobre 2021 10:19

Sempre “In attesa di approvazione” avete stancato.

Armando
Armando
14 Ottobre 2021 10:18

Salvini non fa bene niente. L’odio e la divisione nel paese li fomentano il governo e i suoi asserviti (partiti, sindacati, media)
Salvini dovrebbe staccare la spina a Draghi e la maggioranza diventerebbe meno stabile, visto che nei 5S non c’è unanimità di vedute.
I leghisti stanno invece aspettando i soldoni del RF, ma resteranno soldini perché il grosso andrà alle case farmaceutiche, a chi vende gli accessori sanitari, ai media e alle industrie che li portano all’estero. A noi restano i debiti a vita e le supertasse che ridurranno in povertà la metà della popolazione.
Bravo Salvini. Fa bene a cercare la pace. Ottima analisi.