Commenti all'articolo La strategia (fallimentare) di Conte lo stregone

Torna all'articolo
guest
45 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Gigliola
Gigliola
13 Novembre 2020 12:06

Pienamente d’accordo,purtroppo le teste di legno non possono cambiare

Nuccio Viglietti
Nuccio Viglietti
13 Novembre 2020 8:43

Non c’è discussione…seicento cadaveri quotidiani a circa metà novembre pone definitivo sigillo su totale completo fallimento di questo nefasto governo in confronti gestione Covid…il signor Conte e suoi accoliti anziché perseverare in dissenteria Dpcm dovrebbero prendere atto di loro fallimento…chiedere scusa a tutti italioti e sparire più lontano possibile sperando in veloce oblio. Non lo faranno poiché è tipico di incapaci essere pure presuntuosi…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

Mario b.
Mario b.
12 Novembre 2020 14:11

E’ la conseguenza di quanto (ben) detto che va affrontata: quando le fondazioni sono marce si deve demolire tutto prima di ricostruire.

Enrico
Enrico
12 Novembre 2020 13:22

Perfetta rappresentazione del modello italiano. La radice di questa drammatica realtà è in quell’egemonia culturale auspicata da Gramsci e realizzata dal PCI, che ha sempre mirato a “salvare lo Stato (se stesso in ultima analisi), non le vite”.

agosvac
agosvac
12 Novembre 2020 12:01

Purtroppo ormai il grosso danno è già stato fatto. Il Governo farlocco ha condizionato la gente col terrorismo. Le strutture di Pronto Soccorso, spesso dirette da medici che non sanno neanche come distribuire chi va da loro, sono zeppe di persone che hanno 37,5 di febbre e qualche dolore ma che sono terrorizzate di potere morire di questo Covid19 che pochi sanno realmente cosa sia e che pochissimi hanno capito che non porta alla morte se non in caso di gravissime patologie pregresse. Ovviamente, questi medici poco preparati spediscono tutti nelle corse degli ospedali o, peggio, nelle terapie intensive, ed hanno anche ragione perché non vogliono prendersi alcuna responsabilità. Manca una solida base di medici di famiglia che, anche loro terrorizzati di prendersi il virus, hanno chiuso tutto e usano solo i telefoni per evitare contagi.

Maria B.
Maria B.
12 Novembre 2020 11:49

Con amarezza più che d’accordo. E non mi stupisco della pochezza di chi non riesce a staccarsi dalle proprie idee politiche, di una sinistra ormai inesistente, per ammettere una dura realtà:
Abbiamo un governo di inetti