in

Corsa al voto

Le Brigate Rosse minacciano Meloni (e i giornali lo ignorano)

Il clima di odio e caccia al fascista dà i primi frutti: un avvertimento delle Br contro la leader di Fdi. Ma nessuno s’indigna

Dimensioni testo

: - :

Vorrei segnalare una cosa che sui giornali trovate en passant: le minacce di morte delle Brigate Rosse arrivate a una sede provinciale di Fratelli d’Italia e dirette a Giorgia Meloni. Diciamo la verità. Se le minacce fossero arrivate dai Nar a un partito o ad un esponente di sinistra, saremmo tutti qui a parlare di fascismo. Immaginate: se le avesse ricevute Enrico Letta? Sarebbe successo un casino!

E invece in questo caso tutti zitti. La donna, peraltro in odore di diventare il nuovo Presidente del Consiglio, viene minacciata da un’organizzazione criminale, che fino a qualche anno si è macchiata di terrorismo e omicidio, e tutti fischiettano.

Certo, tanto le minacce riguardano la Meloni…

dalla Zuppa di Porro del 9 settembre 2022


Ieri la leader di Fdi aveva condiviso il biglietto fattole recapitare con questo commento: “Il clima di odio e intolleranza che certa sinistra sta costruendo attorno a me e a Fratelli d’Italia adesso sfocia anche in atti intimidatori. Mi auguro che tutte le forze politiche condannino apertamente e senza tentennamenti questa missiva a firma delle Brigate Rosse. Se qualcuno pensa di intimorirci o di fermarci, ha sbagliato di grosso”.